La Cina conferma il primo caso umano conosciuto del ceppo H3N8 dell’influenza aviaria

Source: April 27, 2022; articolo di Cap Allon

  • Cadono minimi secolari nell’Iowa;
  • La primavera ritardata di Toronto;
  • La Niña sta lottando per rompersi;
  • Negli Stati Uniti la California meridionale dichiara la prima emergenza in assoluto per carenza d’acqua;
  • Una forte grandinata colpisce il nord del Kashmir, causando ingenti danni al raccolto
  • La Cina conferma il primo caso umano conosciuto del ceppo H3N8 dell’influenza aviaria

Cadono minimi secolari nell’Iowa

Vaste sacche di aria artica da record continuano a invadere il Nord America questa settimana, anche se il calendario si avvicina a maggio.

Martedì mattina, almeno cinque città dell’Iowa hanno stabilito temperature record per la data: Ottumwa, Cedar Rapids, Huron e Burlington hanno tutti superato i benchmark, con Sioux City che ha pareggiato l’altra.

Ottumwa ha visto una temperatura di -3.3℃ (26°F) alle 6 del mattino di martedì, battendo il precedente record di -1.7℃ (29°F) stabilito nel 1926; Cedar Rapids è sceso a -5.6℃ (22°F), battendo il suo vecchio minimo di -4.4℃ (24°F) stabilito nel lontano 1907; Huron è sceso a -6.1℃ (21°F), usurpando il vecchio record di -5.6℃ (22°F) del 1931; Burlington ha sofferto di -1.1℃ (30°F) e nel processo ha superato il suo precedente minimo di -0.6℃ (31°F), fissato nel 1976; e infine, i 1.7℃ (25°F) di Sioux City hanno pareggiato il minimo del 1950.


GFS 2m Temperature Anomalies (C) April 27 – May 10 [tropicaltidbits.com].

Questo raro freddo di fine aprile si fa sentire in un’ampia fascia del Nord America, non solo nell’Iowa:

E il congelamento anomalo sta avendo un impatto negativo sulla semina dei raccolti, aggravando la miseria causata dalla “demolizione controllata” delle nostre forniture alimentari, come la massiccia riduzione delle piantagioni in Ucraina e Russia (che forniscono il 30% del grano mondiale) e il rifiuto della Federazione Russa di fornire fertilizzanti (e lo stesso grano) a nazioni “ostili”: niente fertilizzanti (o erbicidi/pesticidi anche ridotti) = rese dei raccolti drasticamente inferiori.

Questa crisi arriverà presto al culmine, forse anche entro il periodo del raccolto 2022 (settembre/ottobre).

Preparati per il “penny to drop” tra le masse: aspettati uno shock dei prezzi, forse carenze e persino il razionamento.

So che questo messaggio è estremo, persino cospiratorio, ma la letteratura storica è disseminata di tali crolli, carenze, sofferenze e carestie, e risale a periodi storici in cui anche la maggioranza delle persone coltivava il proprio cibo.

C’è un crollo in entrata.

È integrato, quasi garantito, ed è completamente orchestrato dalle élite.

In che modo le masse gestiranno i silos che si stanno prosciugando o tutto il pollame verrà abbattuto (in nome dell'”influenza aviaria”)? Immagina il puro panico alla vista degli scaffali vuoti di un negozio di alimentari e quella consapevolezza che affonda di “e adesso?”.

Come pensi se la caverà la nostra moderna società fragile quando la tettarella di sostegno dello stato sarà rimossa? Sarà il caos. Veramente. Saccheggio, fuoco e morte. Ma è da queste ceneri che sorgerà il TPTB, e senza alcuna resistenza significativa saranno liberi di “ricostruire meglio” in qualsiasi ordine totalitario ritengano opportuno. Il 20-30% “fortunato” sopravvissuto, ora sconfitto e affamato dopo mesi/anni di lotte, conflitti e l’onnipresente minaccia della fame accetterà misericordiosamente qualsiasi regime proposto, non importa quanto draconiano, autoritario o arretrato, perché sicuramente batterà vedere i tuoi figli soffrire la fame.

Questo, almeno a me, sembra essere il loro piano. Non riesco a trovare altro ragionamento. Hanno gentilmente creato le sezioni della società per noi e ci hanno reso completamente dipendenti da loro, ma come una corsa a domino ora hanno innescato la prima e hanno creato una reazione a catena di disgregazione, un crollo a cui ora stanno pigramente e guardare senza un pensiero di intervento anche mentre la fame di massa incombe.


La primavera ritardata di Toronto

Come negli Stati Uniti, anche la primavera si sta rivelando una sorta di “no show” a nord del confine.

Prendendo Toronto come esempio, la capitale dell’Ontario è sul punto di battere un record storico.

Secondo la meteorologa di The Weather Network Rachel Modestino, se la città non raggiunge i -6.7℃ (20°F) entro il 3 maggio, quest’anno avrà visto gli ultimi 20°C (68°F) dal 1993 e, guardando le previsioni, ciò sembra altamente probabile.

Anche del tutto possibile, sempre secondo Modestino, è che Toronto non veda i suoi primi 20°F molto più avanti a maggio, il che minaccerebbe l’ultimo giorno di 20°C (68°F) di tutti i tempi della città, attualmente tenutosi entro il 19 maggio 1978.

“La prossima settimana sarà un lancio di dadi quando si tratta di 20°C (68°F), perché avremo bisogno di una pausa di sole con una brezza da sud per ottenerlo, ma le probabilità stanno iniziando a accumularsi contro di noi”, ha detto Modestino.


La Niña “Lotta per rompersi”, dovrebbe rimanere nell’inverno 2022-23

La Niña è un fenomeno oceanico e atmosferico che è la controparte più fredda di El Niño, come parte del più ampio modello climatico El Niño – Oscillazione meridionale: è degna di nota l’ultima previsione per una La Niña prolungata o “a doppia immersione”.

In breve, La Niña è caratterizzata da temperature oceaniche insolitamente fredde nel Pacifico equatoriale (regione 3.4). Il modello climatico tende a generare condizioni più fredde e più nevose in gran parte del Nord America, Europa e Asia e un clima più umido e tempestoso in Australia.

Il meteorologo Dennis Todey, direttore del Midwest Climate Hub dell’USDA ad Ames, afferma che gli esperti si aspettavano che La Niña svanisse questa primavera. Inoltre, le condizioni di La Niña sono iniziate a metà del 2020 e sono poi tornate a sorpresa alla fine del 2021 – con il famigerato tweet della NOAA “è tornata!” – ma per La Niña persistere fino al 2022 sarebbe qualcosa di davvero insolito.

Di seguito sono mostrate le temperature mensili della superficie del mare della regione 3.4.

Rivelato è 1) il primo “tuffo” di La Niña, 2) il ritorno alla fine del 2021 e 3) la nuova flessione a partire da marzo 2022, quando gli esperti ci hanno visto salire sopra la “soglia di La Niña”:

Anche il grafico delle anomalie di temperatura dell’oceano superiore mostra chiaramente il freddo prevalente, fino all’inizio di aprile:

Mentre l’ultima analisi di profondità ad alta risoluzione “sotto” le regioni ENSO conferma anche il ritorno di temperature più fredde del normale:

Guardando al futuro, la previsione ENSO del CFSv2 (mostrata sotto) prevede che l’attuale raffreddamento si estenda fino al 2022, forse anche fino all’inverno del 2022/2023, un raro evento freddo di 3 anni.

In Nord America, la caratteristica principale di un inverno La Niña è un sistema ad alta pressione persistente nel Pacifico settentrionale. Questo di solito vede la corrente a getto scendere da NW verso SE, portando con sé condizioni climatiche più fredde:

Mentre un’estate a La Niña tende a vedere il blocco del sistema ad alta pressione nel Pacifico settentrionale:

Tuttavia, sostengo che questi sono tempi climatici senza precedenti in cui stiamo entrando, guidati da una bassa attività solare storica, da cambiamenti elettromagnetici e da un aumento delle forzanti cosmologiche (come un afflusso di raggi cosmici) – in altre parole, è un aspettare e vedere …


Negli Stati Uniti la California meridionale dichiara la prima emergenza in assoluto per carenza d’acqua ed impone restrizioni senza precedenti


Oroville Dam, California, USA, il 24 aprile 2022. Credito: Copernicus EU/Sentinel-2, The Watchers

Source: Wednesday, April 27, 2022; articolo di The Watchers

I funzionari della California meridionale hanno dichiarato per la prima volta in assoluto un’emergenza per carenza d’acqua e hanno imposto restrizioni all’uso dell’acqua all’aperto senza precedenti a circa 6 milioni di persone.

Il Consiglio di amministrazione del Metropolitan Water District ha votato all’unanimità il 26 aprile 2022 per richiedere ai sei principali fornitori di acqua e alle dozzine di città e distretti locali che forniscono di imporre una delle due opzioni: limitare i residenti all’irrigazione all’aperto una volta alla settimana o ridurre l’acqua totale utilizzare al di sotto di un determinato target.1

“Al momento non abbiamo abbastanza risorse idriche per soddisfare la normale domanda. L’acqua non c’è”, ha detto la portavoce del Metropolitan Water District Rebecca Kimitch. “Questo è un territorio senza precedenti. Non abbiamo mai fatto niente di simile prima.”2

Mentre gli anni acquatici 2020 e 2021 hanno registrato il minor numero di precipitazioni mai registrate per due anni consecutivi, gennaio, febbraio e marzo di quest’anno sono stati i tre mesi più secchi nella storia dello stato registrata in termini di precipitazioni e nevicate

Inoltre, il lago Oroville, il principale bacino idrico dello State Water Project, ha raggiunto il punto più basso l’anno scorso da quando è stato riempito negli anni ’70.

Le restrizioni del Metropolitan Water District si applicano alle aree delle contee di Los Angeles, Ventura e San Bernardino che dipendono principalmente dall’acqua statale fornita attraverso il distretto, comprese alcune parti della città di Los Angeles.

I fornitori di acqua devono avere piani per sorvegliare i propri clienti e, se non riescono a imporre le restrizioni, potrebbero incorrere in multe di $ 2.000 per ogni piede acro in più di acqua che supera i limiti di assegnazione mensile, a partire da giugno, secondo Metropolitan.3

L’intero stato della California è in una qualche forma di condizioni di siccità, con il 40% in condizioni di siccità estreme o eccezionali, a partire dal 21 aprile.


Credito immagine: US Drought Monitor
Riferimenti:
  • 1 The Metropolitan Water District of Southern California – Board Action – 26 aprile 2022
  • 2 milioni di persone devono ridurre il consumo di acqua nella California colpita dalla siccità – AP – 27 aprile 2022
  • 3 6 milioni di californiani del sud devono affrontare un ordine senza precedenti per la conservazione dell’acqua – CalMatters – 26 aprile 2022

Una forte grandinata colpisce il nord del Kashmir, causando ingenti danni al raccolto


Credito immagine: Sheikh Junaid

Source: Wednesday, April 27, 2022; articolo di The Watchers

Una forte grandinata ha colpito parti del Kashmir settentrionale il 25 aprile 2022, causando gravi danni a frutteti, colture in piedi, ortaggi e alberelli di risone. Questa è la seconda grandinata dannosa che colpisce la regione questo mese.

Secondo i funzionari del Dipartimento dell’orticoltura, la grandinata ha in gran parte colpito aree come Pattan, Tangmarg, Kulgam, Baramulla e Mawer, Handwara danneggiando frutteti e colture in piedi.1

“Secondo i dati iniziali, la perdita causata nei frutteti varia dal 5% al ​​30%. Finora, abbiamo i dati di 14 villaggi che sono stati colpiti a causa della grandinata”, ha affermato il direttore generale dell’orticoltura del Kashmir, Ajaz Ahmad Bhat.2

Mentre le varietà di mele sono nelle prime fasi di formazione, la ciliegia, l’albicocca, la pesca, la pera e altre varietà precoci hanno iniziato a maturare, causando così maggiori danni al raccolto di frutta.

Le forti piogge e le grandinate il 14 aprile hanno danneggiato i frutteti di mele nelle aree di Pattan e Tangmarg nel Kashmir settentrionale.

A causa di quella grandinata, i frutteti di Sherpora, Mamoosa, Kanloo, Babagund, Sari, Nehalpora, Lalpora Kunzer, Lalpora Tangmarg, Dobiwan e Pinjoora hanno subito danni. Il danno è stato di circa il 20-25% in queste aree, come da dati ufficiali.

I frutteti in alcune delle zone più colpite ritengono che i loro raccolti di mandorle, ciliegi e mele abbiano subito danni irreparabili a causa di queste cicliche grandinate.

Riferimenti:
  • 1 La massiccia grandinata distrugge i raccolti, provoca il caos in alcune parti del Kashmir – Rising Kashmir – 26 aprile 2022
  • 2 La grandinata nel nord del Kashmir danneggia i frutteti – The Hindustan Times – 27 aprile 2022

Una forte grandinata colpisce il nord del Kashmir, causando ingenti danni al raccolto


Source: Wednesday, April 27, 2022; articolo di The Watchers

Tra l’impennata dei prezzi dei generi alimentari e la carenza di mangimi, la guerra in Ucraina ha scosso il settore agroalimentare dell’UE e ha riportato alla ribalta una questione secolare: la sicurezza alimentare.

Questo perché Russia e Ucraina sono due delle più grandi potenze agricole del mondo. Insieme, forniscono più di un terzo del grano e dell’orzo del mondo e oltre la metà del mais, dell’olio di girasole e dei semi del mondo.

In questo video esplicativo, il team agroalimentare di EURACTIV dà un’occhiata più da vicino a cosa sta succedendo in materia di sicurezza alimentare.


Video cortesia EURACTIV

La Cina conferma il primo caso umano conosciuto del ceppo H3N8 dell’influenza aviaria


Credito immagine: Kashif Mardani

Source: Wednesday, April 27, 2022; articolo di The Watchers

La Cina ha confermato il primo caso umano conosciuto del ceppo di influenza aviaria H3N8 il 26 aprile 2022.

Secondo la Commissione sanitaria nazionale cinese, un bambino di quattro anni che vive nella provincia centrale di Henan è risultato positivo al ceppo dopo essere stato ricoverato in ospedale all’inizio di questo mese con febbre e altri sintomi.

L’NHC ha affermato che la famiglia del ragazzo allevava polli in casa e viveva in un’area popolata da anatre selvatiche, aggiungendo che il ragazzo è stato infettato direttamente dagli uccelli e che il ceppo non ha la capacità di infettare efficacemente gli esseri umani.1

I test sugli stretti contatti umani del ragazzo non hanno riscontrato anomalie.

NHC ha affermato che il caso è stato una trasmissione incrociata una tantum e il rischio di una trasmissione su larga scala è basso.

Le analisi della sequenza dell’intero genoma indicano che il virus H3N8 in questo caso umano è un riassortimento, con geni di virus che sono stati rilevati in precedenza nel pollame e negli uccelli selvatici, ha affermato Nicola Lewis, esperto di influenza presso il Royal Veterinary College in Gran Bretagna.2

Riferimenti:
  • 1 La Cina rileva il primo caso umano di influenza aviaria H3N8 – AFP – 27 aprile 2022
  • 2 La Cina segnala il primo caso umano di influenza aviaria H3N8 – Reuters – 27 aprile 2022

I TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno stanno stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare ‘in piena regola’ alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come “il più debole degli ultimi 200 anni“, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale qui.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: