Se controlli l’approvvigionamento alimentare, controlli tutto

L’ONU prevede un’economia di comando globale

Source: August 9, 2022; by Robert W Malone MD, MS

Ho passato il pomeriggio a leggere l’agenda 2030 dell’ONU, con i suoi 17 obiettivi e 169 obiettivi. Questa è un’agenda che le Nazioni Unite stanno lavorando per costruire dal 1992.

Francamente, è stato terrificante. Il mio pensiero da portare via era che una volta eliminati dal testo gli unicorni e le farfalle, questo documento di consenso unilaterale si legge come un manifesto comunista aggiornato.

Ciò è particolarmente rilevante perché, sebbene l’Agenda 2030 non sia uno strumento giuridicamente vincolante, le Convenzioni e i Patti regionali e internazionali sui diritti umani al centro dell’Agenda 2030 sono, di fatto, strumenti vincolanti del diritto internazionale. Quindi, per ora, possiamo insistere affinché i nostri politici combattano contro gli aspetti più draconiani dell’Agenda 2030.

Ora, a prima vista, la maggior parte dei 169 obiettivi dell’Agenda 21 sono piuttosto “sfocati”, obiettivi estremamente ingenui. Sono gli obiettivi di un governo di economia di comando, non un’organizzazione per la pace nel mondo! Francamente, sono gli obiettivi di un modello di governo fallito. Un modello che è stato provato più e più volte.

Definizione: un’economia di comando è un sistema in cui un governo centrale prende tutte le decisioni economiche. O il governo o un collettivo possiede la terra ed i mezzi di produzione.

Ma facciamo un passo indietro all’inizio delle Nazioni Unite (ONU). Dopo la seconda guerra mondiale, le Nazioni Unite sono state sviluppate da un certo numero di nazioni per porre fine alle guerre e mantenere la pace nel mondo. Lentamente, nel tempo, 193 nazioni sono diventate membri.

Si è trasformato in un’organizzazione leviatana; con tentacoli che raggiungono tutte le nazioni membri. I suoi vari accordi e obiettivi hanno dettami riguardanti l’economia, la salute, la povertà, la migrazione, la salute “riproduttiva”, i sistemi monetari, gli ID digitali, i controlli ambientali, il controllo dei mercati agricoli, il salario di sussistenza universale in tutto il mondo, i sistemi governativi, ecc.

L’ONU ha partnership e accordi strategici con i paesi membri, centinaia di organizzazioni non governative, come la Bill and Melinda Gates Foundation, la Banca Mondiale e il World Economic Forum. Ha sviluppato molte organizzazioni di prole, come l’UNESCO e l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS.

L’ONU ha firmato accordi strategici con tutte le principali organizzazioni e potenze mondiali per realizzare una visione utopica del mondo che include un potere di governo globale che garantirà assenza di povertà, discriminazione, assistenza sanitaria universale e assistenza riproduttiva, nessuna energia sporca, nessuna disparità nella distribuzione di cibo, un salario di sussistenza e un’inversione del cambiamento climatico mediante l’intervento delle Nazioni Unite sui paesi membri. Fondamentalmente un nuovo ordine mondiale, con funzionari non eletti al controllo.

Non basta più lavorare per la pace nel mondo, ora stanno svolgendo il ruolo di un governo globalizzato. Ha molti, molti firmatari di trattati e accordi strategici con i suoi paesi membri. Questi accordi includono dichiarazioni secondo cui i governi non faranno nulla che andrebbe contro l’agenda 2030 delle Nazioni Unite. Ciò include “equità” per tutti. Cioè, un salario di sussistenza universale.

Onestamente, c’è da chiedersi cosa stesse pensando il governo degli Stati Uniti quando ha firmato questi accordi? È come se il governo degli Stati Uniti avesse appena deciso di cedere la sovranità alle Nazioni Unite!

[Mentre il governo italiano, essendo una colonia anglo-americana dalla fine della seconda guerra mondiale, con gli accordi segretati di Cassibile, DEVE assoggettarsi in buon ordine ad ogni dettame del governo americano, anche contro gli stessi interessi italiani, in Italia e nel mondo. ndr.]

Ma non limitarti a credermi sulla parola, prendiamo invece citazioni dirette dai loro 169 obiettivi nella loro più recente e più grande iniziativa “Agenda 2030”:

Ricorda: questi obiettivi devono essere a livello GLOBALE entro il 2030 e le nazioni membri devono garantire che questi obiettivi non vengano vanificati. Questi sono solo alcuni degli obiettivi che si trovano nell’Agenda 2030 e non coprono altri accordi strategici firmati dai paesi membri dell’ONU:

L’elenco di 17 obiettivi di sviluppo sostenibile e 169 obiettivi

  • Garantire una mobilitazione significativa di risorse da una varietà di fonti, anche attraverso una cooperazione allo sviluppo rafforzata, al fine di fornire mezzi adeguati e prevedibili ai paesi in via di sviluppo, in particolare i paesi meno sviluppati, per attuare programmi e politiche per porre fine alla povertà in tutte le sue dimensioni.
  • Creare solidi quadri politici a livello nazionale, regionale e internazionale, basati su strategie di sviluppo a favore dei poveri e sensibili al genere, per sostenere investimenti accelerati in azioni di eradicazione della povertà, protezione a causa dei conflitti.
  • Correggere e prevenire le restrizioni commerciali e le distorsioni nei mercati agricoli mondiali, anche attraverso l’eliminazione parallela di tutte le forme di sussidi all’esportazione agricola e di tutte le misure all’esportazione con effetto equivalente, in conformità con il mandato del Doha Development Round.
  • Adottare misure per garantire il corretto funzionamento dei mercati delle materie prime alimentari e dei loro derivati ​​e facilitare l’accesso tempestivo alle informazioni di mercato, comprese le riserve alimentari, al fine di limitare l’estrema volatilità dei prezzi dei generi alimentari.
  • Entro il 2030, garantire l’accesso universale ai servizi di assistenza sanitaria sessuale e riproduttiva, anche per la pianificazione familiare, l’informazione e l’istruzione, e l’integrazione della salute riproduttiva nelle strategie e nei programmi nazionali.
  • Ottenere una copertura sanitaria universale, compresa la protezione dai rischi finanziari, l’accesso a servizi sanitari essenziali di qualità e l’accesso a medicinali e vaccini essenziali sicuri, efficaci, di qualità e convenienti per tutti.
  • Sostenere la ricerca e lo sviluppo di vaccini e medicinali per le malattie trasmissibili e non trasmissibili che colpiscono principalmente i paesi in via di sviluppo, fornire accesso a medicinali e vaccini essenziali a prezzi accessibili, in conformità con la Dichiarazione di Doha sull’Accordo TRIPS e la sanità pubblica, che afferma il diritto di sviluppare paesi a utilizzare appieno le disposizioni dell’Accordo sugli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio in materia di flessibilità per proteggere la salute pubblica e, in particolare, fornire a tutti l’accesso ai medicinali.
  • Entro il 2030, garantire che tutte le ragazze e i ragazzi completino un’istruzione primaria e secondaria gratuita, equa e di qualità che porti a risultati di apprendimento pertinenti ed efficaci per l’obiettivo 4.
  • Entro il 2030 garantire parità di accesso per tutte le donne e gli uomini a un’istruzione tecnica, professionale e terziaria a prezzi accessibili e di qualità, compresa l’università.
  • Entro il 2030, garantire che tutti i discenti acquisiscano le conoscenze e le competenze necessarie per promuovere lo sviluppo sostenibile, anche attraverso l’educazione allo sviluppo sostenibile e stili di vita sostenibili, i diritti umani, l’uguaglianza di genere, la promozione di una cultura di pace e non violenza, cittadinanza e valorizzazione della diversità culturale e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile.
  • Garantire l’accesso universale alla salute sessuale e riproduttiva e ai diritti riproduttivi come concordato in conformità con il Programma d’azione della Conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo e la Piattaforma d’azione di Pechino e i documenti di esito delle loro conferenze di revisione.
  • Entro il 2030, raggiungere un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutte le donne e gli uomini, compresi i giovani e le persone con disabilità, e la parità di retribuzione per un lavoro di pari valore (nota mia – sì, questo significa un’economia di comando – ergo comunismo RM).
  • Garantire pari opportunità e ridurre le disuguaglianze di risultato, anche eliminando leggi, politiche e pratiche discriminatorie e promuovendo legislazioni, politiche e azioni appropriate a tale riguardo.
  • Adottare politiche, in particolare fiscali, salariali e di protezione sociale, e raggiungere progressivamente una maggiore uguaglianza.
  • Migliorare la regolamentazione e il monitoraggio dei mercati finanziari e delle istituzioni globali e rafforzare l’attuazione di tali regolamenti.
  • Facilitare la migrazione e la mobilità delle persone ordinate, sicure, regolari e responsabili, anche attraverso l’attuazione di politiche migratorie pianificate e ben gestite.
  • Entro il 2030 garantire a tutti l’accesso a alloggi e servizi di base adeguati, sicuri e convenienti e riqualificare le baraccopoli.
  • Entro il 2030 fornire a tutti l’accesso a sistemi di trasporto sicuri, abbordabili, accessibili e sostenibili, migliorando la sicurezza stradale, in particolare ampliando i trasporti pubblici, con un’attenzione particolare alle esigenze delle persone in situazioni vulnerabili, donne, bambini, persone con disabilità e anziani.
  • Entro il 2030, migliorare l’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e la capacità di pianificazione e gestione partecipativa, integrata e sostenibile degli insediamenti umani in tutti i paesi.
  • Sostenere legami economici, sociali e ambientali positivi tra le aree urbane, peri-urbane e rurali rafforzando la pianificazione dello sviluppo nazionale e regionale.
  • Entro il 2030, aumentare sostanzialmente il numero di città e insediamenti umani che adottano e attuano politiche e piani integrati per l’inclusione, l’efficienza delle risorse, la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici.
  • Razionalizzare i sussidi inefficienti ai combustibili fossili che incoraggiano il consumo dispendioso eliminando le distorsioni del mercato, in conformità con le circostanze nazionali, anche ristrutturando la tassazione ed eliminando gradualmente tali sussidi dannosi, ove esistenti, per riflettere il loro impatto ambientale, tenendo pienamente conto delle esigenze specifiche e condizioni dei paesi in via di sviluppo e riducendo al minimo i possibili impatti negativi sul loro sviluppo in modo da proteggere i poveri e le comunità colpite.
  • I paesi sviluppati ad attuare pienamente i loro impegni ufficiali di assistenza allo sviluppo, compreso l’impegno di molti paesi sviluppati a raggiungere l’obiettivo dello 0,7 per cento dell’APS/RNL ai paesi in via di sviluppo e dello 0,15-0,20 per cento dell’APS/RNL ai paesi meno sviluppati sono fornitori di APS incoraggiati a prendere in considerazione la definizione di un obiettivo per fornire almeno lo 0,20 per cento dell’APS/RNL ai paesi meno sviluppati.
  • Sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti a tutti i livelli.
  • Garantire un processo decisionale reattivo, inclusivo, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli.
  • Ampliare e rafforzare la partecipazione dei paesi in via di sviluppo alle istituzioni di governance globale.
  • Entro il 2030, fornire identità legale a tutti, inclusa la registrazione delle nascite.

Ora, molti di questi sono obiettivi legittimi, MA per una nazione, non come governo mondiale.

L’ONU ha oltrepassato il limite.

Robert W Malone MD, MS


Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: