Strano magnetismo solare

  • L’inizio più debole della stagione degli uragani atlantici in 30 anni;
  • Strano magnetismo solare
  • Giornalismo inverso

L’inizio più debole della stagione degli uragani atlantici in 30 anni

Source: ; by Cap Allon

A maggio, il Climate Prediction Center della NOAA aveva previsto un “anno di attività degli uragani sopra la media”. Le prospettive dell’agenzia per la stagione degli uragani atlantici 2022, che si estende dal 1 giugno al 30 novembre, vedevano una probabilità del 65% di una stagione sopra la norma, una probabilità del 25% di una stagione quasi normale e una probabilità del 10% di una stagione normale inferiore.

NOAA’s 2022 Hurricane Outlook

Per la stagione degli uragani atlantici del 2022, la NOAA prevedeva fino a 21 tempeste con nome (venti di 39 mph o superiori), di cui 10 potrebbero diventare uragani (venti di 74 mph o superiori), inclusi fino a 6 grandi uragani (categoria 3, 4 o 5; con venti di 111 mph o superiori). NOAA ha fornito a questi intervalli una confidenza del 70%.

Tali previsioni tradizionali, tuttavia, sono sempre basate su un’ipotesi di riscaldamento globale fallimentare, una narrativa che richiede temperature globali in aumento linearmente, meno nevicate e maggiori tempeste.

Inoltre, e per placare i loro sostenitori dell’AGW Party, artisti del calibro di NOAA evitano completamente la più grande forzatura di tutti – l’attività solare – e, di conseguenza, la realtà dimostra regolarmente che le loro previsioni e prospettive sono spettacolarmente sbagliate, che si tratti di temperatura, nevicate o , come in questo caso, gli uragani.

Ora è fine agosto del 2022 e la stagione degli uragani atlantici dell’anno è stata la ‘non partita’ più lenta degli ultimi 30 anni, anche di più secondo altri parametri (ne parlerò di seguito). Non solo la NOAA viene smentita, ma, ancora una volta, viene smentita in modo spettacolare.

I potenti uragani durano giorni e consentono un massiccio trasferimento di energia (ribilanciamento della carica) tra la ionosfera e la superficie terrestre. Quindi la principale fonte energetica per i grandi uragani è la differenza di potenziale elettrico tra la Terra e la sua ionosfera. Ridotta attività solare significa una ionosfera meno (positivamente) carica, il che significa una ridotta differenza di potenziale elettrico tra la ionosfera e la Terra, il che significa uragani di categoria 5 meno frequenti.

La NOAA non sembra capirlo, almeno non esprimono questa comprensione pubblicamente, da qui la loro previsione del 10% per una stagione degli uragani inferiore alla media durante un periodo di attività solare storicamente bassa (la più bassa combinata degli ultimi 200 anni).

Una metrica chiave utilizzata dai meteorologi per misurare l’attività di una stagione è diventata piatta. A partire dal 20 agosto, l”indice ACE’ della stagione degli uragani del 2022 è il più basso di qualsiasi anno dal 1992, secondo Kim Wood, professore associato alla Mississippi State University:

Inoltre, e come sottolineato su Twitter dallo scienziato tropicale Phil Klotzbach della Colorado State University, questa è anche la prima volta in 40 anni che nessuna tempesta denominata si è formata tra il 3 luglio e il 22 agosto nel bacino atlantico:

Tieni presente, tuttavia, che una stagione degli uragani che inizia lentamente non significa necessariamente che il resto della stagione sarà un disastro.

Tra le altre cinque stagioni nell’era satellitare (dal 1966) che erano considerate partenze lente (come mostrato nel tweet del dottor Wood) una era il 1992, eppure il 22 agosto 1992, “Andrew” divenne un uragano e si schiantò nel sud della Florida; prima di allora, dopo il lento inizio del 1988, “Gilbert” si è trasformato nel più intenso uragano del bacino atlantico dell’epoca prima di colpire Cancún e il Messico nord-orientale; mentre gli uragani “Diana”, “Anita” e “Beulah” si sono sviluppati ciascuno poco dopo il sonno di inizio stagione rispettivamente nel 1984, 1977 e 1967.

Il tempo lo dirà, come tende a fare, ma finora, a fine agosto, i NOAA si sono rivelati sbagliati in modo spettacolare.

Indice ACE “linea piatta”: 2022 (linea verde) rispetto alle altre stagioni con meno del 50% dell’ACE medio fino al 20 agosto (linee rosse).

Strano magnetismo solare

L’attività solare è stata tranquilla negli ultimi giorni, in particolare dato che ci stiamo avvicinando al massimo solare (entro il ciclo di 11 anni) che dovrebbe raggiungere il picco nel 2024.

E salvo qualche piccolo bagliore, si prevede che il tempo spaziale rimarrà calmo per il momento, almeno per la prossima settimana circa; non ci sono CME in arrivo e il prossimo flusso di vento solare non dovrebbe raggiungere la Terra fino al 29 agosto.

Nonostante la quiete, una nuova macchia solare (provvisoriamente numerata AR3088) sta emergendo nell’emisfero meridionale del sole; tuttavia, qualcosa non va: gli osservatori hanno notato che il suo campo magnetico non è normale:

La macchia solare, come mostrato nella precedente mappa dei campi magnetici del Solar Dynamics Observatory, dovrebbe avere i suoi poli magnetici disposti +/-, cioè positivo (+) a sinistra e negativo (-) a destra. Invece, però, e andando contro la legge di Hale, vengono ruotati di 90 gradi con positivo (+) in alto e negativo (-) in basso.

Questa è una rara “macchia solare perpendicolare”, con poli magnetici ortogonali all’equatore del sole.

Cosa sta succedendo?

“Qualcosa di insolito potrebbe accadere alla dinamo magnetica del sole sotto la superficie dove sta crescendo questa macchia solare”, postula il dottor Tony Philips di spaceweather.com. “Terremo d’occhio AR3088 per vedere cosa succede dopo”, conclude.

Resta sintonizzato per gli aggiornamenti.


Giornalismo inverso

Source: August 25, 2022 by tonyheller

Gli Stati Uniti sudoccidentali sono inondati da livelli storici di pioggia e la stampa continua a sostenere che i fiumi si sono prosciugati a causa della combustione di combustibili fossili.

TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).

Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare in piena regola alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come il più debole degli ultimi 200 anni, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale QUI.

Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

2 pensieri riguardo “Strano magnetismo solare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: