L’Antartide precipita a -80,5°C

  • L’inverno australiano è stato più freddo della media;
  • L’Antartide precipita a -80,5°C (-112,9°F)
  • L’estate “storicamente fredda” dell’Islanda;

L’inverno australiano è stato più freddo della media

Il Bureau of Meteorology dell’Australia non è una fonte affidabile, le loro previsioni “calorose” vengono regolarmente smentite.

Tuttavia, nonostante il “gonfiaggio”, nonostante il BoM affermi che l’Australia ha vissuto un mese di agosto più caldo della media, l’inverno del continente è terminato “ufficialmente” di -0,03 °C al di sotto della norma multidecennale (al di sotto della base 1991-2020, da esatto).

Il freddo è continuato anche in primavera.

Negli ultimi giorni, i record di bassa temperatura di lunga data sono stati rovesciati in tutto il paese, da est a ovest:

Nota anche i record di precipitazioni cadute di recente nella parte superiore del grafico.

Le precipitazioni ad agosto sono terminate del 34% al di sopra della media:

– Una realtà che stride ancora una volta con quanto predetto da “The Science”.

Nel 2007, l’allarmista climatico professionista Tim Flannery ha affermato: “Nemmeno la pioggia che cade in realtà riempirà le nostre dighe”.

Anche Flannery ha detto questo…

…con il sotto che è la realtà, e alla fine della stagione estiva 2022, nientemeno.

Il volume/spessore del ghiaccio marino artico, una misura migliore di tale entità, si è mantenuto entro l’intervallo normale per tutto l’anno e ha assistito a un netto aumento rispetto al 2019, 2020 e 2021 per attestarsi al livello più alto dal 2008.

[DMI]

L’Antartide precipita a -80,5°C (-112,9°F)

Venerdì, al Dome Fuji AWS è stato raggiunto un minimo di -80,5°C (-112,9°F), la temperatura più fredda del 2022 a livello globale e una lettura non troppo lontana dalla temperatura più fredda mai registrata dalla stazione: -83°C (-117,4°F) fissato il 13 settembre 2015.

L’ipotesi AGW è fallita.

Questo è chiaro a tutti ma rimane impossibile da percepire per gli indottrinati.

Altrettanto evidente: è necessaria una nuova ipotesi.


L’estate “storicamente fredda” dell’Islanda

La temperatura più alta della stagione a Reykjavík, ad esempio, è stata di soli 17,9°C (64,2°F), registrata il 10 giugno: questa è stata la temperatura massima estiva più bassa della capitale dal 2001.

In tutto il paese, ci sono stati 27 giorni in cui la temperatura ha superato i 20°C (68°F), molto meno dei 57 registrati l’anno scorso.

Anche le nevicate persistenti sono state un tema, con accumuli notati a giugno, luglio e agosto, un’impresa molto rara.

L’estate fredda e nevosa dell’Islanda ha anche portato a uno scioglimento dei ghiacciai ben al di sotto della media, simile alla Groenlandia, che in realtà si tradurrà in un aumento netto del bilancio di massa:

Per ulteriori informazioni sulla Groenlandia:


2 pensieri riguardo “L’Antartide precipita a -80,5°C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: