I nuovi vaccini contro il COVID sono stati testati solo sui topi


La storia in breve
  • Il 31 agosto 2022, la Food and Drug Administration statunitense ha autorizzato i booster bivalenti di Pfizer e Moderna, che saranno disponibili per coloro che hanno ricevuto la serie primaria a due dosi
  • Pfizer sta rilasciando un’iniezione bivalente mirata alle sottovarianti Omicron BA.4 e BA.5, che sono le due attualmente in circolazione. Il booster bivalente di Moderna prende di mira il già estinto ceppo Wuhan e la sottovariante Omicron BA.1
  • I booster COVID riformulati verranno lanciati senza dati sulla sicurezza o sull’efficacia provenienti da studi sull’uomo. Stanno ricevendo il via libera sulla base dei dati sugli anticorpi dei soli topi, anche se i livelli di anticorpi non ci dicono nulla sull’efficacia
  • Secondo la FDA, il profilo di reattogenicità del vaccino riformulato di Pfizer è “nel complesso simile al prototipo del vaccino BNT162b2” e i dati VAERS dimostrano che non è certo un punto di forza
  • Questo autunno, le agenzie sanitarie promuoveranno anche il vaccino antinfluenzale stagionale e tutti i vaccini antinfluenzali saranno quadrivalenti quest’anno, il che significa che contengono antigeni contro quattro ceppi influenzali. Gli anziani possono essere maggiormente a rischio di danno da vaccino, poiché riceveranno un vaccino antinfluenzale quadrivalente ad alte dosi

Il 23 agosto 2022, Pfizer e Moderna hanno presentato le rispettive richieste di autorizzazione alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti.1 Pfizer sta rilasciando un’iniezione bivalente mirata alle sottovarianti di Omicron BA.4 e BA.5, che sono le due attualmente in circolazione, mentre l’iniezione di Moderna prende di mira il già estinto ceppo Wuhan e la sottovariante Omicron BA.1.2

Il 31 agosto la FDA ha autorizzato entrambi.3 I booster bivalenti saranno disponibili solo per coloro che hanno già ricevuto la serie primaria a due dosi e/o un booster monovalente almeno due mesi fa. Secondo la FDA:4

«Il vaccino Moderna COVID-19, bivalente, è autorizzato per l’uso come dose singola di richiamo in soggetti di età pari o superiore a 18 anni. Il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19, bivalente, è autorizzato per l’uso come dose singola di richiamo in soggetti di età pari o superiore a 12 anni…

Con l’autorizzazione odierna, i vaccini monovalenti mRNA COVID-19 non sono autorizzati come dosi di richiamo per soggetti di età pari o superiore a 12 anni… Questi vaccini monovalenti continuano ad essere autorizzati all’uso per la somministrazione di una serie primaria per soggetti di età pari o superiore a 6 mesi e più vecchio…

Gli individui di età pari o superiore a 18 anni possono beneficiare di una singola dose di richiamo del vaccino Moderna COVID-19, bivalente se sono trascorsi almeno due mesi da quando hanno completato la vaccinazione primaria o hanno ricevuto la dose di richiamo più recente con qualsiasi farmaco autorizzato o approvato vaccino monovalente COVID-19.

Gli individui di età pari o superiore a 12 anni possono beneficiare di una singola dose di richiamo del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19, bivalente se sono trascorsi almeno due mesi da quando hanno completato la vaccinazione primaria o hanno ricevuto la dose di richiamo più recente con qualsiasi o vaccino monovalente approvato per il COVID-19.»

I booster riformulati saranno disponibili non appena i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie daranno il loro ok.5,6 Per la cronaca, tutti i booster, compresi questi, sono ancora soggetti solo all’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA), quindi i produttori non hanno alcuna responsabilità per lesioni e i colpi riformulati vengono rilasciati in base ai livelli di anticorpi nei soli topi.


Molti stanno rinunciando ai booster senza fine

Secondo il New York Times:7

«L’amministrazione Biden ha lottato per convincere gli americani della necessità di vaccinazioni successive. Solo a circa due terzi della popolazione è stata inoculata la serie primaria di due iniezioni e molto meno hanno ricevuto dosi di richiamo.»

Secondo le ultime statistiche dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie,8 262.643.277 americani hanno ricevuto almeno un vaccino COVID (79,1% della popolazione totale); 108.540.822 hanno ricevuto una prima dose di richiamo (48,5%) e 36.323.498 hanno assunto una seconda dose di richiamo (33,7%).

Ma aspetta, c’è di più. Come meglio possiamo dire, non ti sarà permesso di ricevere questo vaccino COVID “nuovo e migliorato” a meno che tu non abbia già avuto i tuoi due vaccini iniziali e non sia stato potenziato due volte. Semplicemente non ti qualificherai, poiché vogliono che tutti ottengano quante più proteine ​​​​spike possibile. Non lo sapremo con certezza, però, fino a quando il CDC si riunirà questa settimana per decidere.

Il fatto che molte meno persone continuino con la follia del booster è un buon segno, poiché suggerisce che le persone si stanno finalmente rendendo conto che i vaccini di COVID non sono sicuri e/o efficaci. L’intero scopo di un vaccino è renderti immune da infezioni future e ottenere un richiamo ogni tre o sei mesi parla chiaramente del fallimento di queste iniezioni nel fornire una protezione utile.

La maggior parte dei casi di COVID, in particolare le infezioni gravi, si verificano ora anche tra i “vaccinati”, il che mina ulteriormente il loro fascino. Solo i più sottoposti al lavaggio del cervello non riescono a ripensare dopo aver avuto il COVID due o tre volte nonostante siano stati completamente sottoposti a vaccini e potenziati, cosa che oggi non è un evento raro.

Secondo MSN,9 il 40% degli americani ricoverati in ospedale con una sotto-variante SARS-CoV-2 sono completamente sottoposti a vaccinazione e potenziamento. Anche le statistiche sull’eccesso di mortalità raccontano una storia, con l’eccesso di mortalità per tutte le cause corretto per l’età (decessi al di sopra della norma prevista) che è quasi triplicato dall’introduzione dei vaccini COVID a metà dicembre 2020.10,11


Le prestazioni del vaccino non dipendono dalla frequenza di utilizzo

Resta da vedere come il governo e i media intendono costringere le persone a continuare con questa strategia chiaramente fallita, ma se The Atlantic è un’indicazione, possiamo aspettarci che prevalgano i doppi discorsi orwelliani e l’emotività irrazionale.

Secondo The Atlantic,12 “Le prestazioni del vaccino … dipendono da come e quanto spesso vengono utilizzati i vaccini stessi. Più persone prendono le dosi, meglio funzioneranno”. Questa è semplicemente una propaganda palese e oltraggiosa il cui unico scopo è aumentare l’adozione del vaccino COVID. Come notato da un utente di Twitter,13 questa è una vera sciocchezza, perché “Le prestazioni di un «vaccino» non dovrebbero avere NIENTE a che fare con tutti gli ALTRI che lo prendono”.

Anche l’affermazione che le prestazioni del vaccino dipendono dalla “frequenza” con cui vengono assunti è chiaramente fuorviante se non addirittura falsa. Nessun vaccino nella storia è dipeso dai richiami più volte all’anno, a tempo indeterminato. Non è così che funzionano i veri vaccini. Storicamente, le dosi di richiamo del vaccino sono distanziate di anni l’una dall’altra, se necessario.


La nuova formulazione è testata solo sui topi

Come accennato in precedenza, i vaccini riformulati verranno lanciati molto prima che diventino disponibili dati provenienti da studi sull’uomo.14 Come riportato da The Atlantic,15 stanno ricevendo il via libera sulla base dei dati sugli anticorpi dei soli topi.16 Anche se questo, per anni, è stato il protocollo di approvazione per i vaccini antinfluenzali, questi vaccini di mRNA non sono affatto vaccini comuni.

Non abbiamo alcun dato a lungo termine su di loro, ma a breve termine, le riprese originali del COVID hanno portato alla registrazione di 1.390.594 segnalazioni di eventi avversi con il sistema di segnalazione degli eventi avversi dei vaccini degli Stati Uniti (VAERS, dati al 19 agosto, 202217).

Ciò include 134.245 visite di cure urgenti, 174.371 ricoveri e 30.479 decessi e, a causa della diffusa sottostima, è necessario moltiplicare quei numeri per sottostimare il fattore 41 (o più) per avere un’idea del vero impatto. Se fai i conti, scoprirai rapidamente che i vaccini COVID sono stati la causa di morte n. 1 negli ultimi due anni, superando di gran lunga gli attacchi di cuore e i tumori che non erano correlati al vaccino.

Secondo la FDA, il profilo di reattogenicità del vaccino riformulato è “nel complesso simile al prototipo del vaccino BNT162b2” e, come puoi vedere dai dati VAERS, non è certo un punto di forza.

Tutti questi effetti sono stati spazzati via sotto il tappeto e liquidati come estranei ai vaccini, e ora rilasceranno colpi di mRNA riformulati basati su nient’altro che dati sugli anticorpi del topo! È stato detto prima, ma vale la pena ribadire che i livelli di anticorpi non ci dicono nulla sull’efficacia.

Ricordiamo: i test sugli anticorpi sono stati scoraggiati durante la pandemia come mezzo per determinare se il vaccino contro il COVID fornisce protezione.18 Perché? Perché il tuo livello di anticorpi non può dirti se sei protetto contro infezioni, malattie sintomatiche e malattie gravi.

È lo stesso qui. I livelli di anticorpi in risposta all’iniezione di COVID non ci dicono nulla sulla sua capacità di proteggere da infezioni e malattie gravi o morte. Nel classico doppio linguaggio orwelliano, affermano che se i livelli di anticorpi sono alti dopo l’iniezione in un ambiente di prova, è una prova di efficacia. Ma non perdere tempo a misurare il tuo livello di anticorpi, perché questo non ti dirà nulla sulla tua protezione immunitaria.


Il booster bivalente sarà almeno reattivo come l’originale

Tante cose possono andare storte a questo punto, mi vengono i brividi a fare previsioni. Secondo la FDA, il profilo di reattogenicità del vaccino riformulato è “nel complesso simile al prototipo del vaccino BNT162b2”19 e, come puoi vedere dai dati VAERS, non è certo un punto di forza.

The Atlantic, tuttavia, minimizza la situazione concentrandosi solo sul fatto che non avremo alcun dato sull’efficacia con cui invogliare e persuadere il pubblico a prendere più di questi devastanti inoculazioni di terapia genica sperimentale:20

«…la scorciatoia introduce un intoppo: “Non sappiamo ancora nulla dell’efficacia o dell’efficacia di questi vaccini incentrati su Omicron”, ha detto il vaccinologo della Mayo Clinic Gregory, Polonia. I ricercatori non possono essere sicuri del grado in cui i vaccini miglioreranno la ricetta originale.

E i funzionari della sanità pubblica non saranno in grado di sfruttare i numeri concreti e confortanti che sono stati associati a quasi ogni altro vaccino che è stato distribuito.

Invece, le comunicazioni dipenderanno da “quanta fiducia hai nelle informazioni che stai ricevendo dal governo”, mi ha detto Wallace [ricercatore di salute pubblica Deshira] dell’UNC”. E questo è molto difficile in questo momento.»


Come Pfizer ha nascosto gravi effetti collaterali

Per quanto riguarda la sicurezza, le autorità sanitarie affermano che i vaccini COVID originali sono già stati “dimostrati” sicuri, quindi il CDC e la FDA ci dicono che non hanno bisogno di dati di sperimentazione umana per autorizzare i booster riformulati.

Non solo i dati VAERS negano tali affermazioni, ma non abbiamo nemmeno ancora tutti i dati delle prove originali e quello che abbiamo è oltre il terrificante. Come riportato da Children’s Health Defense (CHD) nel giugno 2022, documenti FOIA rilasciati per ordine del tribunale rivelano che Pfizer ha classificato quasi tutte le reazioni gravi nei suoi processi come non correlate al vaccino:21

Il CHD continua elencando una serie di esempi dai case report di Pfizer in cui i partecipanti hanno subito effetti collaterali ora ben riconosciuti e comuni del vaccino, come una ragazza adolescente a cui è stata diagnosticata una trombosi venosa profonda dell’arto inferiore destro, il 15 novembre 2020.

Le sue condizioni erano ancora “in corso” al 29 marzo 2021, data del CRF. È stata ricoverata in ospedale e le sue condizioni sono elencate come “gravi”. Tuttavia, il CRF ha indicato che la condizione “non era correlata” al vaccino, ma piuttosto a una “frattura” avvenuta prima della sua iniezione l’11 settembre 2020.


Rilascio dei dati del paziente dalle prove di iniezione di COVID ritardate

Alcuni dei dati più importanti, i dati grezzi dei pazienti delle prove iniziali, non saranno disponibili per il rilascio fino ad anni a venire. Come notato in un recente articolo di BMJ: 24

«I ricercatori indipendenti che cercano di ottenere dati a livello di paziente dagli studi sui vaccini Pfizer e Moderna COVID-19 potrebbero dover aspettare più a lungo. Nei rapporti sullo stato depositati di recente presso il registro federale degli studi clinici degli Stati Uniti (clinicaltrials.gov) tra febbraio e maggio, entrambe le società hanno esteso di nove mesi le date entro le quali saranno completate le prove, Pfizer, dal 15 maggio 2023 all’8 febbraio 2024.

La data di completamento prevista di Moderna è posticipata dal 27 ottobre al 29 dicembre 2022. Pfizer ha indicato nel suo protocollo di prova che i dati dei singoli partecipanti sarebbero stati resi disponibili due anni dopo il completamento dello studio.

Ora che la data è stata posticipata, Pfizer intratterrà ed esaminerà le richieste “quando lo studio sarà completo e tutte le analisi pianificate saranno state eseguite”…

Luis Carlos Saiz, ricercatore presso l’Unità Innovazione e Organizzazione del Servizio sanitario regionale della Navarra, in Spagna, ha affermato che l’accesso ai dati grezzi dei pazienti è importante per i ricercatori perché “è fondamentale per creare fiducia nelle politiche sanitarie e per proteggere i cittadini da potenziali interessi”.

I dati grezzi del paziente consentirebbero a ricercatori indipendenti di valutare le prove e verificare i risultati. “Le strategie di vaccinazione adottate dalle autorità sanitarie di tutto il mondo devono essere controllate e verificate osservando attentamente i dati grezzi”, ha affermato Saiz, soprattutto alla luce delle “rivelazioni di pratiche scorrette” nei siti di sperimentazione dei vaccini, come riportato da The BMJ.»

L’articolo cita uno studio preliminare che ha esaminato i primi quattro mesi dei dati degli studi di Pfizer e Moderna, rilevando che il rischio in eccesso di eventi avversi gravi era del 12,5 per 10.000, ben lontano dal rischio “1 su 1 milione” di un evento avverso da vaccini per l’infanzia.25 (Sì, molti di noi sanno che il rapporto degli effetti collaterali è molto più alto, ma è quello che affermano le nostre autorità sanitarie.)

Questo è lo stesso set di dati utilizzato dalla FDA per concedere l’EUA a Pfizer e Moderna e gli unici dati su cui basare eventuali affermazioni sulla sicurezza per i booster riformulati.

Dick Bijl, presidente dell’International Society of Drug Bulletins, ha anche detto all’autore del BMJ che per valutare il rapporto rischio-beneficio per un dato gruppo abbiamo bisogno dei dati grezzi e di tutti. Allo stato attuale, quei dati non saranno disponibili fino al 2025 circa e, nel frattempo, stiamo volando nell’oscurità.


La FDA chiaramente non capisce la parola “sicuro”

Ciò non impedisce alle autorità sanitarie di rilasciare dichiarazioni definitive, tuttavia. Ad esempio, in un recente tweet, il commissario della FDA, il dottor Robert Califf, ha dichiarato:26

«Le prove del mondo reale degli attuali vaccini mRNA COVID-19, che sono stati somministrati a milioni di individui, ci mostrano che i vaccini sono sicuri. Come sappiamo dall’esperienza precedente, è possibile apportare modifiche alla deformazione senza compromettere la sicurezza.»

Ancora una volta, ci sono così tante cose che non vanno in questa affermazione. Le prove del mondo reale mostrano che i vaccini COVID sono in realtà i farmaci più pericolosi mai messi sul mercato, nessuno escluso. Chiaramente, la FDA ha standard di sicurezza diversi rispetto al resto del mondo. Forse hanno ridefinito la parola “sicuro” e non l’hanno detto a nessuno?

Inoltre, l’idea che “si possono apportare modifiche al ceppo senza compromettere la sicurezza” si riferisce esclusivamente ai vaccini antinfluenzali, non alle terapie geniche. I vaccini antinfluenzali contengono virus influenzali vivi o attenuati cresciuti nelle uova o in altri mezzi biologici. Non si può, in nessuna circostanza, presumere che un’iniezione di terapia genica con mRNA – che non è nemmeno lontanamente simile al vaccino antinfluenzale – si comporterà allo stesso modo di un vaccino antinfluenzale.


Falsa equivalenza usata per giustificare riformulazioni non testate

Lo scambio di ceppi virali in un vaccino antinfluenzale non è in alcun modo lo stesso dello scambio di istruzioni di mRNA. Nel caso di Pfizer, il booster riformulato ora programma le tue cellule per produrre due diverse proteine ​​spike da due varianti di Omicron, il tutto mentre è probabile che il tuo corpo stia ancora producendo proteine ​​spike dalla serie iniziale più i primi due booster.

Sappiamo già che la proteina spike è la parte più tossica del coronavirus. Abbiamo già visto gli effetti devastanti della proteina spike originale. Con il tuo corpo che ora produce un totale di TRE diversi tipi di proteine ​​spike, in che modo ciò influenzerà la tua funzione biologica?

Ed ecco il vero kicker: il vaccino Pfizer aveva 30 microgrammi (mcg) di mRNA mentre Moderna aveva 100 mcg. Il nuovo bivalente Pfizer ora conterrà 90 mcg di mRNA per produrre due diversi tipi di proteine ​​spike e, in teoria, può essere altrettanto letale del vaccino originale di Moderna.

Nessuno sa come queste nuove proteine ​​​​spike influenzeranno il corpo umano e presumere che la sicurezza basata sui vaccini antinfluenzali sia oltre l’idiota, poiché il vaccino antinfluenzale non programma le tue cellule per produrre proteine ​​​​spike tossiche. È una falsa equivalenza e Califf sicuramente lo sa.

Persino il dottor Paul Offit – famigerato per aver fatto ipotesi irrazionali sulla sicurezza dei vaccini – ha il buon senso di mettere in discussione questa linea di ragionamento. Come riportato dal New York Post:27

«Sono a disagio che andiamo avanti – che daremmo milioni o decine di milioni di dosi alle persone – sulla base dei dati dei topi… Paul Offit, ha detto al Journal.28

Offit, consulente della FDA e direttore del Vaccine Education Center presso il Children’s Hospital di Filadelfia, ritiene che il confronto tra vaccini antinfluenzali e vaccini COVID-19 non sia ben fondato a causa delle differenze nelle mutazioni e nei livelli di protezione.»

E, per la cronaca, mentre il CDC inizialmente ha affermato che la proteina spike sarebbe stata prodotta solo per un breve periodo di tempo e non sarebbe durata a lungo nel tuo corpo, l’agenzia all’inizio di agosto 2022 ha cancellato quella dichiarazione dal suo sito Web, probabilmente perché sanno che era falso, è stato dimostrato falso, e ora stanno cercando di ripulire alcuni dei loro passi falsi e delle palesi bugie.

Disclose TV ha esposto la cancellazione sul suo account Twitter,29 con un link archiviato che mostrava la pagina web originale del CDC.


Tutti i vaccini antinfluenzali saranno quadrivalenti quest’anno

Questo autunno, aspettati un’altra importante campagna di vaccinazione, forse anche più grande di quella che abbiamo visto finora, perché oltre al nuovo booster COVID, spingeranno di nuovo il vaccino contro l’influenza stagionale.

Gli anziani saranno probabilmente a maggior rischio di lesioni e morte indotte dal vaccino, poiché in genere ricevono un vaccino antinfluenzale ad alte dosi. Secondo uno studio pilota danese, un vaccino antinfluenzale quadrivalente ad alte dosi “accennava a benefici di morbilità e mortalità” per gli anziani,30 ma non credo che si diffonderà nel mondo reale, specialmente se somministrato contemporaneamente a un propulsore COVID.

Non posso nemmeno iniziare a sottolineare quanto possa essere rischioso mescolare un vaccino mRNA COVID bivalente non testato con un vaccino antinfluenzale quadrivalente ad alte dosi. Sono SEI diversi antigeni che vengono iniettati in te, dove potresti già avere in circolazione la proteina spike originale di precedenti iniezioni.

È una ricetta per il disastro, secondo me. Temo che molti la cui funzione immunitaria è stata compromessa e soppressa dalle vaccinazioni COVID potrebbero non vivere per rimpiangere le loro decisioni sui vaccini questo inverno.

A proposito, TUTTI i vaccini antinfluenzali saranno quadrivalenti quest’anno,31 il che significa che proteggono da quattro diversi ceppi influenzali. Non saranno disponibili versioni singole, bivalenti o trivalenti. Tieni inoltre presente che le formulazioni di fiale multi-dose contengono thimerosal32 (mercurio) come conservante, che è un altro rischio per la salute.


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto.

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: