La sordida unione tra intelligence e criminalità organizzata

Al tempo della prima guerra mondiale, l’intelligence statunitense formalizzò la sua cooperazione con il crimine organizzato…


La storia in breve
  • Il libro di Whitney Webb, “One Nation Under Blackmail: The Sordid Union Between Intelligence and Crime That Gave Rise to Jeffrey Epstein”, fornisce il quadro per comprendere non solo il ruolo e la funzione di Epstein, ma anche, più in generale, il caos in cui ci troviamo ora.
  • Intorno al periodo della seconda guerra mondiale, la comunità di intelligence negli Stati Uniti formalizzò la sua cooperazione con i sindacati del crimine organizzato in quella che era conosciuta come Operazione Underworld, e la rete di corruzione crebbe da lì.
  • Il ricatto sessuale è stato usato dal crimine organizzato prima ancora che esistesse l’intelligence statunitense. Mentre le fazioni criminali e le agenzie di intelligence sviluppavano una relazione simbiotica, il ricatto divenne uno strumento per raggiungere i loro fini individuali.
  • Mentre può sembrare che il crimine organizzato venga combattuto, questo è raramente il caso. Le storie di repressione del crimine organizzato sono storie di copertura per nascondere ciò che sta realmente accadendo, che è il consolidamento del territorio della criminalità organizzata
  • L’incentivo dietro tutta questa attività criminale non è semplicemente l’accaparramento di denaro per vivere nel grembo del lusso. Si tratta di potere e controllo sugli altri. La buona notizia è che possiamo staccare la spina ai loro piani

In questa intervista, la giornalista investigativa Whitney Webb discute il suo libro, “One Nation Under Blackmail: The Sordid Union Between Intelligence and Crime That Gave Origin to Jeffrey Epstein”. Il libro è così lungo che è stato tagliato in due volumi. Il volume 1 da solo è di 544 pagine, ma è una lettura affascinante e incredibilmente ben referenziata.

Alla domanda su cosa l’abbia spinta o ispirata a diventare una giornalista investigativa e a scrivere questo tomo, Webb ripercorre parte della sua storia personale che l’ha portata a interrogare gli adulti e l’autorità in generale e, più specificamente, i sistemi che gestiscono il nostro mondo, compresa l’assistenza sanitaria e la politica.

«Sono diventata acutamente consapevole di molti di questi problemi con l’assistenza sanitaria e le grandi case farmaceutiche, le questioni ambientali e le cose politiche… Ci sono solo un sacco di cose che ti rendi conto quando inizi a indagare, come quante persone sono state, per mancanza di una parola migliore, fregate o hanno avuto cose rubate da loro… le loro vite o i loro cari all’estremo…

Ovviamente, è un sistema che non funziona per le persone. Non è progettato per funzionare per le persone. È progettato per indebolire le persone a beneficio dei potenti. Non voglio vivere in un mondo del genere, e ora ho figli, e non voglio che vivano in quel mondo.

Quello che ho notato, specialmente negli ultimi anni, è come le persone pericolose con il potere prendono di mira i bambini, in misura significativa… Davvero, queste cose non possono continuare… Molti di noi devono parlare. Ho sentito che… conoscendo questa roba, dovevo fare qualcosa. Per fortuna, per me, alla fine si è trasformato in una carriera, ma non era pianificato.»

Leggere i segni

Mentre il COVID-19 ha colto molti di sorpresa, la cabala globalista ha infatti, per decenni, telegrafato che stavano creando un Nuovo Ordine Mondiale, e persino che una o più pandemie globali potrebbero aprire la strada a questa governance globale mondiale. C’erano anche segnali che qualcosa era in programma per far deragliare le elezioni del 2020 negli Stati Uniti.

«Penso che alcune persone stessero in qualche modo anticipando qualcosa, dice Webb. Alla fine del 2019 e nel gennaio 2020, ho fatto un rapporto intitolato qualcosa del tipo: “Come l’intelligence degli Stati Uniti sta preparando il pubblico americano per un’elezione fallita nel 2020”. Questo era prima del COVID, ma era fondamentalmente chiaro che ci sarebbero stati alcuni… spingere per questa agenda del terrore interno… e che ci sarebbero state molte complicazioni intorno al 2020.

Quella roba era allo scoperto entro la fine del 2019 e COVID è arrivato a gennaio. Si poteva vedere che lì qualcosa stava succedendo, ma non era del tutto chiaro la portata di ciò che stava per accadere. Penso che alcune persone stessero anticipando una sorta di 9/11 2.0, ma alla fine è stato un 9/11 di biosicurezza.»

Operazione Underworld

Il libro di Webb, “One Nation Under Blackmail”, è un primer essenziale che fornisce il quadro per comprendere non solo il ruolo e la funzione di Jeffrey Epstein, ma anche, più in generale, il caos in cui ci stiamo trovando ora. Risale a quasi 100 anni fa, alla seconda guerra mondiale, dettagliando le connessioni tra la comunità dell’intelligence negli Stati Uniti e il crimine organizzato, e come la rete di corruzione è cresciuta da lì. Come spiegato da Webb:

«La mafia e la folla erano criminali professionisti. Le loro attività erano fondamentalmente racket di attività illegali, il più delle volte traffico sessuale o prostituzione e contrabbando di droga, e, ovviamente, quelle attività richiedono molti crimini finanziari come il riciclaggio di denaro, tra le altre cose, al fine di espandere e mantenere quei racket.

Questo è fondamentalmente ciò che il crimine organizzato è in poche parole. C’è qualcuno come Epstein, che è al centro del volume 2 del libro, “Down the Line”, che è impegnato nel traffico sessuale. Ma è stato anche coinvolto nel traffico di armi e nel riciclaggio di denaro in misura significativa – gli stessi racket della criminalità organizzata che risalgono agli anni ’20 e ’30.

Quello era il loro regno, ma divenne anche il regno delle agenzie di intelligence. Sicuramente, l’intelligence statunitense si è impegnata in queste attività, ma diverse agenzie di intelligence in tutto il mondo, in particolare le agenzie di intelligence che collaborano o sono alleate con la CIA, come le agenzie di intelligence in America Latina, quando si parla di contrabbando di droga.

Un tema in tutto il libro sono le diverse aree e scandali in cui l’intelligence statunitense e israeliana hanno collaborato all’espansione di questi racket – cose come Iran Contra, per esempio, che è probabilmente uno scandalo accessibile a molte persone.

Era molto più esteso delle sole armi per la situazione degli ostaggi. Alla fine della giornata, era una situazione di traffico di armi e traffico di droga, con l’idea di finanziare guerre segrete in tutto il mondo con particolare attenzione ai Contras in Nicaragua, ma anche altrove…

E come sottolineo nel libro, la fusione di criminalità organizzata e intelligence si formalizzò nella seconda guerra mondiale in qualcosa che è noto come Operazione Underworld, dove l’ufficio dell’intelligence navale con il precursore della CIA, l’OSS [Office of Strategic Services], si allineò formalmente con la mafia di New York – quello che all’epoca era indicato come il National Crime Syndicate, che era fondamentalmente una fusione della mafia ebraica e della mafia italiana.

La ragione per cui è successo è perché la folla aveva preso il controllo della maggior parte dei sindacati, e così facendo, aveva anche preso il controllo della maggior parte del partito democratico, poiché la loro base di potere erano i sindacati all’epoca. Così, la folla ha preso il controllo dei sindacati e poi ha preso il controllo del partito democratico a New York, e questo ha preceduto l’operazione Underworld.»

Ricatto e criminalità organizzata

L’origine della CIA (Central Intelligence Agency) fu il Coordinatore dell’Information Office, che divenne l’Office of Strategic Services (OSS) sotto la direzione di William Donovan durante la seconda guerra mondiale. L’OSS coordinava le attività di spionaggio per tutti i rami delle forze armate. Nel 1947, le reti sviluppate come parte dell’OSS divennero ciò che ora conosciamo come la CIA. Fondamentalmente ha centralizzato tutte queste reti di intelligence in una sola.

«Il tema principale del libro, in linea con Jeffrey Epstein, è mostrare come il ricatto sessuale sia qualcosa che è stato usato dal crimine organizzato anche prima che esistesse l’intelligence statunitense. Poi si riuniscono e iniziano essenzialmente a cooperare in molti di questi racket, cose come il traffico sessuale, il traffico di armi, il traffico di droga. In qualche modo si fondono insieme e hanno questa relazione simbiotica.

Uno dei modi in cui proteggono quelle racchette e le espandono è compromettendo le persone potenti … Fondamentalmente sto tracciando la continuità di quelle attività, e molti di questi stessi crimini finanziari, ben oltre quando questi gruppi si sono riuniti per la prima volta. Segnalo numerosi esempi degli stessi gruppi e delle stesse persone da allora, attraverso gli anni ’50, ’60, ’70 e negli anni ’80.

La gente è consapevole che c’è stato un punto in cui il crimine organizzato era noto per aver avuto molta influenza, influenza e potere negli Stati Uniti. E sfortunatamente, alla gente era stato fatto il lavaggio del cervello per credere che fosse sparito, e non è quello che è successo.

Invece, il ricatto sessuale ha preso il sopravvento sulle nostre forze dell’ordine in una fase molto precoce con il ricatto di Jay Edgar Hoover, che era anche molto ricattato e ricattato altre persone.

Essenzialmente, ciò a cui questo si riduce è che questo è il controllo delle informazioni, l’accesso alle informazioni privilegiate e l’armamento delle informazioni. Questo è un po ‘ciò che il ricatto è in un certo senso … In questa fase molto precoce, il capo delle forze dell’ordine dell’FBI era completamente compromesso dal crimine organizzato.

E si rifiutò di perseguire il crimine organizzato praticamente per tutto il tempo in cui fu direttore dell’FBI, cosa che fu per la maggior parte del 20° secolo.»

La farsa del “duro con il crimine”

Un punto davvero importante che Webb tratta nel suo libro è che mentre può sembrare che il crimine organizzato venga combattuto, questo è raramente il caso. Le storie di repressione del crimine organizzato sono storie di copertura per nascondere ciò che sta realmente accadendo, che è il consolidamento dei territori del crimine organizzato. Webb spiega:

«Fondamentalmente, le persone che sono più potenti, specialmente i criminali organizzati a letto con l’intelligence, hanno la protezione dello stato, in un certo senso, del loro racket, quindi questo è un enorme vantaggio per loro. E possono armarlo attraverso la loro influenza e il loro potere sulla CIA e gruppi del genere… e far togliere la concorrenza.

Questo è qualcosa che sta succedendo da molto tempo. Un primo esempio che faccio nel libro è Thomas Dewey. Fu governatore di New York e un contendente per la presidenza degli Stati Uniti a un certo punto, ma divenne famoso come procuratore del crimine organizzato, e fu effettivamente coinvolto nell’Operazione Underworld, che era l’alleanza tra intelligence e crimine organizzato.

In seguito divenne lui stesso un socio in affari della mafia negli anni ’50 e ’60. Un altro politico che divenne anch’egli legato al crimine organizzato fu William O’Dwyer. Fu sindaco di New York per un lungo periodo di tempo. Dewey e O’Dwyer stavano perseguendo un mafioso e sono stati elogiati dai media come duri con il crimine.

Ma in realtà, quel particolare mafioso che stavano inseguendo, Lepke Buchalter, era stato praticamente consegnato a morte da tutti gli altri ragazzi della folla. Lo volevano fuori. Quindi, è stato venduto e hanno preso il controllo del suo territorio. Ma questi pubblici ministeri sono stati elogiati come duri con il crimine e sono stati eletti su questa immagine dura sul crimine, ma in realtà, sono a letto con il crimine organizzato.

Lo vedi con qualcuno come Rudolph Giuliani decenni dopo, nel 1980. Sta perseguendo la criminalità organizzata italiana, ma si sta avvicinando molto alle altre facce del Sindacato Nazionale del Crimine come esisteva in quel periodo.

Sta consolidando il territorio solo inseguendo alcuni mafiosi il cui tempo era essenzialmente già tramontato. E poi ha questa immagine di “duro con il crimine” che usa per costruire la sua carriera politica, pur avendo queste alleanze a porte chiuse. Questo è un tema ricorrente…

Harry Truman nominò O’Dwyer ambasciatore degli Stati Uniti in Messico per proteggerlo dalle accuse penali relative all’attività criminale organizzata dell’ufficio del sindaco. In seguito dovette testimoniare alla Commissione del Senato sul crimine organizzato, la Commissione Kefauver, ed era fondamentalmente colpevole di peccato.

Ma Harry Truman era intervenuto, perché a quel punto, il Partito Democratico, in particolare il Partito Democratico di New York… è stato completamente costruito sul sistema di alleanze sgradevoli, e questa è solo la natura del potere.»

Se abbiamo imparato qualcosa negli ultimi due anni, è che le cose non sono sempre come sembrano. Per fortuna, abbiamo persone come Webb che ci aiutano a capire cosa sta realmente succedendo.

Dove vanno a finire tutti i soldi?

Naturalmente, enormi quantità di entrate sono generate attraverso queste attività di criminalità organizzata. Dove sta andando tutto? A cosa serve? Originariamente, le agenzie di intelligence cercavano modi per finanziare guerre segrete, fuori dai libri contabili, e la cooperazione con il sindacato criminale consentiva l’accumulo di fondi neri.

Per molto tempo, questo è stato giustificato come necessario per combattere il comunismo, ma con la caduta dell’Unione Sovietica, quella scusa è crollata, e da quel momento in poi, il nesso di potere si è diviso in due fazioni divergenti, ognuna con il proprio caro intento.

«Lo si vede nella politica degli Stati Uniti oggi, dice. Ci sono persone che sono affamate di un ritorno all’era Reagan in cui l’America è in cima e usano questi stessi tipi di attività illegali per promuovere l’imperialismo statunitense… e poi c’è il campo internazionalista, i globalisti che vogliono una governance globale.

Li hai in qualche modo in competizione, ma entrambe le fazioni risalgono all’Iran-Contra e a questi gruppi criminali organizzati di intelligence. I Clinton, per esempio, li vedete coinvolti in Iran-Contra, e li metterei sicuramente nel campo internazionalista.

È abbastanza chiaro che Epstein si è mosso in quella direzione anche negli anni ’90, e questo spiega alcune delle sue interazioni con la Casa Bianca di Clinton nel corso degli anni 1990, che sono state molto scandalose e hanno importanti implicazioni per la sicurezza nazionale, in un modo che penso che davvero pochi americani capiscano. Certamente non ho capito fino a quando non ho fatto la ricerca e scritto questo libro.

Ma poi c’è gente che si raduna attorno a Trump. Ad esempio, hai un consigliere per lui, il procuratore generale di Reagan Edwin Meese, che era anche… coinvolto in attività criminali…

La tua domanda originale, “Cosa stanno facendo con i soldi?” Beh, non lo sappiamo davvero, ma se guardi qualcuno come Epstein, che era in queste reti finanziarie – un criminale finanziario chiave… che si sono cimentati in crimini sessuali. È coinvolto con Iran-Contra, poi viene coinvolto con le cose della Casa Bianca di Clinton, poi viene coinvolto nella costruzione di questo nuovo modello di filantropia caratterizzato dalla Fondazione Clinton e dalla Fondazione Bill & Melinda Gates…

Lo vedi nel tempo essere davvero coinvolto con l’eugenetica e il transumanesimo. Molte di queste “filantropie” stanno anche promuovendo politiche che ci portano in quelle direzioni. Fin dall’inizio… c’è Epstein, nel 2012, che cerca di vendere sequenze genomiche di persone a Big Pharma per questa medicina genetica su misura che ora, nell’era COVID, stiamo sentendo parlare in grande stile.

Quindi, mentre centralizzi il controllo e prendi il controllo di tutti i soldi, alla fine non hai bisogno di più soldi. Diventa potere e controllo, e come trincerarsi in quella posizione in modo da mantenere lo status quo che ti avvantaggia. Ovviamente, questo non avvantaggia il pubblico americano. Ciò avvantaggia questi criminali in carriera.»

Si tratta di potere e controllo

Quindi, per riassumere, l’incentivo dietro tutta questa attività criminale non è semplicemente l’accaparramento di denaro per vivere nel grembo del lusso. Riguarda il potere e il controllo che il denaro compra. E, nel tempo, il desiderio di controllo diventa più intenso, proprio come la semplice avidità di ricchezza può diventare più intensa più denaro si accumula, al punto che ora cercano di controllare le persone a livello biologico, genetico e molecolare.

Epstein, sebbene liquidato come un semplice criminale sessuale, era molto più strumentale per la cabala globalista di così. Ad esempio, era così influente nella scienza che quando Gates decise che voleva un premio Nobel, sfruttò Epstein per aiutarlo a ottenerlo. Non l’ha capito, ma è così che ha ottenuto un incontro con le persone coinvolte nella selezione di quel premio.

Epstein è stato anche molto influente nel mondo della filantropia. “Penso che fosse un middle management per un sacco di questi diversi racket che sono legati a persone come Bill Gates e Bill Clinton”, dice Webb.

Epstein aveva anche una relazione relativamente stretta con David Rockefeller, che nominò personalmente Epstein nel consiglio della Rockefeller University. Epstein è stato anche membro della Commissione Trilaterale, creata da David Rockefeller, e del Council on Foreign Relations. Anche dopo che Epstein è stato smascherato come pedofilo e criminale sessuale, lo hanno tenuto come membro.

«In definitiva, quello che stai vedendo con questo gruppo, nel tempo, è che non riescono a credere di farla franca così spesso, per così tanto tempo. Diventano così ricchi, così ricchi, che non hanno più alcuna utilità per i soldi, e si tratta di potere e controllo, dice Webb.

Inoltre, vedono il resto di noi come subumani, perché pensano che siamo così linfa che possono semplicemente fregarci e non faremo nulla, tutto il tempo. Molto di questo è generazionale. Alcuni di questi non lo sono, ma ci sono famiglie coinvolte qui, dove ci sono diverse generazioni di loro e fondamentalmente viene insegnato loro che il resto di noi sono solo idioti.

C’è questo classismo lì, dove “Noi siamo l’élite e stiamo radunando queste persone; sono idioti completi e possiamo trattarli come vogliamo e sfruttarli”. Lo si vede manifestare nelle attività di traffico sessuale di Epstein e Ghislaine Maxwell, dove Maxwell chiama le ragazze che stanno trafficando “spazzatura”. Ma ci vedono tutti così.

Si vedono come élite, e molte persone li chiamano così perché sono diventati un’élite economica. Ma sono diventati un’élite economica attraverso attività criminali, non attraverso mezzi onesti, la stragrande maggioranza di loro.

Questo è ciò che cerco di raccontare nel libro, perché non puoi capire Epstein se non capisci questa rete, e quella rete precede l’esistenza di Epstein di decenni, e continua anche dopo che se n’è andato.

Questo è ciò che voglio che la gente porti via dal libro, perché fondamentalmente ci viene detto dai media mainstream che ora che Epstein non c’è più, l’unico cattivo miliardario al mondo è stata resa giustizia e ora va tutto bene, torna a dormire.

È molto importante rendersi conto della portata del suo coinvolgimento in crimini finanziari. Non è come i crimini sessuali, che sono stati perpetrati contro un numero X di minori. Ovviamente, questi sono crimini orribili, ma i crimini finanziari, praticamente ogni americano è stato colpito da questo in misura significativa.»

Il sindacato criminale di Clinton

Nell’intervista, Webb nomina un certo numero di individui con legami con attività criminali, tra cui i Clinton, che hanno avuto un numero impossibile di persone intorno a loro morire in circostanze misteriose.

«Penso sicuramente che i crimini della famiglia Clinton siano così eclatanti e fuori controllo che è semplicemente sbalorditivo per me che siano stati in grado di eludere qualsiasi tipo di caso legale… Questa roba criminale ha radicato il loro potere in quel particolare campo che è più alleato con il lato internazionalista delle cose. Hanno appena venduto gli Stati Uniti lungo il fiume in un modo che è davvero sbalorditivo.»

La morte sospetta di Mark Middleton

Un esempio di morte legata a Clinton è quello di Mark Middleton, assistente speciale del capo dello staff della Casa Bianca di Clinton, che è stato responsabile della creazione delle visite di Epstein alla Casa Bianca. Si è suicidato all’inizio di quest’anno, proprio quando Webb stava scrivendo il suo libro. Che cosa sapeva?

«Mark Middleton è stato reclutato per quella posizione come parte delle elezioni del 1992. Era fondamentalmente posto in quella posizione a causa del suo ruolo di raccoglitore di fondi durante quel ciclo elettorale. Ma nel febbraio 1995, ha dovuto dimettersi, e le circostanze delle sue dimissioni sono molto sospette.

L’indagine su Mark Middleton è così sospetta che l’amministrazione di George W. Bush ha invocato il privilegio esecutivo per la prima volta, poche settimane prima dell’11/9, per tenere i documenti sull’indagine su Mark Middleton fuori dalle mani del Congresso. Questo è sbalorditivo, perché non è nemmeno la stessa amministrazione, apparentemente un’amministrazione contro la corruzione dell’era Clinton, ci viene detto.

Invocando il privilegio esecutivo per la prima volta per proteggere un ragazzo che è assistente speciale del capo dello staff – ovviamente, Middleton è stato coinvolto in qualche attività molto sospetta. E quelle indagini non si occupano di Epstein, hanno a che fare con altre persone che Middleton stava incontrando…

È… ricordato come China Gate. Penso che sia una specie di termine improprio. La Cina è sicuramente coinvolta, ma è più giusto, credo, chiamarla Riady Gate. Riady si riferisce alla famiglia di Mochtar Riady, un oligarca dell’Asia orientale di origine cinese, ma sono indonesiani.

Hanno finanziato i Clinton quando Clinton era governatore dell’Arkansas e durante la sua presidenza. All’inizio degli anni 1990, erano diventati partner commerciali ufficiali della Cina, quindi erano coinvolti nell’infiltrarsi e prendere di mira il dipartimento del commercio. Questo è parte del motivo per cui il Segretario al Commercio Ron Brown finisce morto in questo incidente aereo nel 1996… ed Epstein è nel mezzo.

Mentre Epstein sta incontrando Middleton, sta [anche] corteggiando la stessa compagnia aerea al centro di Iran-Contra e Mena, Arkansas, la corsa alla droga e il contrabbando di armi – Southern Air Transport – per gestire merci tra Cina e Stati Uniti, apparentemente per le imprese di Leslie Wexner.

Ma dato con chi si sta incontrando in quel momento, e tutte queste altre cose, indica una sorta di contrabbando illegale di armi negli Stati Uniti. Molte di queste pistole… sono finite nelle mani di bande nei centri urbani americani nello stesso momento in cui la stessa rete ha creato l’epidemia di crack, che è stata segnalata da persone come il defunto giornalista, Gary Webb. Nessuna relazione, tra l’altro.»

I co-cospiratori di Epstein si rivelano morti

Come spiegato da Webb, lo stesso gruppo di persone responsabili della creazione di un’epidemia di droga nei centri urbani americani stava contemporaneamente istituendo un sistema di prigioni private a scopo di lucro – qualcosa implementato durante il periodo di Clinton alla Casa Bianca – creando così un nuovo modello di schiavitù di fatto per gli afroamericani arrestati con accuse di droga inventate.

Hanno anche imprigionato persone per violenza di gruppo, che hanno esacerbato contrabbandando armi illegali negli Stati Uniti dalla Cina. A parte i Clinton, l’intelligence militare cinese e le aziende che avevano rapporti d’affari con Epstein risalenti al 1980 erano tutte coinvolte in questo schema elaborato.

«Quindi, ci sono un sacco di cose scandalose che sono andate sull’amministrazione Clinton che penso che la maggior parte degli americani non abbia nemmeno più un controllo. E convenientemente, l’indagine su di esso è stata totalmente capovolta dall’11/9…

Lo scorso dicembre è stata la prima volta che abbiamo ricevuto i registri completi dei visitatori di Epstein alla Casa Bianca, e quelli che in precedenza si pensava fossero stati cinque incontri con Mark Middleton alla Casa Bianca si sono trasformati in circa… 17 in totale per Epstein…

Quasi tutti legati a un’attività di raccolta fondi molto folle e molto illegale da parte dei Clinton, sia nelle elezioni del ’92 che nelle elezioni del ’96, ed Epstein era nel mezzo di questo. Naturalmente viene coinvolto nella creazione della Fondazione Clinton dopo che Clinton ha lasciato l’incarico, che come la maggior parte delle persone sa ora, è fondamentalmente il loro fondo di fango.

Quindi, Epstein è importante … per queste persone e c’è una ragione per cui è stata prestata così poca attenzione alle sue finanze. Se si guarda al caso Epstein, l’unica persona innocente a risultare morta è stato il figlio del giudice che avrebbe supervisionato il caso Epstein Deutsche Bank.

C’è stato un colpo sulla famiglia del giudice… Non credo che vogliano che le persone entrino nella relazione Epstein Deutsche Bank, nella relazione Epstein, JP Morgan o Bear Stearns, per una serie di motivi.

Sfortunatamente, non sono riuscita a coprire questo nel libro… ma sembra che il ruolo di Epstein nel crollo di Bear Stearns sia stato molto significativo. E questo è preoccupante, perché il crollo di Bear Stearns ha praticamente iniziato la crisi finanziaria del 2008, che è stata un enorme trasferimento di ricchezza, di nuovo, proprio come il 1980…

Ma fondamentalmente, tutte le altre persone nel caso Epstein che sono finite morte negli ultimi due anni sono state co-cospiratori di Epstein: Jean-Luc Brunel e Steve Hoffenberg…

E in termini di morte di Mark Middleton, è anche molto sospetto. È stato trovato appeso a un albero per il collo – era una prolunga, non una corda – una ferita da arma da fuoco al petto, hanno dichiarato un suicidio.

Nessuna foto o filmato della scena della morte può essere resa pubblica da un ordine del giudice in Arkansas. Quindi, sono solo pazzi, ad essere onesti. E la proprietà su cui si trovava l’albero, dove è stato trovato morto, è legata alla Fondazione Clinton. Si chiama Heifer International.»

Una ragione per essere senza paura

Quando le viene chiesto se è preoccupata per la propria sicurezza dopo aver esposto le attività di uno dei più grandi sindacati del crimine organizzato del mondo, dice:

«Non lo sono, e parte di questo è perché sento che il modo per battere davvero queste persone è non avere paura di loro… le persone che hanno paura sono facili da controllare. Quindi, anche se sai tutto di queste persone, se hai paura di loro, hanno potere su di te. L’unico modo per, non solo per me, ma per chiunque, di essere liberi da loro è essere liberi dalla paura di loro. Non puoi avere paura di queste persone.

In realtà, hanno paura di noi, e hanno paura delle persone normali che si svegliano perché, ovviamente, ci sono più di noi che di loro. E, se esposti per tutta la loro criminalità, come sto cercando di fare nel libro, più persone ne sono consapevoli, più rapidamente può svelarsi.
Penso che, con molte delle cose negli ultimi due anni in particolare, abbiano davvero esagerato con la loro mano. Se mi facessero qualcosa, renderebbe il mio libro un bestseller. Più persone lo leggerebbero. Non credo che lo vogliano…

Quello che ho prodotto in questi libri sono solo i fatti. È molto ben fontato, non solo in termini di numero di citazioni, ma anche di qualità delle fonti. C’è un sacco di materiale lì per le persone da masticare e fare le proprie ricerche. È una risorsa per le persone ed è un punto di partenza.

Non vogliono che le persone si impegnino con quel tipo di informazioni perché, ovviamente, le loro narrazioni su questi eventi non reggeranno perché non stanno presentando i fatti, stanno presentando propaganda…

Non puoi averne paura perché… molto di ciò che stiamo combattendo ora è, in un certo senso, una lotta per l’anima della nazione, l’anima del mondo. È una guerra spirituale, a un certo livello. Quindi, se stai cedendo alla paura, stai perdendo, non importa quanta conoscenza hai accumulato su come funzionano le cose e su come sono queste persone. Se hai paura di loro, stai dando loro potere su di te.»

Possiamo riprenderci il nostro potere in qualsiasi momento

Nel capitolo 21, Webb spiega le sue ragioni per credere che Epstein non sarà sostituito da un gruppo di nuovi ricattatori. Non hanno più bisogno di persone come lui, grazie alla moderna tecnologia di sorveglianza.

Possono accedere a tutto, tutti i tuoi account, fotocamere, telefoni, microfoni, telecamere di sorveglianza, lo chiami. Possono trovare materiale di ricatto su chiunque in questi giorni. Naturalmente, questa tecnologia viene utilizzata anche per schiavizzare e controllare il resto di noi. C’è una via d’uscita, tuttavia, ed è più facile di quanto si possa pensare. Webb spiega:

«Come ho detto prima, queste persone ci vedono come completi idioti subumani. Quindi, pensano che dipenderemo solo da questa tecnologia per sempre, che siamo diventati completamente schiavi della nostra convenienza e non riprenderemo mai il nostro potere. Ed è davvero molto facile riprendere il tuo potere.

Non devi essere schiavo del tuo smartphone o della tua tecnologia, e si basano sulla capacità di analizzare queste masse di dati su algoritmi di intelligenza artificiale che – a causa della corruzione nell’America aziendale – sono iper-venduti. In realtà non sono così bravi come dicono di essere.

Si affidano a te che porti il tuo smartphone ovunque tu vada e lo usi per tutto e fondamentalmente dando loro quello che vogliono. Il modo per riprendere il potere è ridurre quella roba nella tua vita. Ottieni sistemi locali e costruisci paralleli. Questo è qualcosa verso cui tutti possiamo fare dei passi.

Sono diventati così dipendenti da queste forme elettroniche di controllo… l’agenda dell’ID digitale, i passaporti dei vaccini e le valute digitali delle banche centrali. Si aspettano che andiamo molto volentieri in questi recinti digitali che sono molto più controllanti e molto meno liberi per le persone che vi entrano – ma hanno bisogno che entriamo volontariamente.

Ora abbiamo queste crisi di carburante ed energia e l’intento ovvio è che le persone che hanno freddo e fame hanno maggiori probabilità di essere volontariamente condotte in questi sistemi. Ma ancora una volta, dobbiamo essere d’accordo. E questo significa che abbiamo il libero arbitrio, e loro lo sanno. Non possono tecnicamente costringerci. Dobbiamo cedere completamente il nostro potere a loro, e abbiamo tutti gli strumenti per riprendercelo, dobbiamo solo assumerci la responsabilità e iniziare a farlo.

Questo è il motivo per cui vorrei davvero mettere in guardia le persone contro ciò che vedo come condizionamento psicologico, questa idea che dobbiamo aspettare un salvatore politico, votare per la persona giusta, e non appena avremo la “persona giusta” alla Casa Bianca, tutto andrà bene. L’entità della corruzione è vasta e non c’è modo che una persona alla Casa Bianca possa annullare tutto.

Ciò di cui abbiamo bisogno sono persone normali che si assumano la responsabilità. Così tanti di noi stanno cercando il bravo ragazzo contro il cattivo a livello di leadership dello stato nazionale. No. I buoni sono solo le persone normali come te e me, e i cattivi sono le persone più spesso al vertice che hanno calpestato le teste e artigliato la loro strada verso le vette del potere, indipendentemente dallo stato nazionale di cui stai parlando.

È tra le persone normali che troverai i “bravi ragazzi” che stai cercando ed è tempo che quelle persone si riuniscano e dicano “Basta!” E possiamo davvero farlo. Si tratta solo di assumersi la responsabilità personale… Dobbiamo riprenderci il nostro potere e questo inizia a livello individuale.»

Maggiori informazioni


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto.

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: