Non ci sono più le mezze stagioni…

  • Pesanti nevicate primaverili spazzano il Sudafrica;
  • Sessanta centimetri di neve seppelliscono Aussie Ski Resorts;
  • Bufere di inizio stagione colpiscono Mt Shasta, CA;
  • Le gelate da record persistono in Europa;
  • I prezzi dei cereali salgono sulle notizie sull’Ucraina

Pesanti nevicate primaverili spazzano il Sudafrica

Quello che è stato un inverno molto freddo nell’emisfero australe non è ancora finito…

Ulteriore neve ha spazzato il Sudafrica martedì [Nenad Stojanovic].

Le allerte meteorologiche rimangono in vigore per neve, pioggia e freddo, con SAWS che emette un avviso di livello 5 per “nevicate dirompenti”.

“Man mano che il minimo di taglio dell’aria superiore si intensifica, le nevicate di natura più significativa e dirompente (fino a 30 cm/1 piede) dovrebbero essere anticipate sulle cime orientali delle montagne del Lesotho Drakensberg, così come sulle cime più alte del Capo Orientale, nelle aree di Barkly East e Tiffindell”, si legge in una sezione del recente avvertimento SAWS.

Sandra Mountain Shadows Hotel

“I piccoli allevatori dovrebbero fornire riparo al loro bestiame vulnerabile e coprire le colture sensibili”, continua l’avvertimento.

“Il pubblico farebbe anche bene a tenere giacche e coperte a portata di mano, poiché il tempo rimarrà molto freddo … I deboli e i fragili saranno più vulnerabili poiché i loro corpi non saranno in grado di trattenere il loro calore così facilmente”, conclude il SAWS – e proprio come aumentano anche i timori di “perdita di carico della fase 6”.


Sessanta centimetri di neve seppelliscono Aussie Ski Resorts

Dopo quello che è stato un inizio di stagione da record, le stazioni sciistiche australiane stanno ora registrando alcune importanti tempeste di neve di fine stagione che, anche in primavera, stanno aumentando le loro profondità di base.

A partire da Perisher, altri 30 cm (1 ft) di neve fresca si sono depositati durante la notte lunedì, dando un totale di 65 cm (2,1 ft).

Hotham Alpine Resort ha ricevuto totali simili – 63 cm (2 ft).

Thredbo ha visto 53 cm (1,74 ft).

Con Falls Creek che aggiunge 52 cm (1,71 ft) alla sua base.

Il continente australiano sta uscendo da un inverno più freddo della media, un freddo anomalo che ora si estende fino a settembre per molti e, guardando le recenti corse GFS, potrebbe effettivamente intensificarsi in ottobre:

GFS 2m Temperature Anomalies (C) Oct 3 – Oct 6 [tropicaltidbits.com].

Bufere di inizio stagione colpiscono Mt Shasta, CA

La recente tempesta che ha inzuppato la California settentrionale ha anche consegnato neve all’inizio della stagione alle altitudini più elevate della regione.

Il Parco Nazionale Vulcanico di Lassen ha ricevuto notevoli accumuli, sufficienti a chiudere l’autostrada del parco.


Le gelate da record persistono in Europa

Il gusto precoce e da record dell’inverno in Europa persiste, anche se non viene ancora segnalato dai media mainstream.

Le gelate a basse altitudini continuano a spazzare il continente dalla Francia alla Russia occidentale.

Aubusson nella Francia centrale, ad esempio, ha subito la sua terza gelata consecutiva di settembre ieri mattina – “il siagit d’un record”, secondo @lachainemeteo su Twitter (un nuovo record):

Con il freddo che sta già inghiottendo molte nazioni europee e con il gas naturale russo tagliato, le spese crescenti e le scarse forniture energetiche minacciano uno “tsunami” economico.

“In questo momento, c’è un tiro alla fune tra la crisi del costo della vita da un lato, e poi la resilienza in molti settori e aspetti dell’economia dall’altro”, ha detto Codogno. “Ma se guardi i dati, è come se stesse arrivando uno tsunami”.

Sia l’inflazione al consumo che la produzione industriale saranno colpite contemporaneamente, ha aggiunto.

In particolare sulla crisi energetica, Codogno ha detto che il livello di dolore dipende tutto da quanto è compensato dalle misure politiche e da quanta resilienza c’è nel sistema: “Ad esempio, ci sono ancora molti risparmi nel sistema e che possono essere utilizzati per sostenere i consumi. Ma non sappiamo quanto, e capirlo dipende dalla fiducia, che si sta indebolendo rapidamente”.

Più lungo e freddo sarà il prossimo inverno, più gli europei saranno vulnerabili non solo all’aumento dei prezzi del gas, ma anche alle carenze vere e proprie, cioè ai blackout. I più poveri, come sempre, soffriranno il primo e il più, e con una tale paralizzante compressione degli standard di vita, sono praticamente tutti.

Nel frattempo, e mentre i contadini scelgono tra riscaldare e mangiare, il Signore degli imbroglioni climatici, Al – scoiattolo grasso – Gore, sta per diventare il primo miliardario al mondo che commercia carbonio. Se la gente non ha ancora capito lo stratagemma, temo che sia troppo tardi. Gli addormentati sono ora intrappolati a pagare attraverso il naso per la loro energia (e il resto), e c’è poca capacità di fuggire.


I prezzi dei cereali salgono sulle notizie sull’Ucraina

I futures globali sul grano e sul mais sono aumentati martedì dopo la notizia che le regioni occupate dell’Ucraina – probabilmente spinte da Mosca – hanno dichiarato di aver pianificato di tenere referendum nel prossimo fine settimana per unirsi alla Russia – un’altra indicazione che il conflitto potrebbe avvicinarsi alla fine del gioco.

“I referendum per unirsi alla Russia nelle regioni occupate dell’Ucraina rilanciano le preoccupazioni sull’offerta”, ha detto un osservatore del mercato.

Da agosto, il flusso di cereali dall’Ucraina è aumentato grazie a un corridoio di grano mediato dalle Nazioni Unite dai porti di Pivdennyi, Odessa e Chornomorsk nel Mar Nero, alleviando parte della pressione sui mercati internazionali.

“O la rotta del mare si chiude o altri acri vengono persi l’anno prossimo”, ha detto un’altra fonte, se il referendum urgente dovesse cadere a favore di tali regioni – Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia – che si uniscono alla Russia.

Molte delle regioni hanno visto le forze ucraine fare guadagni territoriali negli ultimi giorni, e gli analisti occidentali vedono la mossa di Mosca come un tentativo calcolato di arginare ulteriori progressi. Questa proposta è stata la stessa utilizzata durante l’annessione della Crimea, con i politici russi che sostenevano che un voto a favore dell’adesione alla Russia significherebbe che qualsiasi ulteriore attacco ucraino nelle suddette quattro regioni sarebbe considerato un attacco alla Russia, piuttosto che una controffensiva sull’Ucraina occupata.

“Dopo gli emendamenti alla costituzione del nostro stato, nessun futuro leader della Russia, nessun funzionario, sarà in grado di invertire queste decisioni”, ha detto martedì il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev.

Tuttavia, e come sottolineato dall’articolo di AgriCensus, resta da vedere se le autorità di occupazione hanno abbastanza controllo strutturale per organizzare un referendum.


TEMPI FREDDI stanno tornando, le medie latitudini si stanno RAFFREDDANDO in linea con la grande congiunzione, l’attività solare storicamente bassa, i raggi cosmici che nucleano le nuvole e una corrente a getto meridionale (tra le altre forzature).
Sia il NOAA che la NASA sembrano concordare, se si legge tra le righe, con NOAA che afferma che stiamo entrando in un grande minimo solare in piena regola alla fine del 2020, e la NASA vede questo prossimo ciclo solare (25) come il più debole degli ultimi 200 anni, con i precedenti spegnimenti solari periodi prolungati di raffreddamento globale QUI.
Inoltre, non possiamo ignorare la moltitudine di nuovi articoli scientifici che affermano l’immenso impatto che il Beaufort Gyre potrebbe avere sulla Corrente del Golfo, e quindi sul clima in generale.


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: