Un uomo ha brandito l’arma più potente contro il mondo

Il 17 agosto 2022, il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha persino ammesso pubblicamente i fallimenti dell’agenzia, affermando: “siamo responsabili di alcuni errori piuttosto drammatici e piuttosto pubblici dai test, ai dati, alle comunicazioni”.


La storia in breve
  • L’attenzione dell’America sulla biosicurezza è iniziata sul serio durante la seconda amministrazione Bush-Dick Cheney, in qualità di vicepresidente, era responsabile di mettere tutta la ricerca sulla biodifesa sotto gli auspici del dottor Anthony Fauci e del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID)
  • Dal 2003 Fauci è responsabile della ricerca sulla biodifesa civile e dello sviluppo iniziale di contromisure mediche contro le minacce terroristiche da malattie infettive
  • Non esiste una distinzione amministrativa significativa tra biodifesa e ricerca scientifica in generale e Fauci è stato l’unico decisore per tutto questo, senza supervisione
  • Fauci ha seguito le orme di Cheney, usando le stesse tattiche per ingannare il pubblico americano portandolo alla guerra. Cheney ha fatto trapelare false informazioni alla stampa e poi ha utilizzato quella copertura della stampa per giustificare l’invasione dell’Iraq. Fauci ha supervisionato la stesura di un documento in cui denunciava la teoria delle perdite di laboratorio, quindi ha utilizzato quel documento come “prova” che SARS-CoV-2 è sorto naturalmente
  • COVID-19 è una guerra contro il pubblico, allo scopo di costringerci a un Nuovo Ordine Mondiale, un Governo Mondiale guidato da una cabala globalista, dove la “biosicurezza” è la giustificazione per la rimozione dei diritti e delle libertà costituzionali

Il 17 agosto 2022, il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha persino ammesso pubblicamente i fallimenti dell’agenzia, affermando: “siamo responsabili di alcuni errori piuttosto drammatici e piuttosto pubblici dai test, ai dati, alle comunicazioni”.1,2,3

Per salvare la faccia, Walensky sta riorganizzando l’agenzia, ma considerando la misura in cui i funzionari del CDC hanno mentito, offuscato e violato le leggi intese a proteggere la salute pubblica, è altamente improbabile che il CDC possa mai recuperare la propria credibilità.


Abolire il CDC

Il CDC è corrotto irreparabilmente e, come notato dal fondatore e presidente del Brownstone Institute Jeffrey Tucker,4 l’unico modo per riparare una burocrazia catturata è sbarazzarsene:

«Qualsiasi serio sforzo per porre fine alla crisi deve affrontare il problema dello stato amministrativo e del suo potere burocratico. Senza quella concentrazione, nessuno sforzo di riforma può arrivare da nessuna parte…

Il motivo è semplice: una società libera e funzionante non può coesistere con una bestia non democratica come questa a piede libero, che fa le proprie leggi e calpesta diritti e libertà senza il controllo dei leader eletti. Fino a quando lo stato amministrativo non sarà defangato e privato del potere, non ci sarà alcun governo rappresentativo e nessuna speranza di cambiamento.

È ovvio che le burocrazie non si riformeranno da sole… La riforma sarà… cosmetico senza realtà. Non affronterà il problema centrale come chiaramente affermato da Harvey Risch:5 “asservimento all’industria e incompetenza epidemiologica”…

Dopo che Betsy DeVos ha lasciato il Dipartimento dell’Istruzione, e osservando dall’interno che disastro fosse veramente, ha detto ciò che doveva essere detto. Abolitelo. Spegnetelo. Definanziatelo completamente. Dimenticatelo. Non fa nulla di utile. Tutto ciò che fa può essere eseguito meglio a livello statale o nei mercati privati. Tutto vero.

Ciò che dice il Dipartimento dell’Istruzione è altrettanto vero per altre cento agenzie dello stato amministrativo. Ultimamente si è parlato di abolire l’FBI. Ottimo, fallo. Lo stesso vale per il CDC. E’ ora. Subito. Stacca la spina al tutto e vendi l’immobile.

Veramente non c’è altra opzione che continuare a fare quello che stiamo facendo ora. Lo status quo è intollerabile. Se un Serio Congresso riformista arriva al potere, l’abolizione e non la riforma e non i tagli, deve essere il punto di partenza della discussione…

Ci deve essere un elenco da abolire e qualsiasi istituzione del governo federale con la parola agenzia, dipartimento o ufficio deve essere su di esso… La società stessa, che è più intelligente della burocrazia, può gestire il resto.»


L’ascesa dello stato di biosicurezza americano

Per capire come e perché il CDC si è trasformato in un’agenzia che lavora contro, invece che per, il bene pubblico, dobbiamo dare un’occhiata alla storia della biodifesa americana. Due giornalisti hanno recentemente dedicato articoli a questo problema.

In un articolo di Unherd del 29 agosto 2022,6 Ashley Rindsberg ha esaminato come il Dr. Anthony Fauci è salito al potere come il dipendente federale più pagato, seduto al “vertice dell’infrastruttura di biodifesa americana”, con un’autorità quasi illimitata, almeno per quanto riguarda la scienza; cosa viene finanziato e cosa no.

“Per capire l’ascesa di Fauci… dobbiamo tornare ai primi mesi degli anni 2000, quando una nuova amministrazione aggressiva si stava assestando al potere”, scrive Rindsberg. George W. Bush entrò in carica con Dick Cheney come vicepresidente. Cheney aveva già servito come segretario alla difesa sotto George HW Bush.

Secondo Rindsberg, l’amministrazione Bush “è salita al potere con armi biologiche e malattie infettive in cima alla mente, con Cheney che cercava di affrontare il buco nella sicurezza nazionale americana lasciato dalla mancanza di una strategia coerente di biodifesa del paese”.

La biodifesa è diventata una preoccupazione ancora più importante all’indomani dell’11/9, quando lettere contenenti antrace sono state inviate ai membri dei media e a due senatori degli Stati Uniti. Delle 22 persone infette da antrace, cinque sono morte. Secondo Rindsberg, Cheney “è servito come motore politico dietro un cambiamento di paradigma che avrebbe presto avuto luogo nella strategia di biodifesa americana”.


La biodifesa per il 21° secolo

Appena sei giorni prima dell’11/9, Joe Biden, allora presidente della commissione per le relazioni estere del Senato, aveva condotto un’audizione sulla minaccia del bioterrorismo e della diffusione delle malattie infettive.

Successivamente a quell’audizione, nel giugno 2002, il presidente Bush firmò la direttiva “Biodifesa per il 21° secolo”7, il cui scopo era quello di promuovere un “quadro completo” per la biodifesa degli Stati Uniti, basato sul presupposto che l’America potesse essere devastata da un attacco di armi biologiche.

La direttiva ha delineato i “pilastri essenziali” del programma di biodifesa degli Stati Uniti, tra cui la consapevolezza delle minacce e la valutazione della vulnerabilità, la prevenzione e la protezione, la sorveglianza e il rilevamento, la risposta e il recupero. L’anno prima, nel giugno 2001, i politici di alto livello avevano anche eseguito una simulazione da tavolo di due giorni di un attacco di vaiolo chiamato Dark Winter.

“Destinato … per esporre le vulnerabilità, l’operazione ha mostrato quanto velocemente un disastro di salute pubblica potrebbe portare a un caos diffuso e al collasso sociale. Questa era la roba di cui sono fatti gli incubi – e, a detta di tutti, quelli erano gli incubi che Dick Cheney stava avendo”, scrive Rindsberg. E continua:8

«Per quanto significativa, la trasformazione [di Cheney] del quadro di biodifesa dell’America faceva parte di un riposizionamento molto più ampio della strategia geopolitica a lungo termine, uno sforzo guidato anche da Cheney.

All’indomani del crollo dell’Unione Sovietica nei primi anni Novanta, Cheney, allora Segretario alla Difesa sotto George H.W. Bush, insieme al sottosegretario alla Difesa Paul Wolfowitz, iniziò a formulare una grande strategia per l’era post-Guerra Fredda.

Questo piano, rivelato in un famigerato memo trapelato,9 era radicato in un unico obiettivo strategico: l’America dovrebbe rimanere permanentemente la superpotenza mondiale. I suoi architetti hanno sostenuto che gli Stati Uniti lo avrebbero fatto solo preservando la “profondità strategica” per “modellare l’ambiente di sicurezza”.

Il memo iniziale trapelato è stato successivamente rielaborato dal capo dello staff di Cheney, Scooter Libby, che ha ampliato il concetto10 di “profondità strategica” per coprire non solo la portata geografica, ma anche la capacità di condurre una guerra con armi che potrebbero non solo paralizzare le capacità militari di un nemico, ma interrompere la sua stabilità politica, economica e sociale.»


Come la biodifesa è diventata dominio di Fauci

Nel 2002, l’amministrazione Bush ha quintuplicato la spesa per la biodifesa a 317 milioni di dollari. Nello stesso anno, la sindrome respiratoria acuta grave (SARS), è scoppiata in Cina, e nel 2003, proprio mentre la SARS veniva contenuta, è emersa l’influenza aviaria H5N1.

Le epidemie back-to-back hanno agito come carburante per l’erezione di uno stato di biosicurezza, e nel 2003, l’amministrazione Bush ha aumentato il bilancio annuale della biodifesa a $ 2 miliardi – una somma sbalorditiva all’epoca. Bush ha anche stanziato altri 6 miliardi di dollari per lo sviluppo e lo stoccaggio di vaccini nel decennio a venire.

Ma il finanziamento era solo una parte della sfida. Per prepararsi veramente a un attacco di armi biologiche, la ricerca doveva essere condotta e coordinata, e a tal fine, Cheney ha portato tutti i programmi di ricerca sulla biodifesa sotto la competenza di un’unica entità: il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), guidato da Fauci.

Così, dal 2003, Fauci è stato responsabile della “ricerca sulla biodifesa civile con particolare attenzione alla ricerca e allo sviluppo precoce di contromisure mediche contro le minacce terroristiche da malattie infettive e l’esposizione alle radiazioni”.11

Inoltre, come spiegato da Rindsberg, “per quanto riguarda il NIAID, non c’era alcuna distinzione amministrativa significativa tra biodifesa e ricerca scientifica. Con un tratto di penna di Cheney, tutti gli sforzi di biodifesa degli Stati Uniti, classificati o non classificati, sono stati posti sotto l’egida di Anthony Fauci”.

Questo, in poche parole, spiega il potere di Fauci. Come capo dell’infrastruttura di biodifesa, Fauci ha, per decenni, avuto un canale aperto direttamente nella massima carica della Casa Bianca. È anche esente da supervisione. Per tutti questi anni, ha avuto carta bianca per approvare e condurre qualsiasi ricerca sulla biodifesa che voleva, senza che nessuno gli dicesse il contrario.

Spiega anche perché è il dipendente più pagato del governo federale, guadagnando più del presidente stesso. Una parte significativa dello stipendio annuale di $ 417.600 di Fauci12 è un compenso per la sua leadership nella ricerca sulla biodifesa.


Il COVID-19 è il più grande fallimento di Fauci

Come cane di punta della ricerca sulla biodifesa, era compito di Fauci impedire che COVID-19 devastasse gli Stati Uniti. Invece, nel 2017, ha annunciato con sicurezza che l’allora presidente Trump avrebbe “senza dubbio” dovuto affrontare una “epidemia di malattie infettive a sorpresa”,13 e poi ha continuato a emettere una serie infinita di raccomandazioni contrastanti come capo del team di risposta al coronavirus della Casa Bianca.

Nel gennaio 2022, i repubblicani del Comitato di supervisione della Camera hanno pubblicato e-mail del National Institutes of Health che mostravano Fauci e l’ormai ex direttore del NIH Francis Collins hanno guidato lo sforzo per seppellire la teoria delle perdite di laboratorio, anche se il consenso all’inizio di febbraio 2020 era che il virus probabilmente trapelava dal laboratorio di Wuhan e che sembrava essere stato geneticamente modificato.

Il 4 febbraio 2020, Fauci e Collins hanno ricevuto una bozza dell’articolo, “The Proximal Origin of SARS-CoV-2”, successivamente pubblicato su Nature Medicine.14 La bozza originale non è mai stata rilasciata al pubblico, ma abbiamo una risposta via e-mail da Fauci, in cui si opponeva all’inclusione del passaggio seriale attraverso topi umanizzati.

Nella sua forma finale, l’articolo di Nature Medicine ha respinto l’idea che il virus abbia avuto origine in un laboratorio, proponendo invece che deve essersi evoluto naturalmente, anche se non esistevano prove effettive per questo.


I pericoli della ricerca sulla biodifesa sono evidenti

Per anni, un certo numero di critici ha avvertito che la ricerca sulla biodifesa potrebbe portare proprio a ciò che stiamo cercando di evitare, vale a dire un’epidemia di malattie infettive, perché anche i laboratori di massima sicurezza sono soggetti a perdite e incidenti.

Uno di questi critici è Richard Ebright, professore di chimica e biologia chimica alla Rutgers University. Nel 2003, ha avvertito che il fiorente sforzo di biodifesa, sebbene ben intenzionato, “potrebbe perversamente avere esattamente l’effetto opposto”.15

Fauci, da sempre difensore della ricerca rischiosa (e come ora comprendiamo, per ragioni egoistiche), ha respinto le preoccupazioni di Ebright come “spurie”. Oggi, il licenziamento di Fauci suona vuoto, poiché i documenti ottenuti attraverso varie richieste del Freedom of Information Act (FOIA) mostrano che lui e Collins sembrano essere stati più che un po’ nervosi per le persone che scoprono di aver finanziato la ricerca sul guadagno di funzione sui coronavirus.16 Come riportato dagli Stati Uniti. Diritto di sapere (USRTK):17

«Nei primi giorni della pandemia, Anthony Fauci e Francis Collins hanno inviato un’e-mail sui coronavirus in fase di studio presso l’Istituto di virologia di Wuhan e sul fatto che avessero indirizzato i soldi al laboratorio, un’e-mail ottenuta dagli Stati Uniti. Diritto di conoscere gli spettacoli.

Collins… e Fauci… si sono scambiati e-mail il 1° febbraio 2020, su un preprint18 scritto da Zhengli Shi, direttore del Centro per le malattie infettive emergenti dell’Istituto di virologia di Wuhan. Il preprint descriveva i coronavirus dei pipistrelli in studio presso il laboratorio, tra cui un coronavirus geneticamente simile al coronavirus che causa COVID-19.

Le e-mail mostrano che Collins e Fauci erano preoccupati per i legami tra l’Istituto di virologia di Wuhan e NIH. “Nel caso in cui non avessi visto questo preprint di una settimana fa”, ha detto Collins in una e-mail del 1° febbraio 2020 a Fauci. “Nessuna prova che questo lavoro sia stato supportato da NIH”…

Circa due ore dopo lo scambio di e-mail, Collins e Fauci si sarebbero uniti a una teleconferenza segreta con un gruppo di virologi che stavano esaminando da vicino il nuovo coronavirus. La teleconferenza ha innescato una spinta di alto profilo per screditare l’ipotesi della perdita di laboratorio.

La rivelazione che Collins e Fauci stavano discutendo se NIH avesse finanziato il lavoro sui coronavirus simile al SARS-CoV-2 nel laboratorio di Wuhan nelle ore precedenti suggerisce che la politica potrebbe essere stata in gioco.»


Come Cheney ci ha ingannato in guerra

Il secondo articolo19 per approfondire i legami tra Cheney e Fauci è stato pubblicato da Sam Husseini, il 7 settembre 2022. Husseini, tuttavia, getta il suo riflettore sul modo in cui entrambi questi personaggi hanno usato le bugie per promuovere l’agenda della biosicurezza:

«Vent’anni fa, la “giunta Cheney-Bush” … ha lanciato la sua campagna di propaganda per invadere l’Iraq … L’8 settembre 2002, il New York Times ha pubblicato in prima pagina la storia “Gli Stati Uniti dicono che Hussein intensifica la ricerca di parti di bombe atomiche”…

Lo stesso giorno, l’allora vicepresidente Dick Cheney è apparso su Meet the Press … pubblicizzando la storia del New York Times come prova che Hussein stava tentando di acquisire “i tipi di tubi necessari per costruire una centrifuga e la centrifuga è necessaria per prendere uranio di bassa qualità e trasformarlo in uranio altamente arricchito, che è ciò che devi avere per costruire una bomba”. Colin Powell e Condoleezza Rice seguirono l’esempio di Cheney in altri spettacoli.»

Il problema, ora lo sappiamo, è che la “fonte anonima” citata dal New York Times ha mentito. Peggio ancora, cheney stesso sembra essere stato quella fonte. In altre parole, Cheney ha fatto trapelare la falsa storia alla stampa, e poi ha usato quella copertura mediatica per sostenere la sua raccomandazione di invadere l’Iraq.

«Anche il mainstream Bob Simon della CBS avrebbe poi osservato a Bill Moyers su Cheney: “Fai trapelare una storia, e poi citi la storia. Voglio dire, è una cosa straordinaria da fare”, scrive Husseini,20 aggiungendo: “Notevole è in realtà un eufemismo. Si sta impegnando in una cospirazione de facto per ingannare il pubblico degli Stati Uniti in guerra”.»


Fauci sorpreso a impiegare lo stesso trucco

Prendendo una pagina direttamente dal manuale di Cheney, Fauci ha usato esattamente lo stesso trucco quando, nell’aprile 2020, gli è stato chiesto di affrontare il suggerimento che SARS-CoV-2 fosse stato creato dall’uomo.

Fauci ha proseguito citando “uno studio … dove un gruppo di virologi evoluzionisti altamente qualificati ha esaminato le sequenze lì e le sequenze nei pipistrelli mentre si evolvono. E le mutazioni che ci sono volute per arrivare al punto in cui si trova ora sono totalmente coerenti con un salto di specie da un animale a un essere umano”.

Quel documento era “The Proximal Origin of SARS-CoV-2”21 che ho appena discusso sopra – l’articolo che Fauci e Collins hanno curato prima della sua pubblicazione su Nature Medicine. Quindi, Fauci ha curato l’articolo22 e poi ha usato quel documento come “prova” per sostenere la sua posizione irrazionale che il virus si è verificato naturalmente.

Proprio come Cheney si è impegnato in una “cospirazione di fatto per ingannare il pubblico degli Stati Uniti in guerra”, Fauci si è impegnato in una cospirazione di fatto per ingannare il pubblico a rinunciare alle sue libertà e mezzi di sussistenza in nome della biosicurezza. Quindi, come notato da Husseini,23 “Una cosa che dovrebbe essere tenuta a mente mentre si analizzano le affermazioni e le “esposizioni” è che alcune sono di fatto storie di copertina”.


La “biodifesa” è diventata una macchina da guerra contro il pubblico

Ora, a quasi tre anni dalla debacle del COVID, è chiaro che questa è davvero una guerra. È una guerra contro il pubblico americano, allo scopo di costringerci in un Nuovo Ordine Mondiale, un Governo Mondiale Unico gestito da una cabala globalista, dove la “biosicurezza” è la giustificazione per la rimozione dei diritti e delle libertà costituzionali.

Le istituzioni che hanno facilitato questa guerra al pubblico americano devono essere abolite e smantellate, e gli individui responsabili al loro interno devono rendere conto dei loro ruoli.

La stessa guerra viene condotta dai governi di tutto il mondo, contro i loro stessi cittadini, per la stessa ragione e con lo stesso scopo. Fauci, come Cheney prima di lui, è responsabile di averci portato in questa guerra, e di tenerci dentro, usando bugie e propaganda.

La guerra in Iraq – lanciata con falsi pretesti – è durata otto anni. Senza dubbio, il COVID potrebbe essere sospeso anche per quel tempo, a meno che la verità non sia finalmente riconosciuta dalle masse.

E, per tornare al punto di partenza, le istituzioni che hanno facilitato questa guerra al pubblico americano devono essere abolite e smantellate, e gli individui responsabili al loro interno devono essere ritenuti responsabili dei loro ruoli. Questo include non solo Fauci e Walensky, ma anche una miriade di altri.

Fonti & Referenze

Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto.

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: