L’imperialismo statunitense creerà intenzionalmente un’altra guerra mondiale?

Negli ultimi mesi, gli Stati Uniti hanno versato miliardi di dollari delle tasse in Ucraina, apparentemente per aiutare l’Ucraina a combattere per la libertà e preservare la democrazia. Questo nonostante il fatto che l’Ucraina sia stata a lungo considerata uno dei paesi più corrotti al mondo


La storia in breve
  • Per più di un secolo, gli Stati Uniti si sono immischiati negli affari di altri paesi contro la volontà delle stesse popolazioni che affermiamo di aver “salvato”
  • Tra il 1946 e il 2000, gli Stati Uniti hanno interferito in più di 80 elezioni estere. Ripetutamente, gli Stati Uniti hanno orchestrato colpi di stato per rimuovere i leader eletti democraticamente, il tutto in nome della “difesa della democrazia”
  • Hawaii, Cuba, Filippine, Nicaragua, Haiti, Repubblica Dominicana, Iran, Guatemala, Indonesia, Congo, Iraq e Honduras sono solo alcuni esempi di paesi vittime dell’imperialismo americano
  • L’ingerenza dell’America nelle elezioni estere è stata a lungo razionalizzata come un fatto “per una buona causa”, ma una nazione che afferma di valutare i processi democratici può minare proprio quei processi in altri paesi e chiamarla difesa della democrazia?
  • Gli Stati Uniti stanno ancora mostrando i loro muscoli imperialisti, questa volta cercando di intensificare il conflitto tra Russia e Ucraina in un’altra guerra mondiale e, potenzialmente, uno scambio nucleare

Negli ultimi mesi, gli Stati Uniti hanno versato miliardi di dollari delle tasse in Ucraina, apparentemente per aiutare l’Ucraina a combattere per la libertà e preservare la democrazia. Questo nonostante il fatto che l’Ucraina sia stata a lungo considerata uno dei paesi più corrotti al mondo e il fatto che nessuno sappia dove stiano effettivamente andando tutti questi soldi. Insomma, l’intera operazione sembra essere una copertura per il riciclaggio di denaro.

Ma l’ingerenza dell’America nel conflitto ucraino rivela anche che non è disposta a rinunciare alle sue tendenze imperialiste. Come notato dalla conduttrice del podcast “Bad Faith” Briahna Joy Gray nel video sopra, l’amministrazione Biden ha ripetutamente affermato che la nostra missione è indebolire la Russia, il che NON è la stessa cosa che aiutare l’Ucraina.

Curiosamente, la sinistra politica, storicamente contraria alla guerra, ora è totalmente favorevole. Nel suo segmento, Gray discute dei sorprendenti attacchi dei liberali contro coloro che chiedono diplomazia. Gray, un democratico, è insoddisfatto delle argomentazioni della sinistra sul perché gli Stati Uniti dovrebbero essere coinvolti nel conflitto in Ucraina.

Un argomento avanzato è che 500 bambini ucraini sono stati spediti in Russia, un crimine umanitario che non può rimanere impunito. Ma ci sono bambini a grave rischio in tutto il mondo.

Fino a quando o a meno che qualcuno non possa articolare in modo coerente perché i bambini ucraini sono più importanti dei bambini in qualsiasi altra regione, Gray sospetta che questa sia solo un’altra fragile scusa per nascondere il fatto che il nostro coinvolgimento in Ucraina non è altro che un’altra operazione militare per promuovere l’imperialismo americano.

L’ascesa dell’imperialismo americano

Mentre gli Stati Uniti sono stati un faro di speranza e libertà sin dal loro inizio, nel tempo è sbocciato anche un lato più oscuro e nefasto lungo la strada.

Come spiegato in “Democracy Now!” nel video qui sotto, intitolato “Overthrow: 100 Years of US Medling and Regime Change”, gli Stati Uniti hanno una lunga storia di ingerenze negli affari di altri paesi, contro i desideri delle stesse popolazioni che affermiamo di aver “salvato”.

Come notato in quel video, “facendo un conteggio, gli Stati Uniti hanno interferito in più di 80 elezioni straniere tra il 1946 e il 2000. E questo non conta i colpi di stato e le invasioni sostenute dagli Stati Uniti”.

L’ingerenza delle Americhe nelle elezioni estere è stata a lungo razionalizzata come un fatto ‘per una buona causa’, ma è davvero vero? Come può una nazione che afferma di valutare i processi democratici minare quegli stessi processi in altri paesi e chiamarlo difesa della democrazia?

L’America paga solo a parole alla democrazia

Hawaii, Cuba, Filippine, Nicaragua, Haiti, Repubblica Dominicana, Iran, Guatemala, Indonesia, Congo, Iraq e Honduras sono solo alcuni esempi di paesi vittime dell’imperialismo americano. Ripetutamente, gli Stati Uniti hanno orchestrato colpi di stato per rimuovere i leader eletti democraticamente, il tutto in nome della “difesa della democrazia”.

Overthrow: America’s Century of Regime Change From Hawaii to Iraq
The True Flag

Kinzer inizia descrivendo le circostanze che circondano il rovesciamento del primo ministro iraniano democraticamente eletto Mohammad Mossadegh nel 1953. Mossadegh, dice Kinzer, voleva anteporre gli interessi dell’Iran e del suo popolo agli interessi degli Stati Uniti, e questo è ciò che ha portato alla sua rimozione.

È importante sottolineare che con il successo del rovesciamento di Mossadegh, gli Stati Uniti non solo si sono sbarazzati di questo leader eletto democraticamente. Ha definitivamente distrutto il processo democratico in Iran. Come notato da Kinzer:

«Non è stato solo un attacco a una persona, ma un attacco alla democrazia, e il motivo per cui abbiamo attaccato quella democrazia è perché la democrazia ha prodotto la persona sbagliata. Ci piacciono le elezioni ed i processi democratici, ma devono produrre i candidati che ci piacciono. Altrimenti la nostra approvazione scompare.»

È importante dire che Kinzer sottolinea le “operazioni di influenza” americane in altri paesi, nel tempo, non solo finiscono per distruggere il paese bersaglio, ma finiscono anche per danneggiare la sicurezza nazionale degli stessi Stati Uniti. Quindi, l’imperialismo americano ha avuto un effetto incredibilmente negativo, nel complesso, in tutto il mondo, non ultimo l’ascesa delle dittature in tutto il mondo.

L’ascesa e la caduta della Lega antimperialista americana

Nel libro di Kinzer “The True Flag”, descrive la storia di come gli Stati Uniti sono arrivati ​​​​ad abbracciare l’imperialismo, nonostante l’essere contrario ai valori americani. Nel 1898 fu fondata la Lega antimperialista1 che divenne una forza importante nella politica americana. Ha esercitato forti pressioni contro l’imperialismo americano e l’intervento straniero.

La sua argomentazione principale era che l’imperialismo violava i principi fondamentali inerenti a un governo repubblicano giusto e, come tale, rendeva necessario l’abbandono degli ideali su cui erano fondati gli Stati Uniti. Sfortunatamente, l’opinione pubblica maggioritaria alla fine si schierò con gli imperialisti e la Lega antimperialista si sciolse nel 1920.

Controllo mentale e droghe assassine non rintracciabili

Gottlieb è stato descritto come un “chimico visionario” che ha lavorato per la CIA – un “mastro mago e torturatore dal cuore gentile, l’avvelenatore in capo dell’agenzia”. Gottlieb dirigeva l’ormai famigerato progetto di controllo mentale MK-ULTRA della CIA, che includeva “brutali esperimenti in prigioni segrete in tre continenti”. La base di partenza chiave, tuttavia, era Fort Detrick.

Come spiegato da Kinzer, l’obiettivo principale di MK-Ultra era scoprire il segreto del controllo mentale. Il lavoro di Gottlieb era così segreto che pochissimi all’interno della CIA sapevano della sua esistenza, per non parlare a cosa stesse lavorando.

Sieri della verità, droghe amnesiche e pozioni progettate per indurre una persona ad agire dopo essere stata programmata per un compito e aver cancellato la memoria della programmazione facevano tutti parte del kit di strumenti che Gottlieb cercava di sviluppare.

L’origine dell’idea alla base di MK-Ultra fu l’allora vicedirettore della CIA, Allen Dulles, che assunse Gottlieb nel 1951.2 Dulles divenne il primo direttore civile della CIA, posizione che mantenne dal 1953 al 1961.

Gottlieb ha anche sviluppato una varietà di farmaci usati dalla CIA che potrebbero uccidere o mutilare senza lasciare traccia. Qui, gli obiettivi previsti erano i leader stranieri contrassegnati per l’assassinio. Nel 2015, The Intercept pubblicò un articolo3,4 sul comportamento patologico di Dulles e le sue connessioni con lo stato profondo.

La conferenza di Kinzer è troppo ampia per essere trattata qui, quindi ti incoraggio ad ascoltarla. È affascinante, anche se un po’ una traccia secondaria rispetto al tema principale dell’imperialismo americano. Ma voglio riassumere due dei risultati chiave scoperti da Gottlieb dopo un decennio delle sessioni di tortura più intense e grottesche mai condotte, con l’approvazione del governo degli Stati Uniti, nientemeno che.

Primo, sì, è possibile spezzare la mente umana. E secondo, no, non è possibile inserire una nuova mente nella mente che hai rotto. Sulla stessa linea, ha concluso che non puoi programmare una persona per uccidere qualcuno e poi dimenticare che è stato lui. Alla fine, Gottlieb ha concluso che il vero controllo mentale è un mito. Che le persone possano essere uccise usando droghe senza tracce, tuttavia, rimane un dato di fatto.

Gli Stati Uniti stanno cercando di intensificare la guerra in Ucraina?

Al giorno d’oggi, gli Stati Uniti stanno ancora mostrando i loro muscoli imperialisti, questa volta cercando apparentemente di intensificare il conflitto tra Russia e Ucraina. Il professore della Columbia University Jeffrey Sachs,5 un economista, analista di politiche pubbliche e direttore del Center for Sustainable Development, afferma di aver supplicato la Casa Bianca di negoziare la pace e di scoraggiare l’Ucraina dall’adesione alla NATO (vedi video sopra).

Si sono rifiutati, dicendo che chiunque ha il diritto di aderire alla NATO se lo desidera. Ma come ha acutamente notato Sachs, non si tratta del “diritto” dell’Ucraina di aderire alla NATO, ma della minaccia che rappresenta per i suoi vicini, la Russia in particolare.

La Russia è stata a lungo molto chiara sul fatto che non permetterà all’Ucraina di entrare a far parte della NATO, per il semplice fatto che collocherebbe una presenza militare della NATO proprio al suo confine. La Russia vuole che l’Ucraina rimanga una “zona cuscinetto” indipendente tra se stessa ed i paesi della NATO.

Agli Stati Uniti andrebbe bene se il Messico formasse un’alleanza militare con la Cina, installando militari cinesi al nostro confine meridionale? Meraviglie di Sachs. È altamente improbabile, eppure è quello che stanno perseguendo in Ucraina.

Dall’ingresso della Russia in Ucraina, gli Stati Uniti non hanno fatto altro che spingere per l’escalation del conflitto, al punto che ora sentiamo previsioni sulla guerra nucleare. Perché dovremmo correre tali rischi? Prendere posizione a favore del “diritto” dell’Ucraina di aderire alla NATO? È al di là dell’irrazionale, ma è lì che siamo.

La Russia sta ora accusando i governi britannico e americano di aver fatto esplodere intenzionalmente i suoi gasdotti Nordstream 1 e 2, presumibilmente sulla base delle informazioni trovate dagli hacker russi sull’iPhone dell’ex primo ministro Liz Truss. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha negato le accuse, definendole “prive di fondamento”.6

Tuttavia, qualcuno ha fatto saltare in aria gli oleodotti – e non è stato certo opera della Russia – che è l’ennesimo tentativo intenzionale di intensificare il conflitto. A margine, sembra certamente che gli Stati Uniti desiderino un’escalation nucleare e dovremmo essere grati che Vladimir Putin abbia finora agito con estrema moderazione in risposta ad atti di guerra non dichiarati.

Abbiamo bisogno di una nuova leadership più sana

In un discorso programmatico alla conferenza The American Conservative “Up From Chaos” alla fine di marzo 2022, l’imprenditore e investitore David Sacks ha osservato:7

«Siamo di fronte alla situazione più pericolosa della politica estera americana dalla crisi dei missili cubani. I russi hanno messo in allerta il loro arsenale nucleare e ci hanno avvertito di stare fuori dalla loro invasione dell’Ucraina. I nostri “esperti” nel governo e nei media ci alimentano un flusso di informazioni che oscilla tra la paura e l’arroganza speranzosa.

Ci dicono da un lato che le ambizioni territoriali della Russia non si fermeranno all’Ucraina e alla fine minacceranno tutta l’Europa, ma dall’altro che l’esercito russo è impantanato e sull’orlo di una sconfitta umiliante.

Ci dicono in un attimo che possiamo tranquillamente intensificare il nostro coinvolgimento, ma nel loro prossimo respiro in preda al panico dichiarano che Putin è un pazzo capace di tutto. Ci rassicurano sul fatto che una “No Fly Zone” non farà precipitare la terza guerra mondiale, mentre a volte dichiarano apertamente che siamo già nella terza guerra mondiale, quindi andiamo avanti.

Come può un cittadino americano che ascolta queste affermazioni contraddittorie e sconsiderate avere fiducia nella nostra classe di esperti? Abbiamo appena vissuto più di due anni in cui un altro gruppo di esperti ci ha fornito una serie di teorie e linee guida in costante mutamento sul COVID, solo per vedere molte di quelle previsioni e dichiarazioni sicure svelarsi.

Ma mentre quegli esperti di salute hanno sbagliato molto, il nostro sistema di politica estera ha sbagliato tutto per oltre due decenni. Hanno speso trilioni di dollari in Afghanistan, Iraq, Siria e Libia e hanno solo peggiorato tutte queste situazioni, scatenando morte e distruzione sconcertanti.

In ogni caso, ci hanno detto che stavamo vincendo e che i nostri obiettivi politici venivano raggiunti, fino al momento in cui il nostro ritiro ha messo a nudo l’entità del nostro totale fallimento … Quindi forse è il momento di ascoltare alcune nuove voci.»

La guerra fa parte del piano di acquisizione globalista

Forse la guerra mondiale era solo un piano di riserva, nel caso in cui la resistenza a uno stato di biosicurezza globale si fosse rivelata eccessiva (come è successo), o forse era sempre stata intesa come la seconda fase di The Great Reset.

Le contromisure pandemiche e il loro impatto devastante sull’economia mondiale sarebbero quindi la Parte 1. La guerra, per distruggere definitivamente ciò che resta delle nostre vecchie civiltà e cancellare le prove incriminanti di crimini finanziari sarebbe la Parte 2. Ad ogni modo, la guerra è decisamente sul tavolo.

La paura è lo strumento dei tiranni

Come notato dalla giornalista investigativa Whitney Webb nel suo articolo del 2 marzo 2022, “L’Ucraina e la nuova Al Qaeda”,8 la guerra in Ucraina sembra essere la manifestazione di una “profezia” della CIA promossa negli ultimi due anni, che prevedeva che una “rete transnazionale di suprematisti bianchi con presunti legami con il conflitto in Ucraina sarà la prossima catastrofe globale che si abbatterà sul mondo quando la minaccia di COVID-19 si ritirerà”.

In breve, il conflitto Ucraina-Russia potrebbe essere “l’atto di apertura per la nuova iterazione dell’apparentemente infinita Guerra al terrorismo”, scrive Webb. Questo, ancora una volta, risale alla necessità dei tecnocrati di produrre giustificazioni per l’implementazione di un The Great Reset.

Hanno bisogno che noi viviamo nella paura, perché un popolo timoroso darà volontariamente poteri di emergenza ai leader, che a loro volta ti toglieranno i tuoi diritti “per la tua stessa sicurezza”. Negli ultimi tre anni, anche il nostro diritto di esprimere la nostra opinione ci è stato tolto e le persone che contrastano con la narrativa ufficiale sono state identificate come “la minaccia terroristica interna n. 1”.9

I nostri governi hanno messo vicino contro vicino, genitore contro figlio e amico contro amico. Ogni volta che cediamo e adottiamo la loro retorica odiosa come nostra, loro vincono e noi perdiamo. Vincono mettendoci l’uno contro l’altro, perché se ci odiamo e ci combattiamo, non li odieremo e non li combatteremo, e loro lo sanno.

Le persone sono state anche messe l’una contro l’altra sul tema della Russia. Chiunque avesse osato essere d’accordo sul fatto che la Russia potesse avere una valida ragione per le sue azioni in Ucraina è stato immediatamente etichettato come un traditore. I russi che vivono in tutto il mondo sono stati sbancati e discriminati per nient’altro che per i loro nomi e l’origine nazionale. Gli atleti russi sono stati persino esclusi dalle competizioni internazionali.

L’idea sembra essere stata quella di svergognare e intimidire gli europei e gli americani nel sostenere una guerra nucleare con la Russia, che in realtà è a dir poco una missione suicida. Ma ha senso che questi leader abbiano pochi scrupoli al riguardo, considerando che stanno anche uccidendo e mutilando volontariamente le proprie popolazioni con terapie geniche sperimentali.

Ovviamente non si preoccupano di mantenere in vita le loro popolazioni. Sembrano piuttosto voler sbarazzarsi di quante più persone possibile, e una guerra devastante lo realizzerebbe molto meglio dei vaccini COVID, che lasciano tracce di atti scorretti e sospetti sulla loro scia.

Gli imperialisti, americani e non, sono disposti a rischiare tutto per realizzare la loro dittatura globale, ed è questo che li rende così pericolosi. Come Sachs, noi persone dobbiamo spingere per un cambiamento di rotta. Un modo per farlo è invitare i nostri rappresentanti politici a combattere per i negoziati di pace e porre fine alle tattiche di escalation.


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto.

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: