Le ipocrisie ideologiche della sinistra

Recenti rivelazioni da Twitter Files e dal rapporto del gran giurì della contea di Loudon evidenziano perché molte persone stanno abbandonando il genere rimasto e hanno risvegliato l’ideologia.

Modifica: Coffee e COVID hanno incluso il rapporto del gran giurì nel loro post di oggi. Ho incluso il rapporto del gran giurì tramite un collegamento ipertestuale per la frase “Incluso nel rapporto del gran giurì”, quindi cercalo di seguito se sei interessato a esaminarlo, ma cerca di capire che è pieno di dettagli frustranti.

Ho discusso di scrivere questo post, ma date le continue informazioni che vengono rilasciate, ho ritenuto importante trattare questo argomento.

Come ho detto prima, sono una di quelle persone che hanno definito “sinistra sinistra” dopo aver visto gran parte del marciume ideologico impossessarsi del partito che si è sempre proclamato il partito moralmente superiore.

Nel corso degli anni questo non mi è mai andato bene, e alla fine ho scoperto che gran parte delle proteste della sinistra erano piene di parole vacue, dirottando vari gruppi e movimenti per usarli come un club politico per battere coloro che non erano d’accordo con le loro idee.

Non si sono mai curati dei gruppi che manipolavano. Finché hanno ottenuto voti e sostegno finanziario, non ha avuto importanza. Molte di queste persone verrebbero abbandonate per il prossimo gruppo emarginato a cui la sinistra si aggrapperebbe.

Negli ultimi anni gran parte di questo dibattito è caduto nel campo dell’ideologia di genere e della sfida di ciò che sta accadendo esattamente nelle scuole.

Dato tutto quello che sta succedendo, ho scelto di evidenziare alcuni problemi che si sono verificati nelle ultime settimane che evidenziano perché la sinistra è diventata così odiata e perché coloro che una volta si consideravano progressisti/democratici si sono allontanati dal partito.

Marcire nelle scienze

Bret e Heather hanno discusso di diversi problemi con il risveglio che entra nelle scienze nel loro podcast Darkhorse, in cui evidenziano quanti di questi giornali un tempo rispettabili sono caduti in mano a questi ideologi.

Ce ne sono alcuni tra cui scegliere, e non riesco a ricordarli tutti, ma questo è uno dei più recenti di agosto in cui discutono di come Apparentemente l’America scientifica non riesce a comprendere l’idea che la scienza cambi man mano che vengono raccolte più informazioni. In questo caso, l’idea che gli esseri umani fossero una volta indicati come un sesso, e l’idea di due sessi come usato nei tempi moderni è fatto solo per rafforzare gli stereotipi di genere e razziali (???):

Il fatto che tali nozioni perniciose e non scientifiche possano farsi strada nelle scienze è motivo di allarme. La scienza si fonda su prove empiriche e sull’idea che le affermazioni debbano essere fondate indipendentemente dalle inclinazioni politiche dei ricercatori.

I fatti scientifici non dovrebbero preoccuparsi dei sentimenti, eppure questa idea non sembra reggere nemmeno alle dure scienze che vedono questa strisciante invasione dell’ideologia risvegliata.

Ideologia perniciosa nelle scuole

Questo marciume ideologico non esiste solo tra gli accademici delle università, ma si è diffuso anche nelle scuole pubbliche dove i bambini fanno gite sul campo per trascinare spettacoli di drag queen ed hanno persino tempo per le storie di drag queen nelle biblioteche.

Piuttosto, fanno parte di una tendenza crescente di introdurre pratiche sessuali ai bambini con il pretesto di “inclusività”, in particolare delle persone LGBTQ+. Ma ancora una volta, questa idea è assolutamente stonata e aggiunge a questa nozione che questi tentativi hanno lo scopo di influenzare i bambini e radicarli nell’ideologia, diventando anche un riflesso dannoso e stereotipato dei gruppi che presumibilmente sostengono.

Una cosa è insegnare l’educazione sessuale, un’altra è insegnare ai bambini atti sessuali. Apparentemente molti di questi ideologi non riescono a distinguere.

E se pensi che le scuole private siano al sicuro da tali idee, non esserne troppo convinto. Un recente video di Project Veritas mostra un preside di una scuola privata di Chicago che discute di come i dipendenti di un centro sanitario LGBTQ+ distribuissero giocattoli sessuali ai bambini per educarli. Questa educazione includeva insegnare a questi minori come sputare e usare il lubrificante:

È stato riferito che gli studenti presenti avevano un’età compresa tra i 14 e i 18 anni, anche se ciò non migliora le cose.

Ora, tali meccanismi sono preoccupanti, poiché alludono a un tentativo sistemico di influenzare e dirigere le idee delle giovani generazioni. Come millenial non riesco nemmeno a ricordare che tali idee mi siano state insegnate, e durante il tutoraggio di alcuni anni fa tali idee non sono mai state sollevate da nessuno dei miei studenti. Inoltre, penso che gli studenti che sollevano tali argomenti sarebbero molto a disagio per gli stessi motivi per cui insegnarlo ai bambini è molto scomodo.

Ma ancora una volta, tutto questo viene fatto con il pretesto dell’inclusività, e francamente questa idea funziona solo per stigmatizzare ulteriormente le persone che “hanno intenzione di aiutare”. Ridurre le persone agli atti sessuali che compiono o agli stili di vita che scelgono piuttosto che al carattere dell’individuo era qualcosa contro cui tutti ci veniva detto di combattere.

C’è una ragione per cui il film Bros è stato visto come così controverso, per essere un film su atti sessuali osceni e dissolutezza aperta, piuttosto che solo un film su un ragazzo che vuole incontrare un altro ragazzo.

“Una commedia romantica che ti dà tutte le sensazioni”…

Ironia della sorte, un punto di contesa sollevato dalla critica è un punto della trama in cui il personaggio principale vuole consentire ai bambini delle scuole elementari di visitare un museo gay per una gita scolastica, e alcuni hanno sostenuto che questa è una risposta al descritto in modo improprio Non dire Gay Bill”.

Sotto le idee di giustizia sociale è ora accettabile stereotipare a un livello così eclatante, anche se tali idee possono diventare dannose per la percezione pubblica di questi gruppi.

Tuttavia, una cosa è insegnare atti osceni ai minori, un’altra è quando le aggressioni vengono insabbiate a causa dell’ideologia.

Fallimenti sistemici nella contea di Loudon

Mostra anche quanti educatori si sono appena passati il ​​testimone l’un l’altro per capire cosa fare, piuttosto che adottare un approccio proattivo alle denunce di violenza sessuale. Quando il presunto aggressore è stato trasferito in un’altra scuola (sì, scioccante per uno che è stato accusato di un crimine per poter tornare a scuola), molte delle studentesse hanno riferito di sentirsi a disagio con l’aggressore. Alla fine, pochi mesi dopo si è verificata un’altra aggressione di una studentessa.

L’aggressione ha suscitato un sacco di polemiche non solo perché è avvenuta nel cortile della scuola, o perché la scuola ha tentato di nascondere che l’incidente è avvenuto, ma che l’allora quattordicenne era uno studente maschio che indossava una gonna, portando a discussioni sugli studenti transgender e le politiche della scuola della contea di Loudon, che sembravano entrambe offuscare il fatto che fosse stata denunciata un’aggressione sessuale.

Quando il padre della prima vittima è comparso a una riunione del consiglio, sua moglie è stata avvicinata da un presunto attivista, e lui [il padre] è stato informato da detto attivista che l’incidente non è accaduto ed è stato presto arrestato.

L’idea che un padre, la cui figlia è stata vittima di un’aggressione sessuale, sia stato informato dagli attivisti che l’incidente non si è verificato a causa del possibile sesso dell’aggressore sarebbe stata considerata assolutamente ridicola.

Non ho alcuna conoscenza sul sesso del presunto aggressore (il genere è diverso dal sesso), e se l’aggressore si identifica come trans, non binario o forse aveva autoginefilo (eccitazione sessuale negli uomini causata dall’indossare abiti femminili).

Ma tutto questo non dovrebbe avere importanza.

Il fatto che questo incidente abbia scatenato discussioni sulla politica transgender nelle scuole pubbliche e non la discussione su come le scuole gestiscono le aggressioni sessuali per assicurarsi che non si verifichino è un altro periodo ideologico che fa deragliare il discorso.

Il fatto che i genitori siano stati presi di mira per aver voluto adottare un approccio proattivo nella comprensione di ciò che i loro figli stanno imparando è, ancora una volta, ridicolo. Gli stessi insegnanti e funzionari del consiglio scolastico avrebbero incoraggiato i genitori a impegnarsi nell’educazione dei loro figli, ma solo ora tutto questo diventa un problema enorme. Essere esposti per possibili illeciti come coprire un’aggressione sessuale può rendere alcuni reticenti nel consentire ai genitori di capire l’effettivo accadimento nelle scuole.

Questo punto aggrava ancora di più la situazione. In tali circostanze ci si chiede cosa sapessero i genitori dell’assalitore del loro bambino. In questo caso, sembra che sia la madre che la nonna abbiano contattato il distretto scolastico per diversi anni per aiutarli con il loro bambino, che aveva già mostrato comportamenti preoccupanti e devianti.

Quindi non solo il sistema ha fallito le vittime delle aggressioni sessuali, il sistema ha fallito la famiglia dell’aggressore per anni ignorando le suppliche sul comportamento del loro bambino. Ma solo ora, quando il genere del bambino è in discussione, il discorso è cambiato per essere sull’ideologia e la politica di genere, offuscando le aggressioni sessuali e le ripetute suppliche sul comportamento deviante dell’aggressore.

E tutto questo è reso piuttosto ironico, poiché le persone che pretendono di essere contro il sistema si radunano a favore del sistema se il sistema sceglie di allinearsi su punti di discussione ideologici.

Questo sistema di copertura delle aggressioni sessuali non è qualcosa contro cui la sinistra si mobilita alla #MeToo, eppure se l’aggressore può presentare come queer, allora in qualche modo rende la situazione diversa e priva di discussioni sfumate? Questa mancanza di coerenza è così evidente, eppure la dissonanza cognitiva in mostra è una delle ragioni per cui ho trovato tali circostanze frustranti.

Tale ipocrisia non viene mai affrontata adeguatamente, ma invece viene loro permesso di manifestarsi e mantenere la rilevanza, anche a scapito di coloro che l’ideologia promuove che dovrebbe difendere.

Disturbo di moderazione selettiva

Le recenti rivelazioni dei file di Twitter hanno delineato un marciume più ampio e sistemico della censura che ha tentato di alterare il discorso online, comprese le prove della rimozione dell’allora presidente in carica Donald Trump da parte dei dipendenti di Twitter, così come il divieto ombra di molti individui come il dottor Jay Bhattacharya che è stato esplicito sui blocchi.

La natura censoria di Twitter è stata una delle discussioni trainanti sulle abrogazioni della Sezione 230, poiché non sembra esserci mai alcuna coerenza nella politica presso la sede centrale di Twitter su chi può utilizzare la loro piattaforma e chi può dire cosa senza essere bannato.

L’ultima volta che ho controllato il mio account Twitter, che ho usato per promuovere questo Substack, è stato inserito nella categoria “vietato fino a quando non elimini il tweet” per un tweet che includeva il mio articolo che criticava la teoria del veleno di serpente del Dr. Ardis. Suppongo che la parola per strada e la diffusione della popolarità del documentario Watch the Water abbiano portato alcune delle parole nel mio tweet ad essere prese di mira durante il fine settimana in cui il documentario è stato rilasciato.

E questo targeting segreto di parole specifiche è un punto di contesa che molti hanno imposto contro Twitter, e solleva seri interrogativi sulla moderazione che Twitter sta conducendo.

Il motivo per cui il toelettatore è stato preso di mira era piuttosto interessante. Diversi siti Web di social media come Reddit hanno iniziato a reprimere l’uso della parola, quindi è probabile che ci sia stata una cancellazione globale della parola da parte dei social media.

Tuttavia, l’ottica di una parola del genere non funziona a favore di Twitter. Più esplicitamente, molti hanno criticato Twitter per il suo approccio apatico nei confronti di immagini e video di bambini che commettono atti sessuali, che sono stati lasciati circolare per molti anni senza nemmeno una rimozione diffusa di tali contenuti.

Ancora più allarmante è l’incidente in cui è circolato su Twitter un video di minorenni maschi costretti a compiere atti sessuali. Quando le persone hanno avvisato Twitter di questo incidente, Twitter ha restituito un commento secondo cui il video non violava i loro termini di servizio, portando a una causa ora in crescita in cui si afferma che la società non ha adottato misure adeguate per rimuovere i contenuti che mostrano sesso infantile dalla loro piattaforma.

«La causa sostiene che due utenti hanno scoperto che su Twitter circolavano video di abusi sessuali ripresi da loro qualche anno prima. I querelanti, che nei video avevano 13 anni, affermano di essere stati ricattati per realizzare i video e che la loro pubblicazione ha portato al bullismo a scuola e all’ansia estrema.

La causa afferma che i querelanti hanno chiesto la rimozione del materiale e, su richiesta di Twitter, hanno dimostrato che i video erano di loro e che erano minorenni quando i video sono stati girati. Anche una delle madri del querelante ha chiesto a Twitter di rimuovere i video. Ma il team di sicurezza di Twitter ha ritenuto i video accettabili secondo i loro termini di servizio e ha rifiutato di rimuoverli, sostiene la causa.

“Abbiamo esaminato il contenuto e non abbiamo riscontrato una violazione delle nostre politiche, quindi al momento non verrà intrapresa alcuna azione”, ha detto Twitter al querelante nel 2020, sostiene la causa.»

Il video è stato infine rimosso, presumibilmente a causa delle pressioni del Department of Homeland Security, anche se la causa sembra essere in corso.

Tuttavia, questa mancanza di moderazione è ben nota e, nonostante le continue critiche, Twitter non sembra aver intrapreso molte azioni per garantire che tali contenuti fossero rimossi dalla sua piattaforma.

Quindi, da un lato Twitter ha scelto di rimuovere individui selezionati per disinformazione e presunto incitamento alla violenza, eppure quando i contenuti con bambini vengono invitati a essere rimossi dalle vittime, con la chiara evidenza che sono comunque le vittime, il contenuto non viola alcuna politica ed è autorizzato a rimanere.

Ora, questo punto non sarebbe stato incluso in questo post originariamente. Tuttavia, sono emerse alcune prove che forniscono un contesto, in particolare per quanto riguarda il targeting di alcuni di questi account selezionati.

Una persona che sembra aver avuto un ruolo importante nella censura su Twitter è l’ex dirigente di Twitter Yoel Roth. Il suo nome è apparso abbastanza frequentemente nei file di Twitter e, a parte Vijaya Gadde, è stato una delle persone principali coinvolte nelle azioni che hanno portato a gran parte di questa ricaduta.

Alcuni dei tweet sono raccolti nel video qui sotto da The Quartering (con alcune promozioni di clickbait e guaina intima; timestamp per saltare le promozioni):

Tuttavia, leggendo alcuni punti non sembra che il documento incoraggi effettivamente la mescolanza di bambini con adulti su app di collegamento gay, ma piuttosto la cultura attuale potrebbe rendere tali app un luogo in cui i giovani gay possono socializzare tra loro, e quindi è necessario adottare misure per affrontare il fatto che gli adolescenti che utilizzano l’app potrebbero farlo anche se l’app non è adatta alla loro età. La sezione sulla morte reale che inizia a pagina 257 sembra entrare nei dettagli su questo argomento, anche se il paragrafo a pagina 261 sembra avere il commento a cui le persone si sono aggrappate. Ciò non significa che alcuni commenti sospetti non saranno trovati nella dissertazione, ma che ciò che ho visto non sembra indicare nulla di eclatante (di nuovo, da quello che ho visto brevemente).

ORA, detto questo, i tweet di Roth non fanno molto per placare nessuna delle affermazioni fatte contro di lui. Sebbene le osservazioni di consenso tra un insegnante e uno studente si colleghino a un caso in cui lo studente aveva 18 anni, l’ottica e le circostanze che circondano gli altri tweet di Roth non fanno molto per migliorare il contesto di quel tweet.

Il motivo per cui qualcuno che occupava una posizione così elevata su Twitter ha ritenuto appropriato essere così aperto sulla sua oscenità, soprattutto date le circostanze in cui Twitter non dedica abbastanza tempo a moderare i contenuti per bambini, suggerisce un’attenzione selettiva e di parte a cose che sarebbero considerate banali mentre prende di mira le voci importante per il discorso generale.

Tutto ciò solleva ulteriori domande sul motivo per cui si sono verificate le pratiche di moderazione di Twitter e in particolare il targeting del word groomer.

Date le controversie precedenti, solleva interrogativi sul fatto che queste politiche siano state guidate prevalentemente dall’ideologia, con questo miraggio di virtù che segnala l’offuscamento della natura censoria dietro le quinte di Twitter, lasciando anche che le cose che dovrebbero essere rimosse si diffondano liberamente.

Si noti che i file di Twitter sono stati sottostimati dai media, ed è stato coperto solo di recente nelle discussioni su Roth che dovrebbe fuggire dalla sua casa per minacce di morte.

In breve, le attuali rivelazioni sollevano seri interrogativi su ciò che veniva esattamente moderato su Twitter o su come venivano attuate tali politiche. Perché i dirigenti di Twitter hanno ritenuto necessario censurare le persone che sposano le proprie opinioni senza adottare un approccio serio e proattivo nei confronti di immagini e video di sesso infantile? Tale energia non sarebbe meglio servita a combattere crimini reali piuttosto che parole cattive online?

L’idea che l'”incitamento all’odio” possa essere ritenuto più degno di azione rispetto ad azioni illegali documentate che sono state dichiarate non violare le politiche di Twitter è indicativa di questa necessità di anteporre l’ideologia a problemi reali e seri. È un altro esempio dell’ipocrisia in cui i tentativi di minare la libertà di parola e il libero scambio di idee sono venuti prima della necessaria moderazione del materiale illegale.

L’ideologia del risveglio continua a essere dannosa

Se l’articolo di cui sopra era troppo lungo, si noti che l’intento era quello di catturare alcune delle cose che sono venute a galla nelle ultime settimane.

Le storie evidenziate sopra catturano solo alcune delle sempre continue ipocrisie avanzate dalla sinistra, che tendono a offuscare le questioni del mondo reale su basi ideologiche.

C’è stata una crescente contesa contro la sinistra ideologica e il suo continuo abbraccio dell’ideologia risvegliata, ed è per questo fatto che molte persone continuano ad allontanarsi dalla sinistra.

Il gruppo che continua a insistere sul fatto che si batte per gli emarginati continua a sostenerli come scudi per scopi nefandi.

Coloro che insistono nel seguire la scienza non riescono a capire cosa sia la scienza, e invece tentano di cambiare la scienza per adattarla ai loro desideri piuttosto che adattarla alla realtà.

Di fronte a un’ingiustizia sistemica, la sinistra preferirebbe difendere il sistema se ciò significa stare dalla parte apparentemente giusta della lotta culturale.

È piuttosto una coincidenza che tutti questi problemi siano venuti a galla nelle ultime settimane, ma mette in luce alcuni dei motivi per cui molti di noi sono cresciuti fino a disprezzare il partito con cui si erano originariamente allineati.

Il fatto che esista un gruppo chiamato Gays Against Groomers indica che a molte persone di tutti gli aspetti della vita non piace la direzione in cui si sta dirigendo il paese quando viene sconfitto dall’ideologia risvegliata.

Click on the image above or visit the website at https://ko-fi.com/moderndiscontent

I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: