Un’altra bugia: “disturbo dell’informazione” e come resistere

Censura per la “nostra democrazia”: il concetto di “disturbo dell’informazione” è progettato per farci impazzire.

La storia in breve
  • La frase “disturbo dell’informazione” inquadra il pensiero indipendente come un ‘problema di sicurezza nazionale’ e una diagnosi psichiatrica
  • Secondo un folle “studio” del 2020 condotto in Nepal, chi soffre di sindrome del disturbo dell’informazione “ha bisogno di consulenza psicosociale e talvolta richiede regole e applicazione severe per controllare tale disturbo dell’informazione”
  • Sorprendentemente, un altro studio australiano del 2022 attribuisce il danno da vaccino ai danni della “disinformazione”, sostenendo che è la paura causata dalla disinformazione a causare danni
  • Quando c’è così tanto gaslighting e bullismo in giro, può essere difficile persino pensare alla guarigione; tuttavia, il trucco è essere pazienti e insistere per rimuovere il dolore anche sotto pressione
  • Pregare con il cuore, come bambini non sofisticati, può guidarci quando sentiamo che c’è troppo da gestire

Questa storia parla di due cose. Da un lato, si tratta del “disturbo dell’informazione” abissalmente spudorato che i bulli hanno inventato per ricostruire – voglio dire, bullo – meglio. D’altra parte, si tratta di guarire mentre si è vittime di bullismo e sottoposti a cose terribilmente ingiuste.

Innanzitutto, parliamo del famigerato “disturbo della disinformazione”. La frase è una piccola pepita di linguaggio artificiale tossica progettata per essere un’arma psicologica contro la libera espressione. “Ricontestualizza” la libertà di espressione come un crimine contro la “nostra democrazia”. (Aspetta, di chi è la “democrazia”?)

La frase “disturbo dell’informazione” inquadra il pensiero indipendente come un “problema di sicurezza nazionale” e una diagnosi psichiatrica. Gli aspiranti maestri dimenticano di menzionare che il pensiero indipendente può essere inquadrato solo come un crimine in un mondo gestito da predatori malevoli e supportato dalle loro vittime nevrotiche.

Inquadratura di un predatore

Diagnosi psichiatrica?

«Molti di noi potrebbero soffrire inconsapevolmente della sindrome del disturbo dell’informazione. È più diffuso a causa del mondo digitalizzato in cui le informazioni fluiscono verso il telefono, il tablet e il computer di ogni individuo in pochissimo tempo. La sindrome del disturbo dell’informazione è la condivisione o lo sviluppo di informazioni false con o senza l’intento di nuocere e sono classificate come informazioni fuorvianti, disinformazione ed incorretta informazione.

La gravità della sindrome è classificata in tre gradi. Il grado 1 è una forma più lieve in cui l’individuo condivide informazioni false senza l’intento di danneggiare gli altri. Il grado 2 è una forma moderata in cui l’individuo sviluppa e condivide false informazioni con l’intento di fare soldi e guadagno politico, ma non con l’intento di danneggiare le persone.

Il grado 3 è una forma grave in cui l’individuo sviluppa e condivide false informazioni con l’intento di danneggiare gli altri. La gestione di questo disturbo richiede la gestione di informazioni false, ovvero la sorveglianza delle voci, la messaggistica mirata e il coinvolgimento della comunità.

I malati ripetuti al livello di grado 1, tutti i malati di livello 2 e 3 hanno bisogno di consulenza psicosociale e talvolta richiedono normative e applicazione severe per controllare tale disturbo dell’informazione.»

E un’altra cosa. Se seguiamo la logica di questo “studio”, allora inevitabilmente sorge la domanda: persone come Tedros, Fauci e Daszak sono criminali di secondo o terzo grado? Stanno semplicemente cercando di trarre profitto o stanno cercando di danneggiare le persone? Qual é? Chi ha la risposta?

Personalmente, mi sto stancando di questo “la guerra è pace” e “l’alto è il basso”. Sono nata in Unione Sovietica. So di cosa si tratta. Niente di buono per la gente! Ma aspetta, diventa più pazzo.

“Disinformazione” come principale agente causale del danno da vaccino

«La disinformazione perpetuata dal movimento anti-vaccinazione potrebbe causare più morti ed effetti collaterali da qualsiasi vaccino. È stata condotta una mini revisione della letteratura pubblicata e si è scoperto che lo stress mentale provoca chiaramente vasocostrizione e costrizione arteriosa dei vasi sanguigni.

Pertanto, se i soggetti sono in preda al panico, preoccupati, stressati o spaventati dalla vaccinazione, le loro arterie si restringeranno e si comprimeranno durante e intorno al momento della vaccinazione.

Questo meccanismo biologico (la costrizione di vene, arterie e vasi sotto stress mentale) è la causa più probabile di coaguli di sangue, ictus, infarti, vertigini, svenimenti, visione offuscata, perdita dell’olfatto e del gusto che potrebbero essere stati subito dopo la somministrazione del vaccino.

L’estremo stress mentale del paziente potrebbe molto probabilmente essere attribuito alla paura e alle tattiche intimidatorie utilizzate da vari gruppi anti-vaccinazione.»

Dove andiamo da qui?

[Una chiara “supercazzola”]

“Super compressione”

Il vasto bullismo fa due cose. Da un lato, distrugge direttamente le libertà. Ma ancor più perfidamente, serve a creare una condizione psicologica in cui finiamo a malapena appesi per le nostre anime, sempre sotto pressione, sempre un po’ disconnessi a causa di tutti gli strattoni, troppo stanchi per tendere i nostri cuori e le nostre mani al sole e onorare i nostri spiriti.

Quando le persone sono a malapena appese alle loro anime, troppo stanche per essere integre, è una condizione ideale per gli oscuri vampirizzare tutto ciò di cui riescono a impossessarsi. E questo è apposta. Ci schiacciano in modo super in modo che non abbiamo l’energia per resistere, o anche solo per pensare alla resistenza.

[In questi ultimi mesi si è visto un progressivo abbandono che le persone operano nei confronti dei social network e molti amici e conoscenti si sono eclissati. Magari sono emigrati verso altri social meno oppressivi di Facebook, Instagram, Linkedin e Twitter.. dove i bot di “ignoranza artificiale” regnano sovrani.. ma molti sono semplicemente spariti.]

«Nei primi giorni di COVID, Blackrock e i suoi amici hanno fatto un attacco da tre pugni (cento pugni, in realtà).

Mentre il braccio mediatico di BlackRock e dei suoi amici ha completamente “bloccato i canali” con il porno della paura 24 ore su 24, 7 giorni su 7, il loro braccio “influencer dell’amministrazione ospedaliera” ha applicato i protocolli e il pensiero ideologico che ha salvato zero vite e in realtà ne ha portate via molte, rendendo così la “pandemia di COVID” molto più terrificante di quella che hanno cercato di realizzare nel 2009 – e il loro braccio farmaceutico ha fatto banca dalla forzata “adozione di prodotti di massa” di un prodotto piuttosto losco, che è stato notevolmente aiutato dal fatto che tutti i canali progettati per l’elaborazione della stimolazione “negativa” è stata così completamente bloccata dal porno della paura 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e, in alcuni luoghi, purtroppo, da molte morti inutili (sono a New York e le morti erano reali) che il “recettore” per elaborare gli avvertimenti sulla “risposta COVID” o sui “vaccini” COVID non era libero di fare il suo lavoro.

“Era inceppata. Inceppata su inceppata su inceppata. E così molte persone hanno urlato: “La maschera e il vaccino sono le vie d’uscita da questa superstretta, la superstretta che non posso sopportare”.

Non voglio sentire niente di negativo al riguardo, non posso prendere il supersqueeze, quindi dammi solo la maschera e il vaccino. Adesso. ADESSO. E zitto uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuup !!! “Vergogna per gli allarmisti che hanno volutamente bloccato i canali. Che si vergognino”.»

[Anche io ho avuto persone che mi erano care.. che si sono gettate con ardore nell’allarmismo degenerato della paura. In una spirale distruttiva verso chi non si è piegato alla loro paura.. al loro bisogno di paura. Incondizionata. Cristallina. Algida.]

Contro il Furto

Tutti i tiranni sono ladri. Il furto è il loro modello di business. Quando ne hanno la possibilità, cercano di rubare energia in diverse forme: terra, proprietà, libertà, indipendenza e, alla radice, cercano di rubare l’inalienabile connessione che ognuno di noi ha con i propri poteri spirituali.

Questo, a proposito, era il motivo per cui le élite assetate di potere e i politici del passato – in modo blasfemo – scelsero di fingere di essere rappresentanti dello spirito sacro sulla Terra mentre in realtà erano semplici politici avidi.

Questo è il motivo per cui hanno lavorato così duramente per decimare e calunniare i cosiddetti “pagani”, proprio come oggi, stanno calunniando e decimando i “no-vax”. Ciò che volevano distruggere era la connessione indipendente con il sacro, la connessione che viene dal Creatore e che non richiede l’approvazione istituzionale.

Mi ci sono voluti molti anni per realizzare quello che hanno fatto, ma una volta che l’ho visto, è diventato cinicamente chiaro. Proprio come i trucchi COVID, una volta che lo vedi, non puoi non vederlo. E questa, a proposito, è una cosa che noi, i discendenti di così tante persone innocenti calunniate, dobbiamo chiarire subito per impedire che i Grandi Ripristini avvengano, sul serio.

Calunniare e abusare di persone innocenti non è bello. Abbiamo tutti antenati che sono stati calunniati. Ci deve essere verità. Ci vuole giustizia. Siamo tutti connessi ai poteri spirituali al centro di noi stessi, il Creatore è amore, l’universo è fatto di amore, la merda che esiste è per darci l’opportunità di esercitare il nostro libero arbitrio, e vari slogan istituzionali sono una umana invenzione e un trucco di marketing da parte di imbroglioni.

L’arco di guarigione

Ora, voglio parlare dell’arco della guarigione mentre si è nel mezzo dell’oppressione. Questo è qualcosa che ho esplorato personalmente a causa degli abusi che ho incontrato prima del COVID (ero in un matrimonio violento, una storia lunga e brutta con un bel finale) – oltre agli abusi che stiamo tutti affrontando ora.

A livello logico, la guarigione nel mezzo dell’oppressione sembra un compito che sfida ogni logica. Ma, parlando per esperienza, una volta che l’hai attraversata, impari che il disagio estremo è il metodo che la vita usa a volte per costringerci a diventare più grandi di quanto sapevamo di essere, per superare il nostro dolore mentre lavoriamo per rimuoverlo, e per far crescere le nostre anime nel processo.

Ed ha senso solo dopo che l’anima è cresciuta abbastanza da conoscere il quadro generale. E poi ti guardi indietro ed esclami, con grande gioia: “Wow, ecco di cosa si trattava! Wow, è incredibile! Sono così felice!!!”

E a quel punto, il dolore è sparito. Andato andato. Tutto guarito, ma ora sei più forte, più radicato nella tua bellissima anima, e puoi sorridere da orecchio a orecchio mentre allunghi le mani e la tua anima verso il sole e senti solo quella sensazione, la meravigliosa sensazione di vitalità.

E sì, i malfattori deliberati sono responsabili al 100% delle loro azioni sbagliate. Credo che quando siamo in punizione, i poteri misteriosi ci guidino su come gestire i trasgressori e come proteggerci dalle loro truffe.

Posso dirti cosa funziona per me per affrontare i bulli. Una preghiera sincera. Sincero nel senso più infantile.

Puoi parlare con Dio, con i tuoi antenati, con i poteri spirituali superiori, comunque li senti nel tuo cuore, e non preoccuparti delle formalità. Non c’è bisogno di cercare di sembrare intelligente o corretto. Parla solo di come ti senti.

Grida al cielo con i tuoi problemi, le tue confusioni e gli errori che pensi di aver commesso, chiedi consiglio e guida e non aspettarti altro che amore dall’altra parte. Nient’altro che amore. Proprio come un genitore che non è rotto non sarebbe mai crudele con il figlio che magari ha anche combinato un pasticcio, i poteri superiori non sono qui per punirci. Ci rispettano finché rispettiamo le nostre anime.

La guarigione è un processo misterioso. Non vive negli stessi quartieri della logica intellettuale. Ma ne abbiamo bisogno. Ne abbiamo bisogno sempre, e soprattutto adesso. Ecco la mia preghiera.

«Prego per la guarigione. Prego per tutti noi, persone libere, per raddrizzare le nostre spine e ricordare chi siamo, con dignità. Prego per noi di saltare fuori dalla trappola e attingere la nostra energia dal ricordo di essere stati figli amati (anche se abbiamo bisogno di tornare indietro e amarci dappertutto perché forse la nostra infanzia non è stata perfetta).

Prego per una riconnessione con i nostri buoni antenati in modo che possano guidarci a diventare integri, per davvero, senza pretese, integri come siamo nati per essere.

Abbiamo sempre meritato di essere figli amati. Tutte quelle bugie, tutto quel dolore, è stato un errore.

La cosa buona è che gli errori possono essere corretti e la guarigione può essere onnicomprensiva e completa.

Non è mai stato giusto derubarci.

Non è mai stato giusto rubarci la fiducia e l’importanza del nostro spirito.

Non è mai stato giusto rubare la nostra connessione con la Terra.

Non è mai stato giusto rubare la nostra dignità.

Non è mai stato giusto derubarci.

Non è mai stato giusto rubare la nostra importanza.

Non è mai stato giusto guardarci attraverso senza vederci.

Non è mai stato giusto abusare di noi, intenzionalmente o meno.

Possiamo scrollarci di dosso tutto il dolore, tutti gli abusi, tutta la negligenza!

Che possiamo guarire. Che possiamo guarire il prima possibile! Che possiamo vivere bene il prima possibile!

Noi siamo amore.

Mi perdono per tutto il mio passato inciampando completamente. Vengo dall’amore, e il mio amore è valido.

Lo dico io, e chiedo aiuto ai miei buoni antenati.»


Abbiamo tutti bisogno per davvero di un atto d’amore che sia medicamentoso per lo spirito e l’anima. Soprattutto per l’anima, che si contorce in questa spirale di dolore ricorsivo ed opprimente. Che non lascia spazio alla speranza o qualcosa di lenitivo, anche solo per una pausa.

Nel corso di questi ultimi dieci anni ho (abbiamo) dovuto sopportare un peso via via sempre maggiore, il più delle volte nel rapporto con gli altri.

Per anni mi sono chiesto cosa volesse dire vivere sotto dittatura. I riferimenti erano quelli dei nonni ed in misura minore dei miei genitori, anche se sono nati tra il ’40 ed il ’41 e non potevano esserne consapevoli. Anche loro si sono dovuti aggrappare a delle storie, raccontate come nate nella notte dei tempi.

Ora ho (abbiamo) un riscontro e francamente parlando sentirei il bisogno di vedere i fantaccini per le strade, con i loro archibugi, con i baffi di sego.

Invece quello che ci sta toccando (questa volta) è una dittatura del pensiero. Strisciante. Silenziosa. Fatta di sguardi irrispettosi ed indagatori. La dittatura dei delatori e dei kapò.

Ora conosco, (conosciamo), o meglio, intravvedo il volto della bestia, anche se ha ancora i caratteri indistinti di qualcosa di etereo, calato dall’alto, ancora non chiaramente compiuto ma in corso d’opera.

Da anni oramai esortiamo le persone a calare la maschera ed essere consapevoli del mondo reale che ci stanno cucendo addosso. Non esserne consapevoli è peggio che essere morti. E’ un furto della nostra essenza e del nostro futuro in cambio di un altro futuro che ci è alieno, che non è progettato per noi.

Vedere questa cosa a molte persone genera una paura profonda, e la paura è un’arma potente, qualcosa di atavico che le persone normalmente rifuggono con orrore.

Ma è l’unica cosa che abbiamo al momento.. e conoscere il nemico da combattere, anche se fa paura, è l’unica cosa che può esorcizzarla.. questa paura. La conoscenza e la consapevolezza, soprattutto la consapevolezza che ci sono altre persone consapevoli può essere il punto della vittoria.

Vogliono scollarci dalla loro “società perfetta”, soprattutto vogliono scollarci dal contatto con le altre persone. Perché il messaggio può essere potente.. ma devi essere tu a decidere di prenderne atto ed agire. Io posso solo scrivere e stare a guardare.

Megachiroptera


I canali dei social media stanno limitando la portata di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo mostrando gli aggiornamenti con ritardi di ore, se non di giorni.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

NON CI SONO COMPLOTTI

CI SONO PERSONE E FATTI

DOCUMENTATI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: