Perché i vaccini falliscono costantemente nel prevenire la trasmissione delle malattie?

Molti di voi sono stati trattati in modi orribili dai propri amici e familiari durante la pandemia per essersi rifiutati di adottare le strategie di gestione della pandemia insensate o pericolose che ci sono state fornite forzatamente dai media.

Nota: ad eccezione del vaccino contro la tubercolosi, che non è richiesto negli Stati Uniti, tutti i vaccini vivi attenuati sono virus.

  • Contenendo l’intero agente patogeno, sono presenti abbastanza antigeni per evitare che l’agente patogeno sviluppi una resistenza a tutti contemporaneamente. Per questo motivo, è altamente improbabile che emerga una variante che resista efficacemente al vaccino (analogamente, se così non fosse, il sistema immunitario non sarebbe riuscito a proteggerci e avrebbe condannato la nostra specie all’inizio della sua evoluzione).
  • Il problema principale di questo approccio è che gli organismi che costituiscono il vaccino sono ancora infettivi e possono diffondersi ad altri. Per questo motivo, si consiglia alle persone immunodepresse di non ricevere i vaccini, spesso si consiglia di non stare vicino a individui vaccinati di recente, e focolai periodici di malattie possono essere ricondotti a questi vaccini.
  1. I pesticidi pericolosi ampiamente utilizzati (prima l’arseniato di piombo e poi il DDT) hanno creato danni neurologici che rispecchiavano i sintomi della poliomielite (compresi i cambiamenti patologici osservati direttamente all’interno del midollo spinale).
  2. Man mano che questo problema cresceva, le autorità sanitarie pubbliche lo affrontavano sensazionalizzando i pericoli del virus della polio (che, pur non essendo patologico come il DDT, era anche un problema ed era aggravato da vari cofattori ambientali) e creando un vago criterio di malattia che consentiva molte condizioni non causate dalla poliomielite devono essere diagnosticate come poliomielite.
  3. In seguito alla creazione di questa paura, è stata condotta una campagna nazionale per cercare un vaccino antipolio e quindi vaccinare il paese.
  4. Parallelamente al rilascio del vaccino, il DDT è stato ritirato dal mercato e i criteri di costituzione della poliomielite sono stati resi molto più severi, quindi molte cose precedentemente definite come poliomielite non erano più considerate polio.
  • Il cancro cervicale è un’epidemia urgente da affrontare.
  • La causa principale del cancro cervicale è l’HPV.
  • L’HPV può essere efficacemente prevenuto con la vaccinazione se sei vaccinato prima di essere infettato e la vaccinazione deve quindi precedere qualsiasi forma di attività sessuale.
  • Ogni istituzione è quindi obbligata a spingere il vaccino sui nostri bambini ed a coprire eventuali danni causati dal vaccino poiché questo è un prezzo necessario da pagare per ottenere l’immunità di gregge dal cancro cervicale.

2 pensieri riguardo “Perché i vaccini falliscono costantemente nel prevenire la trasmissione delle malattie?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: