THEODOR LANDSCHEIDT “NEW LITTLE ICE AGE INVECE DEL GLOBAL WARMING?”

Di CAPP ALLON – 7 Settembre 2020 Tra la lunga lista di articoli scientifici che suggeriscono che un periodo di raffreddamento globale guidato dall’energia solare è in programma, quello del Dr. Theodor Landscheidt con la pubblicazione ‘New Little ICE Age invece del Global Warming?‘ è probabilmente quello con massima priorità di studio.

La American Meteorological Society ed il dibattito scientifico

Esempio di come le società professionali bloccano la discussione scientifica sul cambiamento climatico per assistere il loro partito politico Pubblicato il 13 Settembre 2020 da Enzo Ragusa Del Dr. Ed Berry, PhD, Physics – 10 settembre 2020 Ecco la breve discussione via e-mail in cui il direttore esecutivo dell’American Meteorological Society ha riferito a unContinua a leggere “La American Meteorological Society ed il dibattito scientifico”

Il Radiocarbonio e le sue relazioni con Sole e atmosfera

Pubblicato da Franco Zavatti il 24 Lug, 2020 L’atmosfera, gli oceani e la biosfera contengono grandi quantità di carbonio scambiabile: il 14C (o radiocarbonio, tempo di dimezzamento pari a 5570 anni) è solo un attore minore nello scenario dello scambio di carbonio tra questi depositi. Infatti il rapporto tra 14C e 12C vale circa 10-12,Continua a leggere “Il Radiocarbonio e le sue relazioni con Sole e atmosfera”

Acque superficiali calde e persistenti del Mediterraneo durante il periodo romano

Pubblicato da Guido Guidi il 18 Luglio, 2020 Ma guarda un po’, proprio nel mezzo di una normalissima estate mediterranea, con i temporali, siano essi da calore o dinamici perché qualche perturbazione ogni tanto entra sul Mare Nostrum, ecco che Nature cala la carta definitiva.

Il Grande Minimo Solare e l’oscillazione tra gli estremi

Pubblicato il 15 Luglio 2020 da Enzo Ragusa Di CAPP ALLON – 14 Luglio 2020 La ricerca mostra come il “blocco” della circolazione atmosferica aumenta quando l’attività solare resta bassa, causando il blocco delle figure meteorologiche alle alte e medie latitudini per periodi di tempo prolungati.

Modello fantasia

Pubblicato da Guido Guidi il 10 Luglio, 2020 In questi giorni di un estate calda ma non troppo, almeno per l’Europa, gli ambienti di discussione climatica sono scossi da una inaspettata iniezione di realismo. Un insospettabile “esperto”, accreditato anche verso l’IPCC, ha pubblicato un libro e una serie di interviste promozionali in cui, di fatto,Continua a leggere “Modello fantasia”

La copertura del ghiaccio marino nella Baia di Hudson all’inizio dell’estate 2020 è simile agli anni ’80

Pubblicato il 7 Luglio 2020 da Enzo Ragusa Non aspettatevi di sentire questa notizia dagli attivisti dell’orso polare impegnati nel promuovere la presunta minaccia per gli orsi polari dovuto al declino del ghiaccio marino artico ma la copertura di ghiaccio nella Baia di Hudson finora in questa estate è stata molto simile a quella degliContinua a leggere “La copertura del ghiaccio marino nella Baia di Hudson all’inizio dell’estate 2020 è simile agli anni ’80”

Perché l’anidride carbonica non può causare il riscaldamento in atmosfera

5 luglio 2020 Cap Allon Un’analisi del perché l’anidride carbonica non può causare il riscaldamento nell’atmosfera, da parte di D.J. Easterbrook, professore emerito di geologia alla Western Washington University. “Evidence-Based Climate Science (Second Edition),” 2016:

Il Ritorno del Global Warming

Articolo di Massimo Lupicino 2 Luglio, 2020 ClimateMonitor Sembra ieri, ma sono passati esattamente due anni da quando su questo Blog è comparso il post in cui si decretava la “Morte del Global Warming”. Ne sono successe di cose, in questi due anni. Non solo in termini di fatti concreti, ma ancor più in generaleContinua a leggere “Il Ritorno del Global Warming”

Gli archivi dimostrano che l’Artico non è mai stato esente da forti ondate di calore nei secoli passati

29 Giugno 2020 by Enzo Ragusa Negli ultimi giorni, gli organi di informazione hanno ancora intrapreso una grande “campagna catastrofica” sul record di temperatura di 100,4 gradi Fahrenheit (circa 38 gradi Celsius) raggiunti nella zona artica russa a Verkhoyansk, città nel nord-est della Russia, a circa 420 km a sud della costa artica e circaContinua a leggere “Gli archivi dimostrano che l’Artico non è mai stato esente da forti ondate di calore nei secoli passati”