Defense Advanced Research Projects Agency – DARPA

DARPA L’icona dell’innovazione a 60 anni dalla fondazione

Di Richard H. Van Atta(1)

L’Agenzia per la difesa avanzata dei progetti di ricerca (DARPA) è un’icona dell’innovazione. Ha creato molte tecnologie rivoluzionarie che hanno rivoluzionato la difesa, tra cui la segretezza, i sistemi aerei senza equipaggio e le munizioni guidate con precisione. Molte tecnologie sviluppate dalla DARPA hanno avuto impatti sociali ed economici tra cui ricevitori GPS portatili, nuovi tipi di chip per computer, software di riconoscimento vocale, computer interattivi e personali e, soprattutto, ARPANET e il suo successore, Internet. L’attuale ricerca DARPA potrebbe anche avere un impatto drammatico sul futuro, compresi i veicoli a guida autonoma, i robot e gli esoscheletri e il calcolo cognitivo: computer che emulano l’elaborazione simile al cervello. Inoltre, DARPA ha promosso la creazione di importanti comunità tecniche, tra cui i campi della scienza dei materiali, delle reti di computer e della biologia ingegneristica.

Continua a leggere “Defense Advanced Research Projects Agency – DARPA”

IL “THIRD OFFSET” AMERICANO E LA IPER-GUERRA DEL FUTURO

5G, IOT, POLVERI INTELLIGENTI, A.I. …Tali sistemi costituiranno la base delle guerre future ancora più disumane. 


Articolo di Antonio Vecchio
Con il termine “Offset”(1), letteralmente compensazione, si intende nella dottrina militare USA una capacità operativa che consenta di bilanciare un divario esistente con un competitor.
L’arma nucleare fu considerata il “First Offset”. Durante la guerra fredda, l’ingente disponibilità di vettori e la capacità di reazione immediata per assicurare la Mutual Assured Distruction (MAD), consentirono a Washington di controbilanciare il vantaggio di Mosca sul piano delle forze schierate e in quello degli armamenti a disposizione.
Il “Second Offset” fu costituito, negli anno 80-90 del secolo scorso, dalla implementazione della Information Technology (IT), che assicurò agli USA, nella fase multilaterale apertasi al crollo dell’Unione Sovietica, la necessaria superiorità tecnologica per bilanciare le minacce multiformi, gran parte delle quali di natura asimmetrica, provenienti da attori statuali e non.

Continua a leggere “IL “THIRD OFFSET” AMERICANO E LA IPER-GUERRA DEL FUTURO”

‘O scienziato ‘nnamurato

Qualche giorno fa, timidamente, nelle note di cronaca rosa di qualche quotidiano nostrano, era emersa una storia piccante, da tabloid scandalistico britannico: un celebre scienziato inglese dell’Imperial College era stato sorpreso a violare il lockdown per andare a trovare la sua amante. Spinto da stato di necessità, si suppone (ognuno ha le sue, di necessità). Fatto sta, a seguito dello scandalo seguito alla violazione del lockdown, Neil Ferguson ha dovuto rassegnare le dimissioni da consulente scientifico del governo britannico in materia di coronavirus.

Continua a leggere “‘O scienziato ‘nnamurato”

Limiti di rilevazione dei cambiamenti dell’albedo indotti dall’ingegneria climatica

Dian J. Seidel1*, Graham Feingold2, Andrew R. Jacobson3 e Norman Loeb4

Una domanda chiave che circonda le proposte di ingegneria climatica aumentando il riflesso della Terra della luce solare è la fattibilità di rilevare aumenti di albedo ingegnerizzati da esperimenti di breve durata o attuazione prolungata della gestione delle radiazioni solari. Mostriamo che le osservazioni satellitari consentono il rilevamento di grandi aumenti, ma la variabilità interannuale travolge gli aumenti massimi possibili dell’albedo per alcuni schemi. Il rilevamento di un brusco aumento della media globale dell’albedo <0,002 (paragonabile a una riduzione di ~ 0,7 W m− 2 del forzante radiativo) sarebbe improbabile entro un anno, dato un record precedente di cinque anni. Un esperimento di tre mesi nella zona equatoriale (5°N – 5°S), un potenziale bersaglio per l’iniezione di aerosol stratosferico, dovrebbe causare un aumento di ~ 0,03 albedo, tre volte più grande di quello dovuto all’eruzione del Monte Pinatubo, per essere rilevato. I limiti di rilevazione per esperimenti di tre mesi in 1° (latitudine e longitudine) regioni del Pacifico subtropicale, possibili bersagli per schiarimento delle nuvole, sono ~ 0,2, che è maggiore di quanto ci si potrebbe aspettare da alcune simulazioni di modello.

Continua a leggere “Limiti di rilevazione dei cambiamenti dell’albedo indotti dall’ingegneria climatica”

AI GIOVANI. Tratto da: La ricerca della felicita’ di Jiddu Krishnamurti

Sono quasi certo del fatto che questo scritto non arriverà, se non con grosse limitazioni e difficoltà a chi è indirizzato. I nostri giovani o pochissimi di essi conoscono e capiscono i tempi in cui viviamo, del resto anche molti cosiddetti adulti si rifiutano di comprendere la gravità del momento. Del resto, anche se forzatamente a casa i loro interessi non comprendono pensieri e parole che li aiutino nel loro futuro di uomini e donne consapevoli della loro appartenenza ad una società, ad una storia e ad un futuro condiviso. I nostri giovani per larga parte del loro tempo sono proprietà della scuola alla quale noi adulti li consegniamo fiduciosi… più che altro fiduciosi di saperli in un posto sicuro e che noi possiamo andare a lavorare senza troppi patemi d’animo. Ma sembra che la scuola stessa sia preda di interessi che hanno poco a che fare con l’uomo e che sia inglobata in una ideologia per creare schegge isolate in un sistema a cui non interessa la cultura ma che si sappia lo stretto necessario a quel che si deve fare nella vita. E meno si sa del mondo che ci governa più questo ha la certezza di prosperare a lungo.

Il futuro dei nostri giovani si chiama ignoranza cognitiva e schiavitù.

Continua a leggere “AI GIOVANI. Tratto da: La ricerca della felicita’ di Jiddu Krishnamurti”

I movimenti delle placche tettoniche terrestri sono modulati dalle maree lunisolari

Articolo di Donato Barone 13 Maggio, 2020

Tutti conosciamo le oscillazioni di marea che caratterizzano il livello marino e le cause che le determinano: l’attrazione gravitazionale del Sole e della Luna sulle masse idriche che costituiscono gli oceani ed i mari terrestri.

Le forze gravitazionali rappresentano le interazioni tra le masse, indipendentemente se esse sono liquide o solide, per cui anche le parti solide della Terra sono soggette alle stesse forze di marea, cui sono soggette le masse liquide. Le forze di marea che agiscono sulle masse solide terrestri, sono in grado di deformarle ed alterarne lo stato di moto? La risposta a questa domanda non è mai stata univoca, in quanto la viscosità del mantello è tale da rendere piuttosto difficile immaginare che le relativamente deboli forze di marea lunisolari, riescano a interagire in moto significativo con i moti delle placche tettoniche che costituiscono la crosta terrestre.

Continua a leggere “I movimenti delle placche tettoniche terrestri sono modulati dalle maree lunisolari”

L’oceano Pacifico orientale inizia a raffreddarsi, iniziando una fredda fase ENSO! Aumenterà la stagione degli uragani e influenzerà l’inverno 2020/2021

Di Andrej Flis | Meteo globale | 10 maggio 2020

Il sistema meteorologico globale è costantemente in movimento. Cerca sempre di raggiungere un equilibrio globale, o equilibrio, che non potrà mai raggiungere. Uno di questi tentativi di equilibrio globale sta iniziando ad apparire nell’Oceano Pacifico tropicale orientale (ENSO), dove sta iniziando a comparire una tendenza al raffreddamento della superficie dell’oceano. Indica un cambio di regime nei prossimi mesi, poiché è probabile che un evento La Nina si svolgerà entro l’autunno 2020.

Continua a leggere “L’oceano Pacifico orientale inizia a raffreddarsi, iniziando una fredda fase ENSO! Aumenterà la stagione degli uragani e influenzerà l’inverno 2020/2021”

Scie chimiche, radiazioni e malattie invernali

La defunta dott.ssa Ilya Sandra Perlingieri è stata scrittrice ambientale, educatrice e autrice dell’acclamato libro “La crisi uterina“, il risultato di 15 anni di ricerca indipendente che collega le malattie riproduttive delle donne alle tossine ambientali invisibili. Per decenni, la dottoressa Perlingieri ha scritto dei collegamenti tra l’esposizione cronica alle tossine ambientali e i drammatici aumenti delle malattie. La sua conferenza interdisciplinare alla conferenza Consciousness Beyond Chemtrails del 2012 è stata trasmessa in streaming live in oltre 30 paesi.

Continua a leggere “Scie chimiche, radiazioni e malattie invernali”

AGRICULTURE DEFENSE COALITION PRESS RELEASE

COMUNICATO STAMPA DELLA AGRICULTURE DEFENSE COALITION: INIZIA IL DIPARTIMENTO DI CAMPAGNA “BRACCIA ENERGETICHE” INIZIO DEL 2 GIUGNO 2010 IN CALIFORNIA Studio sugli effetti degli aerosol e degli radiazioni carbonacei (CARES) CALIFORNIA EPA CalNex CA ARB CAMPAGNE RISORSE ARIA MAGGIO – GIUGNO 2010

Contatto: Rosalind Peterson,

Presidente dell’Agriculture Defense Coalition

Post Office Box 499 Redwood Valley, CA 95470 (707) 485-7520

E-mail: info@californiaskywatch.com

Le principali preoccupazioni per il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. La campagna ARM CARES che si svolgerà in California durante il mese di giugno, sono delineate di seguito. Va notato che quando la campagna ARTCAS della NASA e l’ARB della California hanno unito le forze per qualsiasi indagine sulla qualità dell’aria nel giugno 2008, una delle principali aree di interesse era l’inquinamento da incendi boschivi. Molti residenti in California hanno affermato che fulmini insoliti nella California del Nord il 19-20 giugno 2008 facevano parte di un esperimento di «lampo creato dall’uomo».

Continua a leggere “AGRICULTURE DEFENSE COALITION PRESS RELEASE”

La chimera nella Climamitologia

La chimera, nella mitologia Greca, Romana ed Etrusca, era un mostro di orribile aspetto. Composta da pezzi di animali che andavano dal terrorizzante al ributtante, variamente assemblati alla bisogna del poeta, in alcune descrizioni vomitava anche delle fiamme. Accertato che simili bestiacce non esistono, il termine chimera è da sempre utilizzato per descrivere qualcosa di assurdo, utopico, irrealizzabile.

Continua a leggere “La chimera nella Climamitologia”