Serie Investigative – Report

School World Order

John Klyczek ha un master in inglese e ha insegnato retorica al college e argomentazione di ricerca per oltre otto anni. La sua borsa di studio letteraria si concentra sulla storia dell’eugenetica globale e sul romanzo distopico di Aldous Huxley, Brave New World. È autore di School World Order: The Technocratic Globalization of Corporatized Education (TrineDay Books); ed è un collaboratore di diverse pubblicazioni, tra cui New Politics, OpEdNews e Counter Markets. Klyczek è anche il direttore della scrittura e del montaggio presso la Black Freighter Productions (BFP) Books. È cintura nera di tae kwon do classico ed è istruttore certificato di kickboxing dalla International Muay Thai Boxing Association. Il suo sito web è schoolworldorder.info

[01] Dallo studio 11 dell’UNESCO all’UNESCO 2050
Il progetto BEST e il piano quarantennale per reimmaginare l’educazione per la quarta rivoluzione industriale

Per oltre quarant’anni, coalizioni di accademici, governi, aziende e organi di governo mondiale hanno collaborato per costruire un sistema scolastico ed-tech globale destinato a incatenare i bambini alla Quarta Rivoluzione Industriale Transumanista.
Continua a leggere »»

[02] La Federazione americana degli insegnanti si vende a Rockefeller, Trilateralisti e Big Tech

Il secondo sindacato degli insegnanti del paese ha fortemente esercitato pressioni sul CDC per non riaprire le scuole. Sebbene abbiano inquadrato i loro sforzi incentrati su salute e sicurezza, c’è più di quanto sembri la spinta del sindacato per l’apprendimento a distanza indefinito.
Continua a leggere »»

[03] NEA World Order

Dagli anni ’60 ad oggi, il più grande sindacato degli insegnanti degli Stati Uniti ha collaborato con le multinazionali dell’ed-tech e le braccia di governance globale dell’UNESCO. Questo allineamento in corso potrebbe rivelare ulteriori motivi dietro gli sforzi della NEA di esercitare pressioni sul governo degli Stati Uniti per costringere a fare affidamento sull’apprendimento virtuale remoto.
Continua a leggere »»

I sindacati degli insegnanti più grandi d’America spingono i mandati dei vaccini che inaugureranno l’ID digitale tecnocratico

Promuovendo le ragioni della salute pubblica, i due più grandi sindacati degli insegnanti degli Stati Uniti si sono uniti alla richiesta di Biden per i mandati di vaccinazione. Tuttavia, quei mandati sono un trampolino di lancio verso un sistema di identificazione digitale tecnocratico, le cui applicazioni ed-tech sono state di grande interesse per i sindacati di questi insegnanti e per i loro benefattori per decenni. Continua a leggere »»

Come Education International sta spingendo i sindacati degli insegnanti nella quarta rivoluzione industriale

Perché i sindacati degli insegnanti stanno spingendo l’ed-tech che sta guidando le scuole nel 4IR? Non guardare oltre Education International, una federazione globale legata all’UNESCO e al WEF che domina la maggior parte dei sindacati degli insegnanti negli Stati Uniti e oltre. Continua a leggere »»



Velocità di curvatura

Con il primo candidato al vaccino COVID-19 destinato a ricevere un’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) dal governo degli Stati Uniti nel giro di pochi giorni, la sua distribuzione e assegnazione dovrebbe iniziare “entro 24 ore” dall’imminente approvazione di quel vaccino.

La strategia di assegnazione dei vaccini COVID-19 negli Stati Uniti è destinata a differire notevolmente dai precedenti programmi di vaccinazione nazionali. Una differenza fondamentale è che lo stesso sforzo vaccinale, noto come Operazione Warp Speed, è gestito quasi completamente dall’esercito americano, insieme al Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) e alla National Security Agency (NSA), al contrario della salute civile. agenzie, che sono significativamente meno coinvolte rispetto ai precedenti sforzi di vaccinazione nazionali e sono state persino impedite di partecipare ad alcuni incontri di Warp Speed. Inoltre, per la prima volta dal 2001, le forze dell’ordine e i funzionari del DHS non avranno la priorità per la vaccinazione precoce. Continua a leggere »»

La Giustizia Razziale per il Johns Hopkins e CDC
Il piano di Johns Hopkins e CDC per mascherare la sperimentazione medica sulle minoranze come “giustizia razziale”

Con il pretesto di combattere il “razzismo strutturale”, il Johns Hopkins Center for Health Security ha elaborato una strategia per le minoranze etniche e i disabili mentali per essere prima vaccinati, il tutto “per una questione di giustizia”. Tuttavia, altre affermazioni fatte dal Centro contraddicono questi punti di discussione sulla giustizia sociale e indicano completamente altri motivi. Continua a leggere »»

Tiberio, la razza e il Panopticon della sanità pubblica di Palantir

La controversa società di data mining, la cui storia e ascesa è stata a lungo indissolubilmente legata alla CIA e allo stato di sicurezza nazionale, utilizzerà ora il suo software per identificare e dare priorità agli stessi gruppi di minoranza che ha a lungo oppresso per conto dell’esercito e degli Stati Uniti intelligenza.
Continua a leggere »»

Gli sviluppatori del vaccino Oxford-AstraZeneca legati al movimento eugenetico del Regno Unito

Gli sviluppatori del vaccino Oxford-AstraZeneca hanno legami precedentemente non rivelati con la ribattezzata British Eugenics Society e altre istituzioni legate all’eugenetica come il Wellcome Trust. Continua a leggere »»



Contagio Ingegnerizzato: Amerithrax, Coronavirus e l’ascesa del complesso biotecnologico-industriale

Durante la presidenza di George H.W. Bush all’inizio degli anni ’90, si è verificato qualcosa di inquietante nella principale struttura di ricerca sulla guerra biologica degli Stati Uniti a Fort Detrick, nel Maryland. Esemplari di agenti patogeni altamente contagiosi e mortali, tra cui antrace ed ebola, erano scomparsi dal laboratorio, in un momento in cui gli operatori di laboratorio e gli scienziati rivali erano stati accusati di molestie sessuali ed etniche mirate e di conseguenza diversi ricercatori scontenti se ne erano andati.

Oltre ai campioni mancanti di antrace, ebola, virus hanta e una variante dell’AIDS, due degli esemplari mancanti erano stati etichettati come “sconosciuti” – “un eufemismo dell’esercito per ricerca classificata il cui argomento era segreto”, secondo i rapporti. La stragrande maggioranza degli esemplari perduti non è mai stata trovata e un portavoce dell’esercito avrebbe poi affermato che era “probabile che alcuni fossero stati semplicemente gettati nella spazzatura”.
Continua a leggere >>

Contagio Ingegnerizzato

Questa è una serie di quattro articoli pubblicati tra Aprile e Settembre del 2020. Parla di simulazioni e di realtà molto simile a queste simulazioni; parla di aziende che operano nel campo della bio-tecnologia e della farmaceutica; parla di corruzione e di lobbies; parla di esperimenti militari per la guerra biologica; parla delle menti che hanno portato a questo stato di cose; ed in ultimo parla di contagio e pandemia.
Continua a leggere »»

Un’impresa killer

Come una delle aziende più corrotte delle grandi aziende farmaceutiche prevede di accaparrarsi il mercato delle cure per il Covid-19

Una delle società di vaccini degli Stati Uniti più legate politicamente ma piene di scandali, con legami preoccupanti con gli attacchi all’antrace del 2001 e la crisi degli oppiacei, è destinata a trarre profitto dall’attuale crisi del Coronavirus.
Continua a leggere »»

Il Capo dell’Idra: L’ascesa di Robert Kadlec

Una potente rete di agenti politici, una mafia globale dei vaccini e il loro uomo a Washington.

Continua a leggere »»



L’Ave Maria di Moderna

Coloro che hanno analizzato la crisi COVID-19 e i suoi effetti si sono concentrati principalmente su come la sua natura dirompente abbia portato a importanti cambiamenti e ricalibrazioni in tutta la società e l’economia. Tale interruzione si è anche prestata a una varietà di agende che avevano richiesto un evento di potenziale “reset” per essere realizzate. Nel caso dell’industria dei vaccini, il COVID-19 ha portato a cambiamenti drammatici nel modo in cui le agenzie federali gestiscono l’approvazione delle contromisure mediche durante una crisi dichiarata, come vengono condotti i test per i candidati al vaccino, come il pubblico percepisce la vaccinazione e persino come il termine “vaccino” è definito. 

Tali cambiamenti, sebbene ovvi, hanno provocato elogi da parte di alcuni e aspre critiche da parte di altri, con quest’ultima categoria ampiamente censurata dal discorso pubblico in televisione, sulla stampa e online. Tuttavia, nell’analizzare oggettivamente tali cambiamenti sismici, è chiaro che la maggior parte di questi cambiamenti nello sviluppo dei vaccini e nella politica dei vaccini favoriscono drammaticamente la velocità e l’implementazione di nuove tecnologie sperimentali a scapito della sicurezza e di uno studio approfondito. Nel caso dei vaccini, si può affermare che nessuno ha beneficiato di questi cambiamenti più degli stessi sviluppatori dei vaccini COVID-19, in particolare l’azienda farmaceutica e biotecnologica Moderna. 

Moderna: un’azienda “bisognosa di un’Ave Maria”

Prima del COVID-19, Moderna era in pericolo di emorragie per gli investitori, poiché i persistenti problemi di sicurezza e altri dubbi sul suo sistema di consegna dell’mRNA minacciavano la sua intera pipeline di prodotti. La paura causata dalla crisi pandemica ha fatto evaporare in gran parte queste preoccupazioni, anche se non ci sono prove che siano mai state risolte. Continua a leggere

COVID-19: Moderna ottiene il suo miracolo

Il COVID-19 ha cancellato gli ostacoli normativi e sperimentali che Moderna non avrebbe mai potuto superare prima. Tuttavia, come faceva Moderna a sapere che il COVID-19 avrebbe creato quelle condizioni mesi prima di chiunque altro, e perché in seguito ha affermato che il loro vaccino testato negli studi NIH era diverso dal loro candidato commerciale? Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: