Il riscaldamento negli ultimi 20 anni provocato dai cambiamenti nella copertura nuvolosa

Pubblicato il 10 Ottobre 2021 da Enzo Ragusa Di P. Gosselin – 9 Ottobre 2021 La scienza non si ferma mai. Nuove scoperte di ricercatori tedeschi sfidano l’affermazione dell’IPCC secondo cui i gas serra hanno causato il recente riscaldamento. Al contrario i dati indicano modifiche alla copertura nuvolosa ridotta. 

Lo squilibrio energetico della Terra è in grado di eliminare i dubbi circa la causa antropica dei cambiamenti climatici?

Pubblicato da Luigi Mariani il 25 Agosto 2021 Alcune settimane orsono NBC news ha dato un annuncio sensazionale e cioè che “Lo squilibrio energetico della Terra elimina quasi tutti i dubbi circa la causa antropica dei cambiamenti climatici:  i ricercatori che studiano l’assorbimento dell’energia solare da parte della Terra hanno trovato una probabilità inferiore all’1%Continua a leggere “Lo squilibrio energetico della Terra è in grado di eliminare i dubbi circa la causa antropica dei cambiamenti climatici?”

Quanto ha influenzato il Sole sull’andamento della temperatura dell’emisfero settentrionale? Un dibattito in corso

Un gruppo di esperti diversificato di scienziati globali ritiene prematuro dare la colpa ai cambiamenti climatici principalmente alle emissioni di gas serra. I loro risultati contraddicono la conclusione dell’IPCC delle Nazioni Unite, che lo studio mostra, si basa su dati ristretti e incompleti sull’irradiazione solare totale del Sole.

Limiti di rilevazione dei cambiamenti dell’albedo indotti dall’ingegneria climatica

Dian J. Seidel1*, Graham Feingold2, Andrew R. Jacobson3 e Norman Loeb4 Una domanda chiave che circonda le proposte di ingegneria climatica aumentando il riflesso della Terra della luce solare è la fattibilità di rilevare aumenti di albedo ingegnerizzati da esperimenti di breve durata o attuazione prolungata della gestione delle radiazioni solari. Mostriamo che le osservazioniContinua a leggere “Limiti di rilevazione dei cambiamenti dell’albedo indotti dall’ingegneria climatica”