2021 in Europa: “L’anno senza primavera”

4 maggio, 2021; Articolo di Cap allon Come riportato ieri, la maggior parte delle nazioni europee sono rabbrividite nel loro aprile più freddo da decenni, in più del secolo per alcuni – e ora, guardando gli ultimi modelli di fascia media, la previsione di maggio è simile.

Ennesima ondata fredda sull’Europa

Pubblicato da Cap Allon, il 27 aprile 2021 I modelli sono cupi: la maggior parte dell’Europa è pronta per un raffreddamento estremo per i canoni di maggio con previsioni di forti nevicate per la Scandinavia, le Alpi, la Germania e persino il Regno Unito.

Il grande gelo dell’emisfero settentrionale

La peggiore nevicata in oltre 50 anni colpisce Mosca, Manitoba stabilisce 20 nuovi record di freddo solo sabato (in libri risalenti al 1879) e le auto sono state sepolte sotto i cumuli di neve in Gran Bretagna 15 febbraio 2021 Cap Allon Il freddo record e la neve hanno colpito gran parte dell’emisfero settentrionale negliContinua a leggere “Il grande gelo dell’emisfero settentrionale”

Record di freddo sulla costa artica russa

29 dicembre 2020 Cap Allon I media mainstream si affrettano a riportare il record del caldo artico, ma tendono a tacere quando cala il freddo record, il che significa che le persone che sfogliano i contenuti dei media main stream sono sempre a conoscenza di un lato della storia (non c’è da meravigliarsi se pensanoContinua a leggere “Record di freddo sulla costa artica russa”

È INIZIATO IL RAFFREDDAMENTO GLOBALE?

Pubblicado da Enzo Ragusa Attività Solare nei propri articoli, supportati dalla scienza di qualità, ha sempre affermato che un prolungato minimo solare porta ad una modifica della circolazione a livello globale. Nello specifico, quando rallenta l’attività solare i due emisferi subiscono un rallentamento della corrente a getto, quindi a risalite di aria calda verso nord.Continua a leggere “È INIZIATO IL RAFFREDDAMENTO GLOBALE?”

La copertura nuvolosa sta aumentando in tutto il pianeta

19 novembre 2020 Cap Allon La copertura nuvolosa sta aumentando in tutto il pianeta mentre il campo magnetico del Sole continua a indebolirsi, diminuendo la pressione verso l’esterno del vento solare e consentendo a più raggi cosmici di penetrare nell’atmosfera terrestre.

Perché l’anidride carbonica non può causare il riscaldamento in atmosfera

5 luglio 2020 Cap Allon Un’analisi del perché l’anidride carbonica non può causare il riscaldamento nell’atmosfera, da parte di D.J. Easterbrook, professore emerito di geologia alla Western Washington University. “Evidence-Based Climate Science (Second Edition),” 2016: