I set di dati DMI rivelano che le estati artiche erano più calde negli anni ’50/’60

19 luglio 2021; articolo di Cap Allon Il mondo gira sul dogma Una popolazione che ha paura è una popolazione controllata La “crisi climatica” è solo l’ultimo articolo di fede Non ha basi scientifiche È un’arma politico-sociale

Ormai è indiscutibile: nella climatologia di oggi i dati non servono più a nulla

Pubblicato da Sergio Pinna il 28 Maggio 2021 Non vi sono più dubbi sul fatto che la climatologia negli anni Duemila abbia conosciuto una trasformazione di grande rilevanza: da un ormai inutile positivismo è passata ad un efficacissimo dogmatismo. L’idea della “crisi climatica” (con tutto il debito corollario di eventi estremi nettamente cresciuti per entitàContinua a leggere “Ormai è indiscutibile: nella climatologia di oggi i dati non servono più a nulla”

Il set di dati più citato rivela che di 68 modelli di riscaldamento globale, la temperatura osservata della Terra è INFERIORE a 67 di essi

27 aprile 2021, Articolo di Cap Allon L’affermazione dell’amministrazione Biden secondo cui il cambiamento climatico ci ha messo in un momento di “profonda crisi” ignora il fatto che i cambiamenti di politica energetica promossi si basano su simulazioni di modelli al computer che hanno prodotto tassi di riscaldamento medi almeno il DOPPIO di quelli osservatiContinua a leggere “Il set di dati più citato rivela che di 68 modelli di riscaldamento globale, la temperatura osservata della Terra è INFERIORE a 67 di essi”

Scienziato dell’amministrazione Obama afferma che l'”emergenza” climatica si basa su un “errore”

24 aprile 2021 | Di Dr. Steven E. Koonin I media puntano costantemente a tragici incendi in luoghi come l’Australia (nella foto di copertina) e la California come prova del cambiamento climatico. Ma l’area globale bruciata dagli incendi è diminuita di oltre il 25% dal 2003. AFP tramite Getty Images “La scienza”, ci viene detto,Continua a leggere “Scienziato dell’amministrazione Obama afferma che l’”emergenza” climatica si basa su un “errore””

Un briefing per la Società Civile su Geoingegneria, Cambiamenti Climatici e Cattiva Informazione

Negli ultimi dieci anni, un piccolo ma crescente gruppo di governi e scienziati, la maggioranza dei paesi più potenti e più inquinanti del clima del mondo, ha spinto per una considerazione politica della geoingegneria, la deliberata manipolazione tecnologica su larga scala del clima. La geoingegneria è intrinsecamente ad alto rischio e i suoi effetti negativiContinua a leggere “Un briefing per la Società Civile su Geoingegneria, Cambiamenti Climatici e Cattiva Informazione”

Il ghiacciaio di Planpincieux e la cattiva informazione

Pubblicato da Donato Barone, 8 Agosto, 2020 «Il crollo di blocchi è particolarmente evidente e frequente nel ghiacciaio di Planpincieux perché la parte frontale del ghiacciaio è appoggiata su di un substrato roccioso molto acclive che termina su di una parete quasi verticale. Il ghiacciaio scivola sulla sottostante parete rocciosa, e sul ciglio del burroneContinua a leggere “Il ghiacciaio di Planpincieux e la cattiva informazione”

Il Ritorno del Global Warming

Articolo di Massimo Lupicino 2 Luglio, 2020 ClimateMonitor Sembra ieri, ma sono passati esattamente due anni da quando su questo Blog è comparso il post in cui si decretava la “Morte del Global Warming”. Ne sono successe di cose, in questi due anni. Non solo in termini di fatti concreti, ma ancor più in generaleContinua a leggere “Il Ritorno del Global Warming”

Apocalisse sì, ma della ragione

Articolo di Guido Guidi, 24 giugno 2020 ClimateMonitor I tempi difficili che stiamo vivendo, forse contrariamente a quanto si pensava (e sperava) inizialmente, pur in un contesto di grande impegno e spirito di sacrificio di alcuni, hanno purtroppo fatto emergere, una volta di più, gli enormi difetti e le altrettanto enormi contraddizioni di molti altri.