Fase 2 del Grande Reset: Guerra

Source: March 23, 2022; Analisi del Dr. Joseph Mercola [>Fact Checked<] Non possiamo continuare ad accettare l’idea di “odio giustificabile” – che va bene odiare e invocare la violenza contro qualsiasi gruppo – perché il gruppo target del giorno è deciso da poteri che alla fine cercano di distruggerci tutti

Sulla base dei dati osservati, la crisi climatica… NON è ancora evidente

Pubblicato il 13 Febbraio 2022 di Enzo RagusaSource: Admin  –  Climate Depot 10 febbraio 2022 Pubblicato su The European Physical Journal Plus – 13 gennaio 2022: “L’analisi viene poi estesa ad alcuni indicatori di risposta globale di eventi meteorologici estremi, ovvero disastri naturali, inondazioni, siccità, produttività dell’ecosistema e rese delle quattro colture principali (mais, riso, soia e grano). Nessuno di questiContinua a leggere “Sulla base dei dati osservati, la crisi climatica… NON è ancora evidente”

Tre metri di neve sulle montagne del Nepal

11 gennaio 2022; articolo di Cap Allon La temperatura più fredda di Mumbai in un decennio; La neve record porta a 38 valanghe intorno a Snoqualmie; E no, la “crisi climatica” non sta causando un aumento dei fulmini artici, i raggi cosmici lo sono

ANCORA UN TENTATIVO DI CONSENSO DEL 97%

Published on 13 Dicembre 2021 by Enzo Ragusa Di Joanne Nova – 11 Dicembre 2021 «Voglio fermarmi qui e parlare di questa nozione del consenso e dell’ascesa di quella che è stata chiamata scienza del consenso. Considero la scienza del consenso come uno sviluppo estremamente pernicioso che dovrebbe essere fermato immediatamente. Storicamente, la rivendicazione delContinua a leggere “ANCORA UN TENTATIVO DI CONSENSO DEL 97%”

Il 45% degli americani non crede che gli esseri umani causino il cambiamento climatico

26 ottobre 2021, Toronto, CA; di Natasha Grzincic, Anya Zoledziowski VICE News ha collaborato con il Guardian e il sondaggista YouGov per scoprire come le persone che vivono negli Stati Uniti pensano e sentono il cambiamento climatico. Un ragionamento di fondo fatto di domande fuorvianti ed ideologiche che spostano il discorso verso forzanti nulle oContinua a leggere “Il 45% degli americani non crede che gli esseri umani causino il cambiamento climatico”

Catastrofe climatica incombente?

Pubblicato da admin il 6 Ottobre 2021 Mentre “il condizionamento informato” prosegue senza sosta,  svariate evidenze tratte da letteratura scientifica recente smentiscono tale chiave di lettura

Ci stanno spingendo troppo oltre

Registrata la temperatura di ottobre più bassa al mondo; Tre fronti polari per spazzare via l’Australia, Sud America e Sud Africa; I record mensili di freddo cadono in Alaska e in Russia 1 ottobre 2021; articolo di Cap Allon La verità è il nemico dei programmi totalitari: per combattere, tutto ciò che dobbiamo fare èContinua a leggere “Ci stanno spingendo troppo oltre”

Fanta-Climatologia: bravo Giuliacci!! questi sono dei dati inventati in modo davvero clamoroso!!

Pubblicato da Sergio Pinna il 27 Agosto 2021 Da tempo invito i sostenitori dell’apocalisse climatica a inventare qualche dato per sostenere le loro tesi, visto che quelli disponibili sono molto deludenti in merito alla possibilità di dimostrare quegli aumenti degli eventi estremi che vengono continuamente sbandierati.

I set di dati DMI rivelano che le estati artiche erano più calde negli anni ’50/’60

19 luglio 2021; articolo di Cap Allon Il mondo gira sul dogma Una popolazione che ha paura è una popolazione controllata La “crisi climatica” è solo l’ultimo articolo di fede Non ha basi scientifiche È un’arma politico-sociale

Ormai è indiscutibile: nella climatologia di oggi i dati non servono più a nulla

Pubblicato da Sergio Pinna il 28 Maggio 2021 Non vi sono più dubbi sul fatto che la climatologia negli anni Duemila abbia conosciuto una trasformazione di grande rilevanza: da un ormai inutile positivismo è passata ad un efficacissimo dogmatismo. L’idea della “crisi climatica” (con tutto il debito corollario di eventi estremi nettamente cresciuti per entitàContinua a leggere “Ormai è indiscutibile: nella climatologia di oggi i dati non servono più a nulla”