Non esiste un consenso scientifico su un Artico in riscaldamento e condizioni meteorologiche estreme

22 luglio 2021; articolo di Cap Allon L’impatto del riscaldamento globale sui modelli meteorologici individuali è al limite della scienza: questa è la posizione principale.

CONFIGURAZIONE CLIMATICA RARA… E IL FUTURO?

Di fiorentinomarco Configurazione climatica rara… Come avevamo scritto in precedenti articoli lo Stratwarming che ha interessato il vortice polare negli scorsi giorni non ha determinato un vero e proprio split della struttura polare che ha continuato a mantenere, seppure molto disturbata e deformata, una struttura praticamente unica. La vera anomalia di quest’anno è stata, finoContinua a leggere “CONFIGURAZIONE CLIMATICA RARA… E IL FUTURO?”

L’aria gelida scivola sulla Russia: l’analisi tecnica sul freddo in arrivo nel weekend

L’anticiclone delle Azzorre, con massimi di oltre 1030 hPa, posizionato sull’Atlantico portoghese, tende ad allungare un promontorio “interciclonico” in direzione dell’alto mar del Nord e del mar di Norvegia, fungendo da linea di separazione fra la depressione fredda presente poco a sud dell’Islanda, e la più ampia e vasta circolazione depressionaria, legata al “lobo siberiano”Continua a leggere “L’aria gelida scivola sulla Russia: l’analisi tecnica sul freddo in arrivo nel weekend”

Il Jet Stream in evoluzione e il raffreddamento globale

11 novembre 2020 – Cap Allon Lo studio del JET STREAM è stato a lungo un indicatore del tempo a venire, e per studiare il jet stream l’attenzione deve rivolgersi al SOLE. Quando l’attività solare è ALTA, la corrente a getto è stretta e stabile e segue un percorso piuttosto rettilineo. Ma quando l’attività solareContinua a leggere “Il Jet Stream in evoluzione e il raffreddamento globale”

Il Grande Minimo Solare e l’oscillazione tra gli estremi

Pubblicato il 15 Luglio 2020 da Enzo Ragusa Di CAPP ALLON – 14 Luglio 2020 La ricerca mostra come il “blocco” della circolazione atmosferica aumenta quando l’attività solare resta bassa, causando il blocco delle figure meteorologiche alle alte e medie latitudini per periodi di tempo prolungati.