E se non partissi anch’io…

Su RAI3 è andata in onda la chiamata alle armi di Roberto Buizza per la lotta al cambiamento climatico. Di Luigi Mariani e Sergio Pinna Roberto Buizza, docente della scuola Sant’Anna e coordinatore del Centro Federato sul Clima con Scuola Normale e Scuola IUSS di Pavia, ha lanciato non molto tempo fa su RAI3 unContinua a leggere “E se non partissi anch’io…”

L’Impero del Male

Articolo di Massimo Lupicino, 5 Febbraio 2021 Alcuni giorni fa Carlo Pelanda, stimato politologo, economista ed accademico, ha firmato un interessante pezzo dal titolo Torna di moda “l’impero del male”. Pelanda parte dalla considerazione che circa dieci anni fa la Germania decise di proporsi come “potenza etica”, enfatizzando il suo ruolo di ritrovato protagonista sulloContinua a leggere “L’Impero del Male”

L’alleanza fra ecologismo radicale e gerarchie ecclesiastiche

di Luigi Mariani e Alberto Guidorzi UNA CHIESA ECOLOGISTA Leggendo l’enciclica “Laudato Si” e guardando a chi trova udienza dal Papa (qui), ricaviamo che la gerarchia della Chiesa sta oggi dando sempre maggior credito ai militanti dell’ecologia politica radicale e dunque a coloro che hanno il duplice obiettivo politico di promuovere la decrescita e diContinua a leggere “L’alleanza fra ecologismo radicale e gerarchie ecclesiastiche”

L’ex senatore dell’ambiente Fritz Vahrenholt: “Siamo minacciati da una drammatica perdita di prosperità”

Fritz Vahrenholt era una mente del movimento ecologico tedesco, senatore per l’ambiente e gestore del vento. Oggi mette in dubbio la costosa politica climatica della Germania. Amburgo. Fritz Vahrenholt ha plasmato il dibattito ambientale in Germania come quasi nessun altro: il suo libro “Seveso ist überall” (1976) ha denunciato le condizioni dell’industria chimica, il suo atlanteContinua a leggere “L’ex senatore dell’ambiente Fritz Vahrenholt: “Siamo minacciati da una drammatica perdita di prosperità””

Il “grande ripristino”

La regola di “esperti” non eletti – La COVID-Climate Technocracy è arrivata – “Il pericolo di lasciare che i camici da laboratorio governino il mondo” – Rapporto speciale