Fa caldo perché fa freddo.. o no!

Un altro falso rapporto sul clima incolpa il “raffreddamento” globale del “riscaldamento” globale 26 giugno 2021; articolo di Cap Allon Nonostante il divieto dei gas che riducono l’ozono, come i refrigeranti CFC e HCFC, e i recenti rapporti secondo cui il buco nell’ozono sta diminuendo, un nuovo studio di un team internazionale di scienziati affermaContinua a leggere “Fa caldo perché fa freddo.. o no!”

I fulmini sono la fonte di ossidanti estremi per la depurazione dell’atmosfera

Postato da Julie Celestial il 1 maggio 2021 alle 11:30 UTC Le osservazioni dell’aereo DC-8 della NASA, a caccia delle tempeste, rivelano che i fulmini possono produrre concentrazioni estremamente elevate di due principali ossidanti che aiutano a ripulire l’aria e l’atmosfera.A maggio e giugno 2012, il jet DC-8 ha sorvolato l’Oklahoma e il Colorado sopraContinua a leggere “I fulmini sono la fonte di ossidanti estremi per la depurazione dell’atmosfera”

“Sulle possibilità del controllo del clima” nel 1962

Harry Wexler su Geoingegneria e distruzione dell’ozono “Il tema del tempo e del controllo del clima sta diventando un argomento rispettabile di cui parlare”. Così iniziò Harry Wexler nel suo discorso “Sulle possibilità del controllo climatico”, tenuto all’inizio del 1962 ad un pubblico tecnico di Boston, Hartford e Los Angeles.1

L’Artico è una bomba climatica a tempo: imminente una PEG

28 settembre 2020 | Cap Allon La crescita record del ghiaccio artico marino a cui si è assistito in questa stagione potrebbe effettivamente essere una buona notizia, ma non per le stesse ragioni che credono le orde di allarmisti climatici. Contraddicendo TUTTO quello che è stato detto dalla lobby del global warming, si pensa cheContinua a leggere “L’Artico è una bomba climatica a tempo: imminente una PEG”

Gli scienziati e il clima antartico

3 dicembre 2020 Cap Allon Venti zonali freddi da record, record di velocità da record, NLC mancanti e un buco nell’ozono aperto: il clima antartico ha gli scienziati in giro Considerala solo la punta dell’iceberg: le nubi nottilucenti (NLC) sul polo sud quest’anno sono assenti, scrive il dottor Tony Phillips di spaceweather.com.