Come misurare e ottimizzare la tua salute mitocondriale

Source: February 20, 2022; analisi del Dr. Joseph Mercola [> Fact Checked <]

Con l’avanzare dell’età, la funzione mitocondriale in genere diminuisce e questo è un segno distintivo sia del processo di invecchiamento stesso che della maggior parte delle malattie croniche.

La storia in breve
  • Con l’avanzare dell’età, la tua funzione mitocondriale diminuisce e questo è un segno distintivo sia del processo di invecchiamento stesso che della maggior parte delle malattie croniche. I test bioenergetici possono misurare quantitativamente la funzione dei tuoi mitocondri
  • Anche le persone asintomatiche sui 30 anni possono avere una funzione mitocondriale significativamente ridotta. La disfunzione mitocondriale a esordio precoce è indicativa di invecchiamento precoce e futuri problemi di salute
  • Due sostanze che migliorano significativamente la funzione mitocondriale sono le vitamine del gruppo B e l’ozono per via endovenosa
  • Alcune strategie di stile di vita miglioreranno anche la funzione mitocondriale, le prime due sono l’esercizio a intervalli e una dieta personalizzata. Altri due sono abbassare lo stress e disintossicarsi dai metalli pesanti
  • Potrebbe anche essere necessario affrontare la tiroide se la funzione mitocondriale è compromessa. La chiave qui sta usando gli ormoni bioidentici

Il dottor Frank Shallenberger, autore di “Bursting With Energy: The Breakthrough Method to Renew Youthful Energy and Restore Health“, è stato un medico di medicina naturale per quasi cinque decenni

È un vero pioniere nel campo e, come la maggior parte dei bravi medici di medicina naturale, uno studente perpetuo. In realtà è stato il primo a innovare l’uso del perossido di idrogeno nebulizzato, che è diventato il mio intervento preferito per le infezioni delle vie respiratorie superiori, incluso SARS-CoV-2. Purtroppo, è stato ampiamente denigrato, ma coloro che lo hanno utilizzato sono in genere molto colpiti dai risultati.

In questa intervista, esamineremo una serie di strategie che puoi utilizzare per ottimizzare la salute e la funzione mitocondriale. Dopo essersi diplomato alla facoltà di medicina, Shallenberger è entrato per la prima volta in medicina dei traumi. Dopo circa sette anni, è diventato medico generico e internista. Nel giro di pochi mesi, però, si rese conto che nessuno si stava riprendendo. In effetti, molti si stavano ammalando a causa dei farmaci che aveva prescritto.

Come accadde, Linus Pauling aveva un gruppo di studio una volta al mese nella zona, a cui Shallenberger poteva unirsi. Ha subito capito che ci sono modi molto migliori per curare le malattie.


L’importanza dell’ottimizzazione mitocondriale

Una delle cose che Shallenberger ha sperimentato è il test bioenergetico che misura la funzione mitocondriale. Con l’avanzare dell’età, la funzione mitocondriale in genere diminuisce e questo è un segno distintivo sia del processo di invecchiamento stesso che della maggior parte delle malattie croniche.

Decise di volere un modo per testare lo stato mitocondriale e nel 2004 aveva sviluppato un sistema che valuta la quantità di ossigeno consumata e, in tempo reale, la quantità di anidride carbonica (CO2) prodotta. Questo può darti una misura quantitativa di quanto bene funzionano i tuoi mitocondri.

Il mio obiettivo per tutti i miei pazienti è che, indipendentemente dall’età, abbiano una funzione mitocondriale giovanile. Molte delle cose che ho imparato nel corso degli anni sono come massimizzarlo.

~ Il dottor Frank Shallenberger

Quello che ha scoperto è che anche le persone asintomatiche sui 30 anni avevano una funzione mitocondriale significativamente ridotta. Chiama questa “disfunzione mitocondriale ad esordio precoce” ed è indicativa di futuri problemi di salute, anche se tutto sembra a posto nel presente.

“Il pensiero convenzionale è sempre stato che i nostri mitocondri perdono la loro efficienza a causa del processo di invecchiamento. Ma ho iniziato a metterlo in dubbio e mi sono chiesto se i nostri mitocondri perdano effettivamente la loro efficienza anche prima di qualsiasi segno di invecchiamento. E la cosa sorprendente che ho scoperto è che l’efficienza mitocondriale può diminuire in modo significativo anche tra i 30 ed i 40 anni, molto prima degli effetti dell’invecchiamento.

Credo che questo declino precoce sia il fattore principale che accelera il processo di invecchiamento e ci rende più vulnerabili alle malattie della vecchiaia. Ed è esattamente ciò che ho osservato nel corso degli anni. Le persone con una funzione mitocondriale ottimale, non importa quanti anni abbiano, raramente sviluppano una delle malattie associate all’invecchiamento e mantengono regolarmente la piena funzionalità anche nei loro 90 anni”
.


Vitamine del gruppo B necessarie per una funzione mitocondriale ottimale

Quindi, quali sono alcuni degli interventi più efficaci che Shallenberger ha trovato per ottimizzare la funzione mitocondriale? Dopo molti test e sperimentazioni, le uniche due sostanze trovate per muovere davvero l’ago sono state le vitamine del gruppo B e il trattamento con ozono. Lui spiega:

“Le vitamine del gruppo B sono assolutamente fondamentali per la funzione mitocondriale, in particolare niacina, riboflavina e acido folico. Per via orale, con la niacina, in genere li inizio a 100-200 milligrammi al giorno [ma] puoi salire fino a 2.000 mg facilmente su alcuni pazienti. Uso un complesso B perché mi piace bilanciarlo, ma mi sto concentrando principalmente su niacina, acido folico e riboflavina”.

In genere, quando una carenza di vitamine del gruppo B è la causa della diminuzione della funzione mitocondriale, vedrò letture migliorate entro due o tre settimane, sebbene il livello di miglioramento possa variare enormemente da una persona all’altra. Un avvertimento importante qui è che i mitocondri sono vulnerabili a qualsiasi numero di aggressioni, incluso lo stress emotivo.

“Ho letteralmente visto pazienti avere una grande funzione mitocondriale, essere sotto stress per due mesi e avere i loro mitocondri spazzati via solo dallo stress emotivo”, dice. “Non ho fatto gli studi, ma sono abbastanza sicuro che se sei sottoposto a molto stress emotivo, scommetto che i tuoi mitocondri subiranno un colpo misurabile entro 48 ore”.


Ozonoterapia

L’altro intervento trovato da Shallenberger per l’ottimizzazione dei mitocondri è l’ozonoterapia. Lui spiega:

“Prima di tutto, le persone dovrebbero capire cos’è l’ozono. Quando si parla di ozono e medicine, non si parla di ozono nell’atmosfera. Stiamo parlando di una molecola molto pura, è ossigeno puro, punto. Non c’è nient’altro lì dentro. L’ossigeno regolare che respiriamo è ciò che chiamiamo O2, ovvero due atomi di ossigeno combinati insieme.

L’ozono è fondamentalmente tre atomi di ossigeno combinati insieme. Ciò che rende quella molecola così unica è che è molto carente di elettroni. Ha bisogno di elettroni alla grande. Quindi non appena lo metti nel corpo umano, o in qualsiasi tessuto, inizierà ad afferrare gli elettroni. E mentre cattura gli elettroni, formerà molecole chiamate perossidi [una specie reattiva dell’ossigeno, ROS].


Quindi, dopo il trattamento con ozono, sei carico di perossidi e questi perossidi possono rimanere nel corpo per ben sette, forse fino a 14 giorni. Questi perossidi sono ciò che media i vari effetti fisiologici e biochimici dell’ozono. Sono anche, tra l’altro, molecole carenti di elettroni…


L’ozono è una molecola ormetica, ha un effetto clinico ormetico. Ciò significa che a basse dosi, fa una cosa, e quando aumenti la dose abbastanza in alto, inizia a fare esattamente l’opposto. Quindi, decidere la dose di ozono è piuttosto fondamentale.


Per stimolare la funzione mitocondriale, uso dosi relativamente piccole, nell’ordine di 10, forse 12 mg … Mi faccio trattamenti con ozono ogni settimana, solo perché posso. E sarebbe molto bello se tutti potessero farlo”
.

È importante che l’ozono utilizzato per via endovenosa sia privo di contaminanti, quindi è necessario utilizzare una macchina che converta ossigeno puro di grado medico per generare ozono puro.

I generatori di ozono che convertono l’aria da un concentratore di ossigeno sono adatti solo per alcune applicazioni topiche, non per l’iniezione endovenosa. Inoltre, mentre i perossidi sono ROS, in questo caso è quello che vuoi. Non si vuole cercare di contrastare lo stress ossidativo con gli antiossidanti prima del trattamento, ecco perché:

“Il motivo è perché voglio questi perossidi. Quando l’ozono entra nel tessuto, voglio che interagisca con i lipidi e forse con gli amminoacidi. Non voglio che interagisca con l’ascorbato, perché così prenderò deidroascorbato. Non è quello che sto cercando. Sto cercando perossidi.

Il pensiero di base sull’ozonoterapia è che non si vuole mai somministrare alcun tipo di sostanza che donerà elettroni, come la vitamina C o il glutatione prima del trattamento, se si desidera massimizzare la produzione di perossido. Ora, dopo il trattamento, sì. Vuoi farlo dopo, ma devi avere quella sequenza corretta”
.


Strategie di stile di vita per migliorare la funzione mitocondriale

Alcune strategie di stile di vita miglioreranno anche la funzione mitocondriale, le prime due sono l’esercizio a intervalli e una dieta chetogenica (ricca di grassi sani e povera di carboidrati raffinati, a condizione che sia ottimale per te. Per ulteriori dettagli, vedere la sezione seguente). Abbassare lo stress e disintossicare i metalli pesanti sono altri due. Per quanto riguarda l’esercizio, Shallenberger dice:

“L’allenamento di resistenza è davvero importante, soprattutto per il pubblico over 60. Per motivi di massa corporea magra, per motivi metabolici a riposo, è molto importante. Ma non fa quello che fa il classico allenamento aerobico a intervalli…

Per le persone normali, non gli atleti, per mantenere una buona funzione mitocondriale, ciò di cui hai bisogno sono due intervalli di 30 secondi [in cui vai al massimo, massimo sforzo], seguiti da circa quattro o cinque minuti di riposo tra i due, fatto tre volte una settimana. Non è quasi niente … [ma] è buono come qualsiasi routine di esercizi più difficili”
.


Il caso degli ormoni bioidentici

Potrebbe anche essere necessario affrontare la tiroide se la funzione mitocondriale è compromessa. La chiave qui è usare gli ormoni bioidentici, che purtroppo sta diventando sempre più difficile da ottenere. Gli ormoni tiroidei bioidentici sono fondamentalmente costituiti dalla tiroide animale essiccata e quindi contengono tutti e quattro gli ormoni tiroidei naturali: T1, T2, T3 e T4.

I medici convenzionali in genere usano Synthroid o Levo-Thyroid, che contiene solo T4 sintetico. Idealmente, li vuoi tutti e quattro, ma come minimo, vuoi T3 e T4.

“La tiroide è fondamentale per una serie di motivi”, afferma Shallenberger. “Prima di tutto, probabilmente l’80% delle persone di età superiore ai 50 anni ha una funzione tiroidea non ottimale. È un problema così comune… Quando ho ricevuto la mia attrezzatura per la prima volta, ho iniziato a misurare i tassi metabolici a riposo. Il tasso metabolico a riposo è la quantità di energia che le tue cellule producono quando in realtà non stai facendo nulla.

Sei seduto molto tranquillamente su una sedia. In altre parole, nessuno sforzo. Quanta energia hai bisogno per non fare fatica? Si scopre che il tasso metabolico a riposo è quasi interamente determinato dall’ormone tiroideo. L’ormone tiroideo attiva anche qualcosa chiamato proteina disaccoppiante 3 (UCP3), che è un recettore di disaccoppiamento sui mitocondri, che impedisce ai mitocondri di autodistruggersi.


La tiroide impedisce l’autodistruzione dei mitocondri. La tiroide stimola anche la biogenesi mitocondriale e stimola la divisione mitocondriale, in modo che quando le cellule si dividono, si ottengono cellule DAR rappresentative con lo stesso numero di mitocondri. Inoltre, attraverso l’UCP3, è qui che entrano molti acidi grassi. La tiroide è molto importante per il metabolismo degli acidi grassi dei mitocondri.


Quindi, [la tiroide] colpisce i mitocondri in circa quattro o cinque modi diversi. È assolutamente fondamentale per la funzione mitocondriale. Molte volte questo è il grosso problema. Qualcuno entra, il loro tasso metabolico a riposo è basso, la funzione mitocondriale è bassa. Do loro abbastanza tiroide per portare il tasso metabolico a riposo fino a quello che sarebbe considerato quasi ottimale, e botto, la funzione mitocondriale va di pari passo con esso”
.


I test della tiroide non sono affidabili per la diagnosi

Sfortunatamente, molti degli esami del sangue della tiroide non sono particolarmente buoni. Il TSH è particolarmente inutile, secondo Shallenberger. È convinto che misurare il tasso metabolico a riposo e aumentare la dose di ormone tiroideo bioidentico fino a raggiungere un tasso di riposo metabolico ottimale o quasi ottimale sia un modo molto migliore per valutare la quantità di farmaci per la tiroide di cui hai bisogno. Per riferimento generale, la dose più comunemente usata è compresa tra 1 granello (60 mg) e 1,5 grani (90 mg).

“Ho avuto molti di questi casi. Mi diranno: ‘Mi sento davvero bene. Tutto è meraviglioso. Grazie mille.’ Poi tornano forse un anno dopo e dicono: ‘Sono infelice… ho visto il mio dottore, ha fatto il test della tiroide e ha detto ‘Oh, sei in overdose.’ Quindi , ha ridotto la dose e il test ora sta andando bene, ma mi sento di nuovo una merda.’

Il dottore dice che va bene, “perché i tuoi test sembrano buoni”. Quindi, ecco quanto sono buoni questi test. Sono totalmente inutili. Il paziente torna da me, gli rimetto su la tiroide e quella è la fine di quella storia. Userò T4 e T3 per monitorare quello che sto facendo. Ma il TSH è assolutamente inutile. E sono tutti inutili per scopi diagnostici”
.


L’importanza di essere metabolicamente flessibili

Circa il 90% della popolazione è metabolicamente inflessibile e ciò avrà un enorme impatto sulla loro funzione mitocondriale. La maggior parte mangia troppi carboidrati raffinati e ha una ridotta capacità di utilizzare i grassi come carburante principale. Per affrontare questo problema, in genere è necessario ridurre significativamente l’assunzione di carboidrati e aumentare i grassi sani.

Tuttavia, questa non è una certezza assoluta al 100%. Il meccanismo mitocondriale in alcune persone è preferenzialmente adattato ai carboidrati e non funzioneranno bene con una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati. La buona notizia è che puoi effettivamente misurare quanto bene i tuoi mitocondri stanno lavorando su una dieta specifica, usando il test di Shallenberger. In questo modo, puoi davvero avere un’idea chiara di quale sia la tua dieta ideale personalizzata. Shallenberger spiega:

“I mitocondri hanno la capacità di generare energia bruciando glucosio o acidi grassi. Se bruciano semplicemente glucosio, producono il doppio di CO2 rispetto a se bruciano solo grassi.

Se guardo il rapporto tra l’ossigeno consumato e l’anidride carbonica prodotta, poiché è un’equazione lineare, posso dire loro esattamente quanta energia stanno generando dal glucosio e quanta energia stanno generando dagli acidi grassi. Abbiamo quella capacità, solo guardando questi numeri, di determinare che …


Ora, i carboidrati in alcune persone sopprimono il metabolismo degli acidi grassi. C’è un sottoinsieme della popolazione che, quando mangia carboidrati, è soppressivo mitocondriale. La logica è che, poiché siamo tutti diversi, ci sarà un sottoinsieme di persone i cui mitocondri preferiscono ottenere i loro protoni dal glucosio.


Ci sarà un altro sottoinsieme di persone i cui mitocondri preferiscono ottenere i loro protoni dall’acido grasso. Sono solo più efficienti in questo modo. Quindi, hai questi due estremi. Il resto di noi si adatta a un continuum tra questi due estremi”
.


Perossido di idrogeno nebulizzato

Come accennato, Shallenberger era molto più avanti di tutti con l’uso del perossido di idrogeno nebulizzato. Ogni volta che inspiri qualcosa, entra nel flusso sanguigno. Shallenberger usava perossido di idrogeno per via endovenosa da circa 20 anni quando improvvisamente ebbe l’idea di inalare.

I virus respiratori, ovviamente, tendono a rimanere nei seni paranasali, nelle vie respiratorie e nei polmoni. Il perossido di idrogeno, nel frattempo, è noto per uccidere la maggior parte dei virus conosciuti al contatto. “È piuttosto semplice, ma è incredibilmente efficace”, dice. Tutto quello che serve è:

  • Un nebulizzatore a getto plug-in
  • 3% di perossido di idrogeno alimentare (il commestibile non contiene stabilizzanti chimici)
  • Soluzione salina
  • Opzionale: da 1 a 2 gocce di iodio di Lugol

Diluisci semplicemente il perossido mescolando 7 cucchiaini di soluzione salina con un quarto cucchiaino di perossido. Questo ti dà una soluzione allo 0,1%, che è perfettamente sicura da inalare. Se lo desideri, puoi aggiungere una goccia di iodio di Lugol nella tazza insieme alla soluzione.


Disintossicazione da metalli pesanti

La tossicità dei metalli pesanti è un altro problema che può avere un impatto sui mitocondri. Per affrontare i metalli pesanti, Shallenberger usa tipicamente una combinazione di colon, saune e terapia chelante. Come me, è un grande fan delle saune. Mentre la maggior parte usa saune a infrarossi lontani, io preferisco le saune a infrarossi vicini, per diversi motivi.

Per cominciare, il vicino infrarosso penetra molto più in profondità nei tessuti, rilasciando tossine. È importante sottolineare che il 95% della melatonina viene prodotta anche nei mitocondri in risposta alla luce del vicino infrarosso. La melatonina è un antiossidante molto potente che aiuta ad assorbire i ROS nei mitocondri. La melatonina aiuta anche ad aumentare il glutatione, che è un importante agente di disintossicazione. Per suggerimenti su come creare una sauna senza campi elettromagnetici, ascolta la nostra intervista, poiché entriamo in più dettagli rispetto a quello che ho riassunto qui.


Immunità TH1 contro TH2

In chiusura, tocchiamo la funzione immunitaria. Il tuo sistema immunitario è diviso in due “braccia” o rami, il sistema immunitario innato (TH1) e il sistema immunitario umorale (TH2). Se il tuo sistema immunitario innato non funziona bene, sei più soggetto a infezioni e malattie. Sfortunatamente, i vaccini di ogni tipo sopprimono il TH1, spingendoti verso un predominio TH2.

“Nel 1994 è stato pubblicato uno studio su uomini omosessuali. Aveva a che fare con l’AIDS e tutti questi uomini erano sieropositivi, ma solo una parte di loro aveva l’AIDS. Hanno scoperto che di quelli che avevano l’AIDS, il 100% di loro erano tutti in predominanza TH2. Di quelli che non avevano l’AIDS, solo il 30% era in predominanza TH2.

Erano in dominanza TH1 … Ho guardato quello studio e ho pensato: “Wow, mi stai dicendo che il 30% degli uomini nel gruppo di controllo era già in dominanza TH2? È piuttosto patetico. Questo fondamentalmente significa che il loro sistema immunitario innato è più o meno spento e sono in uno squilibrio del sistema umorale TH2.


Ho pensato che hanno rovinato il TH1, perché quello che succede è che il sistema TH2 produce citochine che sopprimono TH1. TH1 produce citochine che sopprimono TH2. Quindi, è come se un aspetto del sistema immunitario stesse dicendo: “Ho questo, non abbiamo più bisogno di te”.


Quindi, abbiamo un certo numero della nostra popolazione di cosiddette persone sane che sono in una posizione dominante TH2. Negli anni ’80, testare gli anticorpi era una cosa importante. Tutti stavano testando gli anticorpi. La conclusione a cui siamo giunti è che se hai molti anticorpi, significa che sei super-infetto rispetto a qualcuno che non ha molti di questi anticorpi.


Si scopre che non è proprio così… Il problema non è che questi anticorpi siano causati da situazioni di tipo superinfezione. Il problema è che sono in posizione dominante TH2 ed è quello che fanno. Vivono di anticorpi.


Forse fino a un terzo della popolazione è già in predominanza TH2. Perché? … Cosa stiamo facendo per produrre tutti questi anticorpi? Ciao, vaccini. Ma qual è la definizione di un buon vaccino? È uno che fa un anticorpo.


Ogni volta che ricevi un vaccino, stai automaticamente sopprimendo la tua immunità innata.

I dati statistici sono usciti un paio di anni fa, confrontando il tasso di mortalità per COVID nei paesi in cui la popolazione era altamente vaccinata per l’influenza nel 2019 rispetto ai paesi con un basso tasso di vaccinazione antinfluenzale. E il tasso di mortalità era qualcosa come il 400% in più nei paesi in cui la maggior parte delle persone aveva i vaccini antinfluenzali 2019.


Questo è logico, perché hanno soppresso la loro immunità innata. Questa è stata una cosa che mi ha colpito. Sai, i vaccini non stanno davvero aiutando questo gioco qui. L’altra cosa che mi è arrivata è che sappiamo che l’ozono stimola l’interferone gamma e IL2, che sono stimolanti TH1 che agiscono per sopprimere TH2.


Quindi, la mia conclusione, infine, è stata che quando sommi tutto, perché l’ozono funziona per ogni infezione virale che puoi contrarre? … Ha a che fare con il fatto che li sto eliminando da un dominio TH2 mettendoli in un dominio TH1″
.


Maggiori informazioni

Per saperne di più, puoi prendere una copia di “Bursting With Energy: The Breakthrough Method to Renew Youthful Energy and Restore Health“, che è ricco di buoni consigli.

Se sei interessato a ottenere test di bioenergia per misurare la tua funzione mitocondriale, controlla il sito Web di Shallenberger, www.antiagingmedicine.com. Oltre alla clinica di Shallenberger in Nevada, ci sono anche centri di test1 in una dozzina di altri stati e in molti altri paesi.

Fonti e Referenze

Dr. Joseph Mercola


Disclaimer: il contenuto di questo articolo si basa sulle opinioni del Dr. Mercola, se non diversamente specificato. I singoli articoli si basano sulle opinioni del rispettivo autore, che conserva i diritti d’autore come contrassegnati. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire un rapporto individuale con un operatore sanitario qualificato e non istituire un consiglio medico. È inteso come una condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza del Dr. Mercola e della sua comunità. Il Dr. Mercola ti incoraggia a prendere le tue decisioni sanitarie sulla base della tua ricerca e in collaborazione con un professionista qualificato sanitario. In caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o condizioni mediche, consultare il proprio medico prima di utilizzare prodotti su questo contenuto


I canali dei social media stanno limitando la di Megachiroptera: Twitter, Facebook ed altri social di area Zuckerberg hanno creato una sorta di vuoto cosmico intorno alla pagina ed al profilo che mostra gli aggiornamenti con ritardi di ore.

Megachiroptera non riceve soldi da nessuno e non fa pubblicità per cui non ci sono entrate monetarie di nessun tipo. Il lavoro di Megachiroptera è sorretto solo dalla passione e dall’intento di dare un indirizzo in mezzo a questo mare di disinformazione.

Questo profilo è stato realizzato per passione e non ho nessun particolare motivo per difendere l’una o l’altra teoria, se non un irrinunciabile ingenuo imbarazzante amore per la verità.

Non ci sono complotti

ci sono persone e fatti

DOCUMENTATI


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: