ARMI SILENZIOSE PER GUERRE TRANQUILLE

Titolo originale:
“SILENT WEAPONS FOR QUIET WARS”

Il seguente documento, datato maggio 1979, è stato trovato il 7 Luglio 1986 in una fotocopiatrice della IBM acquistata ad un’asta di attrezzature militari.

Negligenza o perdita intenzionale, sembra che questo documento fosse in possesso dei servizi segreti della Marina USA.
Il documento, per motivi di sicurezza, non reca la firma del l’organizzazione da cui proviene. Ma una certa sovrapposizione di informazioni e le date suggeriscono che potrebbe essere del Gruppo Bilderberg, un “think-tank” che riunisce persone estremamente potenti del mondo della finanza, dell’economia, della politica, dell’esercito e dei servizi segreti.

Il documento si presenta come un “Manuale di programmazione della società”, apparentemente destinato ai nuovi membri dell’organizzazione. Potrebbe anche essere stato scritto da un autore di fantascienza ispirato o da un giornalista ben informato.
Vero o falso, l’importante è che le strategie qui descritte sono state ampiamente applicate nelle linee guida dell’economia e della società negli ultimi trent’anni in tutti i paesi occidentali e con una notevole sincronizzazione.
Per questo motivo, per i temi esposti e per altre considerazioni di ordine politico e sociale, questo documento viene trattato dal mainstream ufficiale alla stregua dei “Protocolli dei Savi di Sion”; altro documento molto dibattuto e considerato un falso ma dai contenuti assolutamente reali e verificabili.

Per quanto mi riguarda, per l’importanza intrinseca del documento ritengo che si tratta di “perdita intenzionale”, perché in un certo senso certe cose devono farcele sapere, ne sono obbligati a causa del “libero arbitrio”.
Il nostro universo duale ci obbliga costantemente a delle scelte: A o B, non si può scappare da questo; per cui le cose ce le dicono papali papali per come sono.. nude e crude.
Per poi costruirci interi universi dove possiamo distrarci con tutto comodo con il calcio, la politica, il gossip e quant’altro non descritto in catalogo.

Pubblicato in appendice al libro “Behold a Pale Horse” di William Cooper, Light Technology Publishing, 1991

TOP SECRET
“Armi Silenziose per Guerre Tranquille”

Un manuale introduttivo di programmazione
Operazioni di Ricerca
Manuale Tecnico TM-SW7905.
1

Questa pubblicazione segna il 25° anniversario della Terza Guerra Mondiale, chiamata “guerra silenziosa” e condotta utilizzando armi biologiche soggettive, denominate “armi silenziose”.

SICUREZZA

E’ palesemente impossibile discutere di ingegneria sociale o di automazione di una società (= ingegnerizzazione di sistemi di automazione sociale: “armi silenziose”) su un livello nazionale o internazionale senza coinvolgere ampi obiettivi di controllo sociale e distruzione della vita umana (vale a dire, la schiavitù e il genocidio).
Questo manuale è di per sé una dichiarazione di intenti di questo tipo.
Un tale scritto deve essere tenuto lontano dalla vista del pubblico. In caso contrario, potrebbe essere riconosciuto come una dichiarazione formale e tecnica di guerra interna.
Inoltre, se una persona o un gruppo di persone, in una posizione di potere significativa, utilizzano tale conoscenza e tale metodologia per la conquista economica, diventa chiaro che esiste uno stato di guerra interno tra questo gruppo di gente e il pubblico.
La soluzione ai problemi del nostro tempo richiede un approccio che è spietatamente franco, senza agonizzare su valori religiosi, morali o culturali.
Siete stati selezionati per questo progetto per la vostra capacità di guardare la società umana con una fredda obiettività e di analizzare e discutere le vostre osservazioni e conclusioni con ottime capacità intellettuali che non perdono di vista i requisiti di discrezione e di umiltà.
De telles vertus sont exercées dans votre propre intérêt supérieur: tali virtù sono esercitate nei vostri propri interessi. Non allontanatevi da essi!

INTRODUZIONE STORICA

La tecnologia delle “armi silenziose” si è evoluta da Operation Research (OR), una metodologia strategica e tattica elaborata dal personale militare in Inghilterra durante la Seconda Guerra Mondiale.
Lo scopo originale di Operation Research è stato quello di studiare i problemi strategici e tattici di difesa aerea e terrestre, con l’obiettivo di un uso efficace delle risorse limitate contro i nemici esterni.

E’ stato subito riconosciuto da coloro che occupano posizioni di potere che metodi simili potrebbero essere utili per controllare totalmente una società. Ma erano necessari strumenti migliori.
L’ingegneria sociale (l’analisi e l’automazione di una società) richiede il collegamento di una grande quantità di informazioni economiche in continua evoluzione, per cui un sistema ultra rapido di trattamento dei dati è stato necessario per vincere sulla società e prevedere quando essa è pronta alla capitolazione.

I computer a relè erano troppo lenti, ma il computer elettronico, inventato nel 1946 da J. Presper Eckert e John W. Mauchly ha compiuto la missione.
Il passo successivo è stato lo sviluppo di un metodo di programmazione di linee, nel 1947, del matematico George B. Dantzig.
Poi, nel 1948, il transistor, inventato da J. Bardeen, WH Brattain e W. Shockley, ha creato un campo di applicazione del computer per una rapida espansione, riducendo lo spazio e l’energia necessaria.
Con queste tre invenzioni, sotto la loro direzione, quelli che erano in posizioni di potere hanno intuito che era possibile per loro controllare tutto il mondo premendo un pulsante.
Immediatamente, la Fondazione Rockfeller inizia a sovvenzionare un corso di quattro anni all’Harvard College, fondando la Harvard Economic Research Project per studiare la struttura dell’economia degli Stati Uniti.
Un anno dopo, nel 1949, l’Air Force USA aderì al progetto.
Nel 1952, terminò il periodo di studio e una riunione ad alto livello dell’Elite fu condotta per determinare la prossima fase della ricerca in operazioni sociali.
Il Progetto Harvard aveva avuto molto successo e alcuni dei suoi risultati furono pubblicati nel 1953, suggerendo la possibilità di un’ingegneria socio-economica1.
Con la fusione nucleare, nel 1954, la promessa di fonti di energia illimitata da idrogeno pesante da acqua di mare e, di conseguenza, la disponibilità di un illimitato potere sociale divenne una possibilità remota di soli pochi decenni.
La combinazione era irresistibile!
La Guerra Silenziosa fu tranquillamente dichiarata dall’Elite Internationale in una riunione tenutasi nel 1954.
Anche se il sistema di armi silenziose era stato progettato quasi tredici anni prima, la sua evoluzione non ha mai subito contrattempi o battute d’arresto.
Questo documento segna il 25° anniversario dell’inizio della Guerra Tranquilla. Da allora, questa guerra interna ha già vinto molte battaglie, su molti fronti, in tutto il mondo.

INTRODUZIONE POLITICA

Nel 1954, era ben noto, a coloro che occupavano posizioni di potere, che era solo questione di tempo: solo pochi decenni prima che il pubblico ordinario fosse stato capace di raggiungere e rovesciare la culla del potere, prima che gli elementi essenziali della nuova tecnologia di armi silenziose fossero disponibili per un’utopia pubblica, com’erano forniti per un’utopia privata.
Il problema principale, quello della posizione dominante, ruota intorno al tema delle scienze dell’energia.

ENERGIA

L’energia è riconosciuta come la chiave di tutte le attività sulla Terra. Le scienze naturali sono lo studio delle fonti e del controllo dell’energia naturale e le scienze sociali, in teoria espresse attraverso l’economia, sono lo studio delle fonti di energia e del controllo sociale.
Entrambi sono sistemi di contabilità: la matematica. Pertanto, la matematica è la prima scienza dell’energia.

Tutta la scienza è essenzialmente un mezzo per un fine. Il mezzo è la conoscenza. L’obiettivo è il controllo.
Al di là di questo resta solo una domanda: chi sarà il beneficiario?

Nel 1954, è stata questa la principale preoccupazione. Anche se le cosiddette questioni morali furono sollevate: dal punto di vista della legge della selezione naturale, si è ammesso che una nazione o l’intera popolazione mondiale, se non userà la sua intelligenza, non sarà migliore di animali che non hanno intelligenza.

Questi individui sono bestie d’allevamento per scelta e consenso.

Pertanto, nell’interesse del futuro Ordine Mondiale, della sua pace e tranquillità, si fu deciso di condurre una guerra silenziosa contro l’opinione pubblica, con il fine ultimo di spostare l’energia sociale e naturale (ricchezza) della massa indisciplinata e irresponsabile verso le mani di pochi fortunati auto-disciplinati e responsabili.

Per raggiungere questo obiettivo, era necessario creare, proteggere e utilizzare nuove armi che, come poi accertato, furono così sottili e sofisticate nel loro principio di funzionamento e nel loro aspetto pubblico che ottennero il nome di “armi silenziose”.
In conclusione, l’obiettivo della ricerca economica, come quella condotta dai leaders di capitali (banche), di industrie e beni di servizi, è la creazione di una economia del tutto prevedibile e manipolabile.

Per ottenere un’economia completamente prevedibile, gli elementi delle classi inferiori della società devono essere portati ad controllo completo, cioè devono essere messi sulla strada, sotto un giogo, e assegnati a un dovere sociale a lungo termine dalla più tenera età, prima che abbiano la possibilità di porre domande sulla proprietà della materia.

Per realizzare una tale conformità, il nucleo familiare della classe inferiore deve essere disintegrato da un processo di crescente preoccupazione dei genitori.

La qualità dell’istruzione data alle classi inferiori dev’essere la più povera dell’ordinamento, in modo che il divario di ignoranza che isola la classe inferiore dalle classi superiori è e rimane incomprensibile per le classi inferiori.

Con un tale svantaggio iniziale, anche brillanti elementi di classe inferiore hanno poca speranza di districarsi dalla loro sorte che è stata assegnata loro nella vita.
Questa forma di schiavitù è essenziale per mantenere un certo livello di ordine sociale, la pace e la tranquillità per le classi superiori dirigenti.

INTRODUZIONE DESCRITTIVA DI ARMI SILENZIOSE

Tutto ciò che ci si aspetta da un arma comune è simile, nel suo funzionamento, in un’arma silenziosa programmata dai suoi creatori.
Spara situazioni, invece di proiettili, azionate dall’elaborazione dei dati, invece che da una reazione chimica, prendendo origine da byte di informazioni, invece che da granelli di polvere, partendo da un computer, invece che da un cannone, manipolate da un programmatore di computer, invece di un cecchino, sotto il comando di un banchiere, invece di un generale dell’esercito.

Essa non produce nessun rumore di esplosione apparente, non provoca un danno fisico o mentale e non interferisce in modo evidente con la vita sociale quotidiana di ognuno.
Eppure, produce un inconfondibile “rumore”, determina inconfondibili danni fisici e mentali e interferisce, inequivocabilmente, con la vita sociale quotidiana, inconfondibile per un osservatore esperto che sa cosa guardare.
Il pubblico non è in grado di capire quest’arma e, quindi, non può rendersi conto che è stato attaccato e sottomesso da essa.

Il pubblico potrebbe istintivamente sentire che qualcosa non và, ma, in ragione della natura tecnica delle armi silenziose, non può esprimere i suoi sentimenti in modo razionale o gestire il problema con intelligenza. Di conseguenza, non sa come gridare aiuto e non capisce come associarsi con altri per difendersi.
Quando un’arma silenziosa è applicata gradualmente, le persone si adeguano, si adattano alla sua presenza e imparano a tollerare la sua invasione nella loro vita, fino a quando la pressione (psicologica attraverso quella economica) diventa troppo grande e collassano.

Di conseguenza, l’arma silenziosa è un tipo di arma biologica. Essa attacca la vitalità, le opzioni e la mobilità degli individui di una società, nella conoscenza, la comprensione, la manipolazione, attaccando le sue fonti di energia naturale e sociale e i suoi punti di forza e di debolezza fisici, mentali ed emozionali.

INTRODUZIONE TEORICA

“Datemi il controllo sulla moneta di un Paese e me ne frego di chi fa le leggi”

Mayer Amshel Rothschild (1743-1812)

La tecnologia attuale delle armi silenziose è un’estensione di una idea semplice, succintamente espressa ed efficacemente applicata dal citato signor Mayer Amschel Rothschild.
Il signor Rothschild aveva scoperto il componente passivo mancante della teoria economica, conosciuto come induzione economica. Certo non pensava che la sua scoperta, in questi termini, nel 20° secolo, con l’analisi matematica avesse dovuto attendere la seconda rivoluzione industriale, l’avvento delle teorie di fisica ed elettronica e, infine, l’invenzione del computer, prima di poter essere effettivamente attuata nel controllo dell’economia globale.

ENERGIA: LA SCOPERTA DEL SIG. ROTHSCHILD

Ciò che il signor Rothschild aveva scoperto è stato il principio base del potere, influenza e controllo sulle persone applicati attraverso l’economia.
Questo principio è: “Quando si assume l’aspetto del potere, la gente presto si dà a voi”.

Il signor Rothschild aveva scoperto che i conti di deposito o prestito avevano l’aspetto richiesto di potere che poteva essere usato per indurre le persone (= induttanza: in pratica, la gente è corrispondente ad un campo magnetico), a scambiare la loro ricchezza reale contro una promessa di maggiore ricchezza (invece di una compensazione reale).
Avrebbero depositato ricchezze reali in cambio di vaglia cambiari. Il signor Rothschild vide che poteva emettere più note di credito di quelle che poteva rimborsare. Nel frattempo, però, poteva mostrare uno stock di oro per rassicurare i propri clienti.

Il signor Rothschild prestò le sue cambiali ai singoli e ai governi. Ciò doveva creare più fiducia. Poi, avrebbe fatto si che i soldi scarseggiassero, stringendo il controllo del sistema e raccogliendo gli attivi contrattualmente garantiti.
Il ciclo fu poi ripetuto. Queste pressioni furono utilizzate per iniziare una guerra. Si fu, quindi, in grado di controllare la disponibilità di denaro per determinare il vincitore della guerra. Il governo acconsentì di dargli il controllo della sua economia, ottenendo il suo sostegno.

Il rimborso del debito sarebbe venuto da aiuti economici al nemico del beneficiario. Il profitto generato da questo metodo permise al signor Rothschild di moltiplicare la sua fortuna. Aveva scoperto che l’avidità del pubblico avrebbe permesso alla moneta di essere stampata dal governo oltre i limiti (= inflazione) per il rimborso di metalli preziosi o di produzione di beni e servizi.
In un tale sistema, il credito, presentato in una forma chiamata “moneta”, ha l’aspetto del capitale, ma è in realtà il patrimonio netto negativo, lo scoperto.
Esternamente, ha l’aspetto della produzione di servizi, mentre esso è in realtà il debito, l’indebitamento.

E’ quindi un’induttanza economica (o incentivo economico), invece di una capacità economica (capacità di produzione effettiva) che, se non viene equilibrata diversamente, questa deve essere bilanciata con la distruzione della popolazione (guerra, genocidio).

I beni ed i servizi, complessivamente, rappresentano il capitale reale, chiamato Prodotto Nazionale Lordo e la moneta può essere stampata ad un livello equivalente, continuando a rappresentare la capacità economica. Ma, la moneta stampata al di là di questo livello è sottrattiva, cioè introduce l’induttanza economica e costituisce note di crediti e indebitamento.
La guerra è, dunque, l’equilibrio del sistema ottenuto, uccidendo i veri creditori (il pubblico a cui hanno imposto di condividere i suoi veri valori nei confronti della moneta sopravvalutata) e utilizzando tutto ciò che resta delle risorse della natura e della rigenerazione di tali risorse.

Il signor Rothschild aveva scoperto che la moneta gli poteva dare il potere di riorganizzare la struttura economica a proprio vantaggio e di spostare l’induttanza economica verso quelle posizioni economiche che incoraggiavano una più ampia instabilità economica o di oscillazione.
La chiave finale del controllo economico ha dovuto attendere fino a quando non vi fossero dati sufficienti e apparecchiature informatiche veloci per tenere d’ occhio le oscillazioni economiche create per il “Prezzo-shocking” e l’eccesso di energia sotto forma di crediti-carta (induttanza/inflazione).

SCOPERTA DECISIVA

Il campo dell’industria aeronautica fornisce la massima evoluzione in ingegneria economica attraverso la teoria matematica dello “shock-test”.
In questo processo, un proiettile sparato da un aereo verso il suolo e lo slancio del rinculo è misurato da sensori di vibrazioni disposti sulla fusoliera e collegato a registratori grafici.
Studiando l’eco o le rifrazioni del rinculo sul piano, è possibile scoprire le vibrazioni critiche nella struttura dell’aereo. In termini ingegneristici, significa che i punti di forza e di debolezza della struttura di un aereo, in riferimento all’energia vibrazionale, possono essere scoperti e manipolati.

APPLICAZIONE IN ECONOMIA

Per utilizzare questo metodo di “shock testing” aeronautico in ingegneria economica, i prezzi dei prodotti devono essere soggetti ad uno shock e la reazione del pubblico misurata.
L’eco risultante dallo shock economico è interpretato teoricamente dai computer e la struttura psico/economica è così scoperta. E’ attraverso questo processo che si è scoperto ciò che si definisce il menage familiare e rendere possibile la sua valutazione.

Pertanto, la risposta della famiglia ai futuri shock può essere prevista e manipolata e la società, in tal modo, diventa un animale ben regolato con le sue redini sotto il controllo di una sofisticata contabilità di energia sociale controllata dal computer.
Infine, ogni singolo elemento della struttura viene ad essere controllato da un computer attraverso la conoscenza delle sue preferenze personali. Tale conoscenza è garantita dall’associazione informatica di codici a barre con i consumatori individuati (attraverso il numero di carta credito e, più tardi, da tatuaggi permanenti sul corpo di un numero invisibile sotto la luce di un ambiente normale).

IL MODELLO ECONOMICO

L’Harvard Economic Research Project (1948 -…) era un’estensione di Operations Research. Il suo scopo era quello di scoprire la scienza del controllo di una economia: in un primo momento, l’economia statunitense e, in seguito, l’economia globale. E’ stato previsto, con sufficienti basi matematiche e dati, che presto sarebbe stato più facile prevedere e controllare l’andamento dell’economia, nonché di prevedere e calcolare la traiettoria di un proiettile. Questo ha di fatto dimostrato di essere il caso. E, di nuovo, l’economia è stata trasformata in un missile guidato verso un bersaglio.

Lo scopo immediato del progetto di Harvard era quello di scoprire, nella struttura economica, quali forze la modificano, come il comportamento della struttura può essere previsto e come può essere manipolato.
Ciò che si voleva era una conoscenza ben organizzata delle strutture matematiche e le interrelazioni di investimenti, produzione, distribuzione e consumo.
Per un riepilogo di tutto ciò, si è scoperto che un’ economia obbedisce alle stesse leggi dell’elettricità e che tutte le teorie matematiche e abilità pratiche e informatiche sviluppate nel settore elettronico possono essere direttamente applicate negli studi di economia.

Questa scoperta non fu apertamente proclamata e le sue implicazioni più sottili sono state e sono ancora un segreto ben custodito, come, ad esempio, il fatto che in un modello economico, la vita umana si misura in dollari o che una scintilla elettrica, che genera l’apertura di un interruttore collegato a un induttore attivo, è matematicamente analoga all’ inizio di una guerra.

Il più grande ostacolo per i teorici dell’economia è stata l a descrizione accurata della famiglia come industria.

Questa è una sfida, perché gli acquisti dei consumatori sono una questione di scelta, che è, a sua volta, influenzata dal reddito, prezzi e altri fattori economici.
Questo ostacolo è stato sollevato da un modo indiretto e statisticamente approssimativo, utilizzando lo shock-testing per determinare le caratteristiche correnti, chiamato “coefficienti tecnici correnti” di un’industria di beni della famiglia.

Infine, affinché i problemi in economia teorica possano essere tradotti, molto facilmente, in problemi di elettronica teorica, la cui soluzione ha portato a girare nella direzione opposta, ne conseguiva che solo un libro di traduzione linguistica e di definizione dei concetti aveva bisogno di essere scritto.
Il resto è stato trovato nel lavoro ordinario di matematica e di elettronica. Questo rende inutile pubblicare un libro di economia avanzata e semplifica notevolmente la sicurezza del progetto.

IL TEST DELLO SHOCK ECONOMICO

Un metodo per la valutazione dei coefficienti tecnici di un’industria di trasformazione è quello di sottoporre i prezzi ad uno shock e annotare i cambiamenti nelle vendite di tutti i prodotti.
Non solo i prezzi, ma anche la disponibilità di manodopera può essere usata come mezzo di shock-testing.

Gli scioperi forniscono eccellenti shock-tests di una economia, in particolare nei settori di servizi essenziali come i trasporti su strada, le comunicazioni, i servizi pubblici urbani (energia, acqua, raccolta rifiuti, etc).

Grazie allo shock-testing, è stato scoperto un rapporto diretto tra la disponibilità dei flussi di denaro in un’economia e la risposta di una massa di persone a seconda della disponibilità.
Per esempio, vi è un rapporto quantitativo misurabile tra i prezzi della benzina e la probabilità che un individuo subirà un mal di testa o sentirà la voglia di vedere un film violento, di fumare una sigaretta o andare in una taverna a bere un boccale di birra.

La cosa più interessante è che, osservando e misurando i modelli economici con cui il pubblico cerca di sfuggire ai suoi problemi e dalla realtà e applicando la teoria matematica della Operations Research, è possibile programmare l’elaboratore per predire la probabile combinazione di più eventi creati (shock) che porteranno a completare il controllo e la sottomissione del pubblico attraverso una sovversione dell’economia pubblica.

CONCETTI GENERALI DI ENERGIA

Nello studio dei sistemi energetici, ci appaiono sempre tre concetti elementari. Si tratta di energia potenziale, energia cinetica e la dissipazione di energia.
Corrispondenti a questi tre concetti, ci sono tre controparti fisiche di base chiamate componenti passive.

  1. In fisica, il fenomeno di energia potenziale è associato ad una proprietà chiamata elasticità o rigidità, che può essere rappresentata da una molla tesa. In scienza elettronica, l’energia potenziale è immagazzinata in un condensatore al posto di una molla. Questa proprietà viene chiamata capacità di elasticità o rigidità.
  2. In fisica, il fenomeno di energia cinetica è associato ad una proprietà chiamata inerzia o massa e può essere rappresentata da una massa in movimento. In scienza elettronica, l’energia cinetica viene memorizzata in un induttore (campo magnetico). Questa proprietà viene chiamata induzione invece di inerzia.
  3. In fisica, il fenomeno di dissipazione di energia è associato ad una proprietà fisica chiamata attrito o resistenza e può essere rappresentata da un dispositivo che converte l’energia in calore. In scienza elettronica, la dissipazione di energia è prodotta da un elemento chiamato resistenza del conduttore. Questa proprietà viene chiamata resistenza alla conduttanza.

In economia questi tre concetti di energia sono associati come segue:

L’insieme della teoria matematica, sviluppata nello studio di un sistema di energia (meccanica, elettronica, etc), può essere applicata direttamente nello studio di qualsiasi sistema energetico (ad esempio: economico).

IL MODELLO E

L’economia nazionale è costituita da flussi simultanei di produzione, distribuzione, consumo e investimento.
Se si assegna un valore numerico a tutti questi elementi, compreso il lavoro e le funzioni umane, con l’unità di misura, per esempio, il dollaro nel 1939, allora questo flusso può essere rappresentato da una corrente che circola in un circuito elettrico e il suo comportamento può essere previsto e manipolato con una precisione estrema.

I tre componenti energia passiva dell’elettronica, – il condensatore, il conduttore (o resistenza) e l’induttore, – corrispondono alle tre componenti energetiche passive di economia, chiamate rispettivamente capitale, beni e servizi.
La capacità economica rappresenta la conservazione del capitale in una forma o nell’altra.
La conduttanza economica rappresenta il livello di conduttanza di materiali per la produzione di beni.
L’induttanza economica rappresenta l’inerzia del valore economico in movimento. E’ un fenomeno popolare conosciuto con il nome di servizi.

INDUTTANZA ECONOMICA

Un induttore elettrico o una corrente elettrica, come primo fenomeno, e un campo magnetico, come secondo fenomeno (inerzia), corrispondono a questo: un induttore ha un flusso di valore economico come primo fenomeno, e un campo di popolazione, come secondo fenomeno di inerzia.
Quando il flusso di valore economico (ossia il denaro) diminuisce, il campo di popolazione umana scompare al fine di consentire al valore economico di continuare a circolare (caso estremo: la guerra).
L’inerzia del pubblico è il risultato di abitudini di consumo e dello standard di vita desiderato ed è, generalmente, un fenomeno di auto-conservazione.

FATTORI INTRODUTTIVI DA CONSIDERARE
  1. Popolazione
  2. Entità delle attività economiche del governo
  3. Modalità di finanziamento di tali attività di governo (Peter-Paul Principle – Inflation de la monnaie)

INTRODUZIONE AGLI AMPLIFICATORI ECONOMICI

Gli amplificatori economici sono i componenti attivi dell’ingegneria economica. La caratteristica fondamentale di qualsiasi amplificatore è quella di ricevere un segnale di comando (input) e fornisce l’energia da una fonte indipendente verso uno specifico terminale di uscita (output), in un rapporto prevedibile con l’ingresso del segnale di controllo.

La forma più semplice di amplificatore economico è un dispositivo chiamato pubblicità.

Se uno spot è più volte indirizzato ad una persona come se avesse 12 anni, allora, a causa della suggestionabilità, avrà con una certa probabilità, una risposta o una reazione così priva di senso critico, come un persona di 12 anni.
Un amplificatore economico può avere più ingressi o uscite. La sua risposta può essere istantanea o ritardata.

Il suo circuito può essere rappresentato simbolicamente da un interruttore rotante. Se le sue opzioni sono esclusive, qualitative o binari (“go” o “no-go”) o può avere le sue relazioni parametriche, entrata/uscita, specificate da una matrice con le fonti di energie interne rappresentate.

Qualunque sia la forma che esso può avere, il suo scopo è quello di governare il flusso di energia da una fonte a una presa in uscita, collegato direttamente con un segnale di controllo esterno. Per questo motivo, è considerato un elemento o un componente del circuito attivo.

Gli Amplificatori Economici sono divisi in classi chiamate strategie e in confronto ad amplificatori elettronici, le funzioni interne specifiche di un amplificatore economico sono chiamate logistiche, invece di elettriche.
Inoltre, gli amplificatori non solo un guadagno di energia, ma sono anche, in pratica, utilizzati per provocare cambiamenti nei cicli economici.

Nella progettazione di un amplificatore economico, dobbiamo avere un’idea di almeno cinque funzioni, che sono:

  1. il segnale di entrata disponibile,
  2. gli obiettivi di controllo, output desiderato,
  3. gli obiettivi strategici,
  4. le fonti di potere economico disponibile,
  5. le opzioni di logistiche.

Il processo di definizione e valutazione di tali fattori e d’incorporazione dell’amplificatore economico in un sistema economico è stato chiamato popolarmente teoria dei giochi.
La progettazione di un amplificatore economico inizia con la specificazione del livello di energia di uscita, che può variare da personale a nazionale.
La seconda condizione è la velocità di risposta, cioè la velocità con cui l’azione di uscita è una funzione di comandi di entrata.

Un alto guadagno combinato ad un forte feedback aiuta ad ottenere la necessaria precisione.
La maggior parte degli errori risiederà nel segnale di ingresso dei dati.

AMPLIFICAZIONE DELLE FONTI DI ENERGIA

Il passo successivo, nel processo di progettazione di un amplificatore economico, è scoprire le fonti di energia.
Le fonti di energia che sostengono qualsiasi sistema economico sono, ovviamente, l’approvvigionamento di materie prime e il consenso della gente a lavorare e, di conseguenza, assumere un certo rango sociale, posizione, livello o classe nella struttura sociale (che vale a dire di fornire posti di lavoro ai vari livelli dell’ordine in questione).

Ogni classe, lavorando per garantire il proprio livello di reddito, controlla il livello immediatamente sotto di sé e preserva, quindi, la struttura della classe. Ciò fornisce la stabilità e la sicurezza, ma anche un governo dall’alto.
Nel corso del tempo e del miglioramento della comunicazione e dell’educazione, gli individui delle classi inferiori diventano capaci di comprendere e invidiosi delle cose buone che i membri delle classi superiori hanno.

Questa minaccia la sovranità delle élites.

Se l’ascesa delle classi inferiori può essere contenuta abbastanza a lungo, l’élite può raggiungere una posizione dominante di energia e il Popolo, con il suo steso consenso, non avrà più una posizione di risorsa energetica essenziale.
Fino a quando una tale storia dominanza dell’energia è assolutamente stabilita, il consenso del popolo di lavorare e lasciare che gli altri prendano in mano i loro affari, deve essere preso in considerazione, nella misura in cui un fallimento in questo settore potrebbe portare la gente a interferire con il trasferimento definitivo delle fonti di energia al controllo delle élites.

E ‘essenziale riconoscere che, attualmente, il consenso del pubblico è ancora una chiave essenziale per la distribuzione di energia nel processo di amplificazione economica.
Pertanto, il consenso come meccanismo di liberazione di energia saranno ora studiati.

CONSENSO, LA PRIMA VITTORIA

Un sistema di arma silenziosa opera a partire dai dati (= informazione) ottenuti da un pubblico docile, usando mezzi legali.
Maggiori informazioni sono rese disponibili per i programmatori di sistemi di armi silenziose attraverso l’Internal Revenue Service (vedere Studi nella struttura dell’economia americana per una lista di fonti I.R.S.)

L’informazione consiste nella consegna obbligatoria di dati ben organizzati contenuti nei formulari di imposte federali o nazionali, raccolti, sistemati e presentati dagli stessi contributi e impiegati.
Inoltre, il numero di questi formulari sottomessi all’I.R.S. è un indicatore utile del consenso del pubblico, un fattore importante nella presa di decisioni strategiche. Altre fonti di dati sono riportati nella breve Lista di input.
I coefficienti di consenso sono un feedback numerico indicando lo stato o il grado della vittoria.

Base psicologica – Quando il governo è capace di raccogliere o riscuotere le imposte e dimensionare la proprietà privata senza un giusto compenso, è un’indicazione che il pubblico è maturo per arrendersi e consentire la sua schiavitù e la sua sottomissione legale. Un buon indicatore, facilmente quantificabile in tempi difficili, è il numero di cittadini che pagano le pubbliche imposte sul reddito, nonostante un’evidente mancanza di reciprocità o di servizio onesto da parte del governo.

DIVERTIMENTO, LA PRIMA STRATEGIA

L’esperienza ha mostrato che il metodo più semplice per rendere efficace un’arma silenziosa è di vincere il controllo del pubblico e lontano sì che esso ignori i principi di base dei sistemi da un lato, mantenendolo nella confusione, disorganizzazione e distraendolo con argomenti senza importanza reale dall’altro lato.
Questo si ottiene:

  1. Scoraggiando le menti e gli spiriti, sabotando le attività mentali, promovendo programmi educativi di bassa qualità in matematica, logica, progettazione di sistemi e di economia e scoraggiando la creatività.
  2. Coinvolgendo le emozioni, aumentando l’egocentrismo e il gusto per le attività emozionali e fisiche:
    • a. Moltiplicando gli scontri e gli attacchi emotivi (stupro mentale ed emozionale) per mezzo di una continua violenza, di guerra, di sesso nei media sociali, in particolare la TV ed i giornali.
    • b. Dando quello desiderato dal Popolo sottomesso – in eccesso – “junk food” (cibo spazzatura) per lo spirito e privandolo di ciò di cui ha realmente bisogno.
  3. Riscrivendo la storia e la legge e sottomettendo il pubblico a distrazioni, in modo che sia capace di spostare i suoi pensieri sui suoi bisogni personali, verso priorità esterne altamente costruite (artificiali).

Questo previene l’interesse e la possibile scoperta delle armi silenziose e della tecnologia di automazione sociale.
La regola generale è che esiste un beneficio o un vantaggio nella confusione:

maggiore è la confusione, più il profitto è grande.

Pertanto, l’approccio migliore è quello di creare problemi e poi offrire soluzioni.

SOMMARIO DELLA DIVERSIONE

Mass Media – Tenere l’attenzione del pubblico adulto deviato, lontano dai veri problemi sociali, seducendolo con argomenti senza importanza reale.

Insegnamento – Mantenere al pubblico ignorante delle verità matematiche, della vera economia, della vera legge e della vera storia.

Spettacoli – Mantenere l’intrattenimento pubblico al di sotto del livello della scuola media.

Lavoro – Tenere il pubblico occupato, senza concedergli tempo per pensare, di ritorno alla fattoria con gli altri animali.

TAVOLA DELLE STRATEGIE
FATE QUESTOPER OTTENERE QUESTO
Tenere il pubblico ignoranteMeno organizzazione pubblica
Creare preoccupazione ed inquietudineMeno difese
Attaccare il nucleo familiareControllare l’educazione della gioventù
Dare meno denaro e più creditiPiù lasciar fare e più dati o indennizzi
Conformità socialeSemplicità nella programmazione informatica
Minimizzare la protesta fiscaleMassimi dati economici, minimi problemi restrittivi
Stabilizzare il consensoSemplicità dei coefficienti
Stabilire condizioni-quadroSemplicità dei problemi, soluzioni delle equazioni differenziali
Appropriato tempismoMeno ritardi e confusione nei dati ottenuti
Massimizzare il controlloMinima resistenza al controllo
Crollo di valutaDistruggere la fiducia del popolo

LOGISTICA

Il successo dell’attuazione di una strategia richiede un attento studio di ingressi e uscite dalla strategia di collegamento, input/output, e delle fonti di energia disponibili per svolgere questa operaione.

Questo studio è chiamato logistica.

Un problema logistico è studiato a livello elementare all’inizio e, dopo, a livelli di maggiore complessità, studiati in quanto sintesi di fattori elementari.
Questo significa che un dato sistema è analizzato, cioè suddiviso nei suoi sottosistemi. Questi, a loro volta, sono analizzati, fino a che, grazie a questo processo, si arrivi all’”atomo” logistico: l’individuo.

LISTA CORTA DEGLI INGRESSI (input)

Domande a cui rispondere:

  • Cosa?
  • Quando?
  • Colomba?
  • Venire?
  • Perché?
  • Chi?

Fonti d’informazione generale:

  • Intercettazioni
  • Sorveglianza
  • Analisi della spazzatura
  • Comportamento dei bambini a scuola

Tenore di vita in base a:

  • Alimentazione
  • Abbigliamento
  • Abitazione
  • Mezzi di trasporto

Contatti sociali:

  • Telefono (record dettagliato delle chiamate)
  • Famiglia (certificati di matrimonio, di nascita, ecc.)
  • Amici, colleghi, ecc.
  • Adesione ad associazioni
  • Appartenenza politica
L’IMPRONTA DEL RUOLO PERSONALE

Abitudini personali di acquisti:

  • Assegni bancari
  • Acquisti con carta di credito
  • Acquisti con carta di credito “marcata”-associazione della carta di credito con codice a barre dei prodotti (U.P.C. – Universal Product Code)

Beni (attivi):

  • Conto corrente
  • Libretti di risparmio
  • Depositi in cassa forte della banca
  • Business
  • Automobili
  • Azioni in borsa

Debolezze (passività):

  • Prestiti, crediti di consumo
  • Nemici (vedere fonti legali)

Fonti governative:

  • Aiuti sociali
  • Assicurazioni sociali
  • Indennizzi o sussidi di disoccupazione
  • Sovvenzioni e borse di studio
  • Servizio delle Entrate
  • Censimento
  • Etc.

Altre fonti governative:

  • Controllo della posta
TIPI DI ABITUDINI – PROGRAMMAZIONE

Punti di forza e debolezze:

  • Attività (sport, hobby, etc)
  • Vedere “legale”(paure, angosce, etc)
  • Raccolta di dati ospedalieri (sensibilità alle medicine, reazione al dolore, etc)
  • Raccolta di dati psichiatrici (paure, angosce, fobie, adattabilità, reazione agli stimoli, violenza, suggestionabilità o ipnosi, sofferenza, piacere, amore e sesso)

Comportamenti adattivi:

  • Consumo di alcol
  • Consumo di droghe
  • Divertimenti, spettacoli
  • Fattori religiosi che influenzano il comportamento
  • Altri metodi per fuggire dalla realtà

Sensibilità politica:

  • Convinzioni
  • Contatti
  • Posizione
  • Forze/debolezze
  • Progetti/attività

Input legali – Controllo del comportamento:

  • Registro nei tribunali
  • Processi verbali (polizia)
  • Infrazioni stradali
  • Denunce fatte alla polizia
LISTA CORTA DI OUTPUTS

Creazione di situazioni controllate, manipolazione dell’economia e della società:

  1. Offrire opportunità
  2. Distruggere opportunità
  3. Controllare il contesto economico
  4. Controllare la disponibilità delle materie prime
  5. Controllare il capitale
  6. Controllare i tassi bancari
  7. Controllare l’inflazione della moneta
  8. Controllare il possesso della proprietà
  9. Controllare la capacità industriale
  10. Controllare la produzione
  11. Controllare la disponibilità dei beni di consumo
  12. Controllare il prezzo dei beni di consumo
  13. Controllare i servizi, la forza di lavoro, etc
  14. Controllare gli stipendi dei funzionari del governo
  15. Controllare le funzioni giuridiche
  16. Controllare i file di dati personali
  17. Controllare la pubblicità
  18. Controllare i contatto con i media
  19. Controllare il materiale disponibile per la ricezione di segnali TV
  20. Deviare l’attenzione dai problemi reali
  21. Incoraggiare le emozioni
  22. Creare disordine, caos e alienazione mentale
  23. Monitorare l’evoluzione di forme fiscali più dettagliate
  24. Controllare la conservazione dell’informazione
  25. Sviluppare analisi e profili psicologici sugli individui
  26. Monitorare i fattori sociologici
  27. Controllare le possibilità di ricchezza
  28. Rendere debole una preda
  29. Neutralizzare le forze
  30. Succhiare la ricchezza e la sostanza
L’UTERO ARTIFICIALE

Dal momento in cui una persona lascia l’utero di sua madre, i suoi sforzi, in ogni istante, saranno consacrati a costruire e a mantenere uteri artificiali nei quali rifugiarsi o varie forme di dispositivi di protezione o corazze.
L’obiettivo di questi uteri artificiali è di fornire un mezzo stabile per le attività stabili ed innestabili, di fornire un habitat per il processo evolutivo della crescita e della maturità (cioè la sopravvivenza), di fornire sicurezza per la libertà e per fornire una protezione difensiva contro un’attività offensiva.
Questo è vero sia per il pubblico ordinario che per l’élite. Ma, c’è una differenza sostanziale nel modo e nella forma in cui le classi sociali affrontano i loro problemi.

LA STRUTTURA POLITICA DI UNA NAZIONE DIPENDENZA

Il primo motivo per cui i singoli cittadini di un Paese creano una struttura politica è per un desiderio inconscio di perpetuare la relazione di dipendenza della loro infanzia.
Detto semplicemente, loro vogliono un angelo custode per eliminare ogni rischio dalle loro vite, avere un piatto sul tavolo ad ogni cena, vestire i loro corpi, rifare il letto ogni giorno e dire loro che tutto andrà bene quando si sveglieranno il giorno seguente.

La richiesta del pubblico è incredibile, allora il loro angelo custode, il politico, risponde all’incredibile con l’incredibile, promettendo al mondo senza dare nulla.

Allora, chi è il più grande bugiardo? Il pubblico o l’angelo custode?

Il comportamento del pubblico è dominato dalla paura, la debolezza e la facilità. Questa è la base dello stato di provvidenza in quanto arma strategica, nei confronti di un pubblico indigesto.

AZIONE – OFFENSIVA

La maggior parte della gente vuole essere capace di sottomettere e/o uccidere altri esseri umani che infastidiscono o disturbano le vite quotidiane, ma non vuole affrontare i problemi morali e religiosi che un tale gesto potrebbe comportare.
Di conseguenza, consegna il lavoro sporco ad altri (compresi gli stessi figli) per tenere il sangue lontano dalle proprie mani. E’ estasiata nel salvare animali al posto di esseri umani e dopo si siede davanti ad un “delizioso” hamburger in un bar ritinto di bianco e fuori dalla vista degli altri. Ma, ancora più ipocritamente: paga le tasse per finanziare un’associazione di uomini professionisti, famosi, collettivamente chiamati “politici”, per lamentarsi poi della corruzione del governo.

RESPONSABILITA’

Ancora una volta, la maggior parte della gente vuole essere libera di fare le cose (esplorare, etc), ma hanno paura di fallire.
La paura del fallimento si manifesta con l’irresponsabilità, in modo particolare delegando le proprie responsabilità personali ad altri, laddove il successo è insicuro o implica obblighi che la persona non è pronta ad accettare.

La gente vuole l’autorità (radice etimologica: “autore”), ma non accetta nessuna responsabilità o obbligo. Di conseguenza, incarica i politici di affrontare la realtà al suo posto.

RIASSUNTO

Il popolo incarica i politici in modo che possa:

  1. Ottenere la sicurezza senza doversi organizzare
  2. Ottenere l’azione senza dover pensare o riflettere
  3. Infliggere furto, lesioni e la morte ad altri senza dover contemplare la vita o la morte proprie
  4. Evitare di prendersi la responsabilità delle loro stesse intenzioni
  5. Ottenere i benefici della realtà e della scienza senza esercitare essi stessi la disciplina affrontando o apprendendo queste cose

Dà ai politici il potere di creare e di dirigere una macchina di guerra per:

  1. Prevedere la sopravvivenza della nazione/utero
  2. Impedire la giusta opposizione di qualsiasi cosa sulla nazione/utero
  3. Distruggere i nemici che minacciano la nazione/utero
  4. Distruggere i cittadini del loro stesso paese che non si conformano al rispetto della stabilità della nazione/utero.
RELAZIONI DI FLUSSO NEL TEMPO E LE OSCILLAZIONI AUTO-DISTRUTTIVE

Un’industria tipo può essere simboleggiata elettronicamente in diversi modi. Il più semplice è quello di rappresentare la richiesta da un voltaggio e l’offerta per la corrente. Quando è stato fatto, il rapporto tra questi due diventa ciò che noi chiamiamo un’ammissione, che può risultare da tre fattori economici:

  1. flusso retrospettivo;
  2. flusso presente;
  3. previsioni di flusso.

Il flusso previsto è il risultato della proprietà degli esseri viventi che fa sì che l’energia (cibo) sia conservata per un periodo di bassa energia (cioè per l’inverno).
In un settore produttivo, questo prende diverse forme: una di queste è conosciuta con il nome di conservazione della produzione o inventario.

Nella simbologia elettronica, questo tipo di richiesta industriale (pura industria del capitale) è rappresentato dalla capacità e dalle scorte (o risorse) e dalla carica conservata.
La soddisfazione della domanda industriale soffre di un ritardo a causa dell’effetto di riempimento delle scorte.

Il flusso presente non comporta idealmente alcun ritardo. Esso è, propriamente detto, l’input del giorno per l’output del giorno, un flusso “dalla mano alla bocca”. Nella simbologia elettronica, questo tipo di richiesta industriale è rappresentato da una conducibilità che è una semplice valvola economica (un elemento dissipativo).
Il flusso retrospettivo è conosciuto come abitudine o inerzia. In elettronica, questo fenomeno è caratteristico di un induttore (pura industria dei servizi) nel quale un flusso di corrente (equivalente economico: flusso di denaro) crea un campo magnetico (equivalente economico: la popolazione umana economicamente attiva) che, se la corrente (flusso di denaro) comincia a diminuire, sparisce (guerra) per mantenere la corrente (flusso di denaro-energia).

Altre alternative importanti alla guerra, in quanto induttori economici, sono i programmi di assistenza sociale senza fine o un enorme (ma fruttifero) programma spaziale.
Il problema nella stabilizzazione del sistema economico è che c’è troppa richiesta a causa della troppa avidità e popolazione.

Questo crea un’induttanza economica eccessiva che può essere equilibrata soltanto dalla capacità economica (vere risorse o valore, cioè beni e servizi).
Il programma di assistenza sociale non è altro che un sistema di equilibrio basato su un credito senza fine, che crea una falsa industria di capitale per dare alle persone non produttive un tetto sulla testa e cibo nello stomaco. Questo può essere utile, ogni volta, affinchè i recipienti si trasformino in proprietà dello Stato, in cambio di un “regalo”, un esercizio pronto per l’élite.

Quelli che sono legati alla droga economica devono andare dall’élite per avere una “dose”. In questo, il metodo di introdurre grandi quantità di capacità stabilizzante si applica indebitando il futuro “credito” del mondo.

Questa è la quarta legge del movimento e prevede la realizzazione di un’azione uscendo dal sistema prima che la reazione produttiva ritorni al suo punto di partenza dell’azione (reazione ritardata).

Il modo di sopravvivere ad una reazione è di cambiare il sistema prima che la reazione possa intervenire. In questo modo, il politico diventa sempre più popolare ed il pubblico paga dopo. Di fatto, l’unità di misura (indicatore) per un tale politico è il tempo di questo periodo.

La stessa cosa avviene con il governo, stampando denaro al di sopra dei limiti del prodotto nazionale lordo, un processo economico chiamato inflazione. Questo mette una grande quantità di denaro nelle mani del pubblico e mantiene un equilibrio contro la loro avidità, crea una falsa fiducia in loro stessi e, per un momento, mantiene il lupo lontano dalle loro case.

Può (il politico) eventualmente ritornare alla guerra dell’equilibrio dei conti nazionali, perché la guerra è semplicemente, in ultima istanza, l’atto di distruggere il debitore e i politici sono delle star pubblicamente incaricate di giustificare tale atto e di mettere la responsabilità del sangue lontano dalla conoscenza del pubblico (vedi la sezione sui fattori di consenso e la strutturazione socioeconomica).

Se le persone si preoccupassero veramente per il loro prossimo, potrebbero controllare i loro appetiti (avidità, procreazione, etc), in modo che si possa non dipendere da un sistema di credito o di assistenza sociale.
Dato che la maggior parte del pubblico ordinario non realizzerà una simile restrizione, ci sono solo due alternative per ridurre la conducibilità economica del sistema:

  1. Lasciare che le persone si uccidano tra di loro, in guerra, che avrebbe come unico risultato la distruzione totale della vita sulla terra
  2. Prendere il controllo del mondo attraverso l’uso di “armi silenziose” economiche, sotto la forma di una “guerra tranquilla”, e ridurre la induttanza economica ad un livello sicuro, attraverso un processo di schiavitù e di genocidio.

L’ultima opzione è stata scelta evidentemente come la migliore. A questo punto, dovrebbe essere chiaro al lettore perché è necessario il segreto assoluto sulle armi silenziose.

Il pubblico ordinario rifiuta di migliorare la propria mentalità e la sua fede nel prossimo. E’ diventata un’orda di barbari proliferanti e, in senso stretto, una piaga sulla faccia della terra.

A loro non importa nulla della scienza economica per capire perché non sono stati in grado di evitare la guerra, nonostante la morale religiosa, e il loro rifiuto religioso o auto-gratificante per trattare i problemi planetari pone la soluzione di questi problemi fuori dalla loro portata.

Questo è lasciato ai pochi che vogliono davvero pensare e sopravvivere come i più adatti a sopravvivere e risolvere i problemi per loro stessi e per coloro che sono veramente coscienti. In caso contrario, la rivelazione pubblica delle armi silenziose distruggerebbe la loro unica speranza di preservare il seme del vero futuro dell’umanità.



Alcune citazioni per riflettere…

“In politica, non succede niente per caso. Ogni volta che si verifica un evento, si può essere certi che era stato previsto avesse luogo in quel modo.”

Franklin D. Roosevelt Presidente degli Stati Uniti (1933-1945)

“Il mondo è diviso in tre categorie di persone: un piccolissimo numero che produce eventi, un gruppo un po’ più grande che ne garantisce l’attuazione e guarda il compimento, e infine una vasta maggioranza che non sa mai cosa è successo in realtà”.

Nicholas Murray Butler
Presidente della Pilgrim society, membro del Carnegie, un membro del CFR (Council on Foreign Relations)

“La Francia non lo sa, ma siamo in guerra contro gli Stati Uniti. Un’economia di guerra permanente, una guerra senza sangue.”
“Sì, sono molto difficili gli americani, sono avidi, vogliono il potere sul mondo, senza condividerlo. Una guerra sconosciuta, una guerra permanente, senza morti apparenti, tuttavia, una guerra mortale”.

François Mitterrand
Commento fatto durante un incontro privato alla fine della sua vita (cit. Courrier International 13 aprile 2000)

  1. “Studies in the Structure of American Economy” (1953), di Vassili Leontief (direttore dell’Harvard Economic Research Project), l’International Science Press Inc.., White Plains, New York.

One thought on “ARMI SILENZIOSE PER GUERRE TRANQUILLE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: